chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Orchidea Dendrobium: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Orchidea dendrobium: pseudobulbi secchi, come mai?

    Orchidea dendrobium: pseudobulbi secchi, come mai?

    Il 05/04/2019, Federica di Italia chiede:

    Salve, mi è stata regalata questa pianta di dendrobium, che all'inizio aveva gli pseudobulbi molto "gonfi" e ora pur essendo ancora in fiore si stanno rinsecchendo. È normale? Vorrei avere informazioni precise sulla cura di questa pianta, perché su internet trovo informazioni contrastanti. Grazie per l'aiuto!
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Buongiorno,
    il Dendrobium è originario di regioni asiatiche dove esistono due stagioni, una più secca e fredda e una più umida e calda.
    Durante la stagione calda e umida la pianta vegeta, produce nuovi germogli, nuovi rami e foglie.
    Durante la stagione secca perde in parte alcune foglie prodotte che ingialliscono e cadono e produce i fiori sui rami dell'anno precedente.
    I rami che hanno fiorito non fioriranno più ma occorre comunque conservarli fino a che non seccano completamente.

    Gioele Porrini
    founder of Varesina Orchidee

    Condividi su:

  • Dendrobium nobile: consigli su acqua, luce, concime, terriccio?

    Il 16/02/2019, Fabiana di Gargnano chiede:

    Come si coltiva un dendrobium nobile? Temperatura, acqua, luce, substrato, concime. Grazie mille
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Buongiorno,
    il dendrobium nobile è originario di regioni in cui ci sono due stagioni distinte: una secca e una umida.
    In quella umida (la nostra estate) la pianta cresce e forma i nuovi pseudobulbi; la pianta in questa fase andrà bagnata e concimata molto per sostenere questa fase così dispendiosa e critica e solo bagnandola e concimandola copiosamente si potranno avere pseudobulbi grossi e turgidi come i precedenti.

    In inverno invece si diradano le innaffiature e le vegetazione vecchie perderanno parzialmente le foglie, perché in natura durante la stagione secca (il nostro inverno) le piante entrano in una fase di riposo, senza però mai sospendere del tutto le irrigazioni.
    Il dendrobium pertanto fiorirà una sola volta per ogni ramo (pseudobulbo) e fiorirà sempre sul ramo maturo (quello cresciuto nella stagione precedente).

    Per qualsiasi dubbio o consultazione o per reperire i materiali di coltivazione la invitiamo a visitare il nostro sito web www.varesinaorchidee.it o iscriversi alla nostra pagina Facebook Varesina Orchidee, per gli amanti del Tropicale.

    Gioele Porrini
    founder of Varesina Orchidee

    Condividi su:

  • Dendrobium nobile: come prendersene cura?

    Dendrobium nobile: come prendersene cura?

    Il 14/02/2019, Marcello di Roma chiede:

    Buona sera, ho comprato un dendobrium nobile con due rami in fiore e tre nuove vegetazioni. Le canne con i fiori sono molto spesse e con internodi corti, quelle nuove sono sottili con internodi più lunghi. Come mai questa differenza? Come si fanno ad ottenere le canne più spesse. Ci sono inoltre delle canne vecchie tagliate alla base, anche se ho sempre letto che non si tagliano le canne vecchie. Grazie mille, buon lavoro.
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Buonasera,
    il dendrobium nobile è originario di regioni in cui ci sono due stagioni distinte: una secca e una umida.
    In quella umida (la nostra estate) la pianta cresce e forma i nuovi pseudobulbi; la pianta in questa fase andrà bagnata e concimata molto per sostenere questa fase così dispendiosa e critica e solo bagnandola e concimandola copiosamente si potranno avere pseudobulbi grossi e turgidi come i precedenti.
    In inverno invece si diradano le innaffiature e le vegetazione vecchie perderanno parzialmente le foglie, perché in natura durante la stagione secca (il nostro inverno) le piante entrano in una fase di riposo, senza però mai sospendere del tutto le irrigazioni. 
     
    Per qualsiasi dubbio o consultazione o per reperire i materiali di coltivazione la invitiamo a visitare il nostro sito web www.varesinaorchidee.it o iscriversi alla nostra pagina Facebook Varesina Orchidee, per gli amanti del Tropicale.

    Gioele Porrini
    founder of Varesina Orchidee

    Condividi su:

  • Orchidea dendrobium: tagliare germogli secchi?

    Orchidea dendrobium: tagliare germogli secchi?

    Il 01/02/2019, Lucian di Canelli chiede:

    Quando ho acquistato questa orchidea era fiorita su tutto il ramo, ora invece ha fiorito solo in punta, dovevo togliere i germogli secchi per farla fiorire di nuovo tutta, aspetto una vostra risposta. Grazie
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Buongiorno, 
    no il Dendrobium è originario di regioni che hanno due stagioni distinte, una secca e una umida.
    Durante la stagione secca perde le foglie e va in riposo, durante la stagione umida vegeta e cresce rigoglioso. 
    I rami vecchi non vanno assolutamente tagliati perchè sono parte della pianta. 
    Il Dendrobium fiorisce sui rami di un anno, pertanto i nuovi germogli, una volta maturi, fioriranno.

    Per qualsiasi dubbio o consultazione o per reperire i materiali di coltivazione la invitiamo a visitare il nostro sito web www.varesinaorchidee.it o iscriversi alla nostra pagina Facebook Varesina Orchidee, per gli amanti del Tropicale.

    Gioele Porrini
    founder of Varesina Orchidee

    Condividi su:

  • Dendrobium: canne raggrinzite, cosa fare?

    Il 13/01/2019, Isabella di San Bonifacio (VR) chiede:

    Il mio dendrobium, dopo aver perso le foglie, presenta le canne raggrinzite e di colore giallo marroncino. Cosa posso fare?
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Buongiorno,
    il dendrobium proviene da regioni in cui si alterna un inverno secco e fresco e un'estate calda e umida.
    È normale che lo pseudobulbo vecchio si raggrinzisca e perda le foglie.
    Se si presenta molle, marrone e di consistenza molliccia allora può darsi che stia marcendo. In tal caso occorre eliminarlo tagliando alla base con le forbici sterilizzate.
    A primavera la pianta formerà un nuovo pseudobulbo che, una volta maturo, fiorirà.
     
    Per ogni dubbio o consultazione può visitare il nostro sito web www.varesinaorchidee.it o contattarci al numero 3201942591.

    Gioele Porrini
    founder of Varesina Orchidee

    Condividi su:

  • Dendrobium Nikkou: consigli sulla coltivazione

    Il 23/12/2018, Marika di Verona chiede:

    Buongiorno, a giugno mi è stato regalato un d. Nikkou a da poco l'ho portato in casa nella stanza più fresca seppur riscaldata (si trova con min. 17gradi). Per il momento non ha perso/ingiallito foglie e nemmeno iniziato a fare i getti floreali volevo chiedere se è normale per il periodo o se avete nomi di libri da consigliarmi per maggiori informazioni su orchidee botaniche. Su internet ho trovato "l'albero genealogico" ma non trovo informazioni sulla coltivazione. Buone feste!
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Gentile Erika,
    il dendrobium nobile è originario di regioni in cui esistono due marcate stagioni, una secca e più fresca, l'altra calda e più umida. In questo caso si osserva un riposo totale in inverno e le piante perdono gran parte delle foglie e in primavera iniziano a vegetare e formare i nuovi getti. 
    Nel caso degli ibridi di Dendrobium nobile (come nel suo caso) non sempre questo cambio di stagione è così marcato e non sempre le piante perdono le foglie nei tempi e nei modi previsti.

    La temperatura di 17 gradi va bene. 
    Bisogna osservare come va la pianta: 
    non appena inizia a fare qualche foglia gialla (ma può darsi che non la faccia) occorre ridurre le bagnature fino quasi a zero (non lasciare però avvizzire gli pseudobulbi);

    - non appena iniziano i nuovi germogli bisogna bagnare e concimare con regolarità e sostenere la pianta nella fase di vegetazione attiva per tutta la primavera e l'estate fino a che gli pseudobulbi non saranno maturi.
     

    Gioele Porrini
    founder of Varesina Orchidee

     

    Cliccando sue due titoli, può scaricare gratuitamente gli ebooks "Il mondo delle orchidee" e "La mia passione per le orchidee".

    Condividi su:

  • Dendrobium Albosanguineum: come prendersene cura?

    Dendrobium Albosanguineum: come prendersene cura?

    Il 09/12/2018, Daisy di Norma chiede:

    Salve Signor Pozzi, mi è stato regalato da circa 10 giorni un Dendrobium Albosanguineum su zattera (specie botanica) che sto tenendo dentro casa a 18/20 gradi e nebulizzando per mantenere le radici idratate. Purtroppo stanno ingiallendo le foglie. Devo sospendere l'acqua e tenerlo fuori? Sarei grata per un suo prezioso consiglio. Complimenti per i suoi utili video che non mi perdo su youtube! Le allego foto suddetta pianta. Buona serata! Il 13/12/2018 Daisy risponde: Grazie tantissimo per la sua tempestiva risposta e la passione che riesce sempre a trasmettere. Buona serata.
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buona sera Daisy.

    Bellissimo il suo Dendrobium Albosanguineum, l'avevo tanti anni fa.

    È normale che perda le foglie in inverno. Ora va bagnata pochissimo, quasi niente fino in primavera. Moltissima luce e buona umidità.

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Dendrobium: ingiallita e perde foglie, cosa sto sbagliando?

    Dendrobium: ingiallita e perde foglie, cosa sto sbagliando?

    Il 06/12/2018, Sara di Pesaro chiede:

    Buongiorno sig. Giancarlo, ho bisogno del suo aiuto: tre settimane fa mi è stata regalata una bellissima orchidea Dendrobium che ho posizionato vicino alle mie Phalaenopsis. Ha un vaso di plastica bianco, che non ho sostituito con uno trasparente, e l'ho innaffiata solo una volta e non per immersione, perché il terriccio mi sembrava abbastanza umido. Però da qualche giorno ha iniziato a ingiallire e perdere le foglie, Ora anche i fiori si stanno seccando. So che questo tipo di orchidea va in riposo vegetativo ma ho paura di sbagliare qualcosa, le allego le foto. Mi può aiutare per favore?
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Buongiorno Sara,
    è un ibrido di Dendrobium nobile e rispetto alle Phalaenopsis vuole più luce e soprattutto più fresco, in inverno 10° massimo 15° di notte ed è normale che ora perda le foglie.

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Orchidea Dendrobium : perché ingialliscono le foglie nei tronchi nuovi?

    Orchidea Dendrobium : perché ingialliscono le foglie nei tronchi nuovi?

    Il 24/11/2018, Giulia di Monaco di Baviera chiede:

    Buongiorno, avrei bisogno d'aiuto per il Dendrobium nella foto allegata. Ha cominciato a produrre dei boccioli sui tronchi che ha prodotto nell'ultimo anno (la abbiamo da due anni). Però in contemporanea le foglie dei tronchi che hanno i boccioli si stanno ingiallendo una ad una dal basso verso l'alto. Non riusciamo a capire quale possa essere il problema. Avete qualche suggerimento? La pianta viene tenuta in appartamento e bagnata circa una volta ogni 10 giorni.
    Gioele_Porrini
    Risponde l'esperto
    Gioele Porrini

    Gentile Giulia, 
    la pianta gode di buona salute e lo stato generale sembra buono
    Quello che accade è normale; la pianta in questione è un ibrido di Dendrobium nobile. Il Dendrobium nobile è originario del Buthan, Nepal e Sikkim dove ci sono due stagioni distinte, una secca ed una umida. 
    In autunno inizia a perdere le foglie dei rami nuovi che sono maturati nella stagione e sugli stessi rami fiorisce. 
    Occorre quindi rispettare tale riposo e diminuire fino ad arrestare completamente le innaffiature, fin tanto che la pianta non produrrà nuovi germogli in primavera.

    Gioele Porrini

    Condividi su:

  • Orchidea dendrobium nobile: consigli sulla potatura e la coltivazione?

    Orchidea dendrobium nobile: consigli sulla potatura e la coltivazione?

    Il 10/09/2018, Antonella di Cassano chiede:

    Buongiorno, Ho questa orchidea Dendrobium nobile da un anno esatto. Inizialmente aveva solo due tronchi (se non erro ho capito che si chiamano pseudobulbi leggendo la sua rubrica). Durante l' anno sono cresciuti altri due rami diventati grandi. Solo uno di questi ha portato fiori, soltanto tre con grande rammarico. Cosa sbaglio? Nebulizzo un giorno sì e uno no, e una volta a settimana faccio doccia al terreno. Le allego la foto della situazione attuale, chiedendole: 1) quei punti dove erano presenti i fiori, ormai secchi, vanno recisi? 2) troppa acqua? 3) come favorire la fioritura per il prossimo anno? Grazie mille del suo aiuto! Antonella
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    La prima foto non riesco ad aprirla e non vedo punti, se sono su foglie vecchie è normale.
    Non si bagna 1 volta la settimana ma quando occorre, se scarica l'e-book gratuito "Il mondo delle orchidee" dal sito Portale del Verde, trova come bagnare.

    Dal libro ORCHIDEE, STORIE & PERSONAGGI pag 276, € 13,77 acquistabile su amazon.it:

    Dendrobium nobile

    Zona himalayana, LL-F-P. Originario delle montagne Himalayane ad altezze di 1500-2.000 m è una pianta robusta con vigorosi pseudobulbi generalmente penduli lunghi 40-60 cm i fiori spuntano sugli pseudobulbi vecchi senza foglie ricoprendoli completamente, gli pseudobulbi nuovi non perdono le foglie e fioriranno l’anno successivo. I fiori sono cerosi, profumati e di lunga durata, nella forma classica sono grandi 7-8 cm, i petali ed i sepali sono bianchi con le punte porpora, il labello è porpora vellutato con il bordo bianco, ma se ne conoscono molte varietà con diversi colori. Il Dendrobium nobile è una pianta che richiede molta luce, in inverno tutta quella possibile, dalla primavera all’autunno è bene che riceva mezza giornata di sole, in inverno si sospendono le bagnature da quando cominciano ad ingiallire le foglie sugli steli dell’anno precedente, le foglie cadranno lasciando lo pseudobulbo nudo, quando le gemme fiorali cominceranno a “muoversi” si riprenderanno le bagnature, pian piano lo pseudobulbo si ricoprirà di boccioli e a fine inverno sarà ricoperto di fiori. In estate sulle piante possono prodursi dei keiki (in hawaiano “bambini”), piantine che si sviluppano sui rami; se le piante sono coltivate correttamente ne producono pochi, se ne fanno molti non fioriranno bene, le cause più probabili sono luce insufficiente, temperature troppo elevate o concimazioni troppo azotate. 
    I keiki si possono staccare e piantare quando avranno radici lunghe 1-2 cm. Gli ibridi di Dendrobium nobile sono attualmente tra le orchidee commerciali più vendute. Lo sviluppo ed il progresso nella coltivazione è dovuto al giapponese Jiro Yamamoto* che nel 1952 iniziò un gran lavoro di ibridazione e selezione del Dendrobium nobile. 

    Ibridi commerciali di Dendrobium

    Sebbene questo sia un genere tra i più ricchi di specie, e anche uno dei più diversificati, le specie utilizzate per gli ibridi coltivati industrialmente sono solo il Dendrobium bigibbum ed il Dendrobium nobile e poche altre specie affini con cui sono state incrociate. 
    Gli ibridi di Dendrobium bigibbum, conosciuto anche con il sinonimo di Dendrobium phalaenopsis, sono attualmente le orchidee più vendute come fiore reciso, sono molto coltivate in Estremo Oriente e soprattutto in Thailandia, dove esistono innumerevoli coltivazioni di queste orchidee esportate e vendute in tutto il mondo. 
    L’eleganza dei fiori, la notevole durata e anche il prezzo contenuto ne hanno decretato il successo: da noi sono molto utilizzati soprattutto come fiore reciso nei cimiteri. Negli ultimi anni anche la pianta fiorita si è creata una sua nicchia di mercato, le dimensioni delle piante variano da ibridi alti anche più di 1 metro fino a tipi nani alti 20 centimetri. Il Dendrobium bigibbum, originario dell’Australia, è una pianta da caldo e buona 
    luminosità. In pratica si coltiva come le Phalaenopsis, ma con più luce, e la fioritura, di notevole durata, normalmente avviene in autunno-inverno. 
    Gli ibridi di Dendrobium nobile sono conosciuti anche come Dendrobium “Yamamoto” La fioritura naturale del Dendrobium nobile è primaverile, le piante che si trovano fiorite in dicembre, oltre ad essere selezioni a fioritura precoce sono indotte con particolari procedimenti ad anticipare la fioritura, queste piante poi, nella coltivazione casalinga, fioriranno nella loro stagione naturale. 
    La coltivazione in casa è identica a quella del Dendrobium nobile anche se gli ibridi moderni sono incroci molto complessi e a differenza della specie botanica fioriscono anche sugli pseudobulbi nuovi e sono un po meno esigenti in fatto di luce e riposo. 

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Quali varietà di dendrobium hanno queste caratteristiche?

    Il 19/08/2018, Raffaela di Salerno chiede:

    Vorrei sapere quali sono i dendrobium che hanno un fiore grande su canne che crescono in altezza, come per es gli ibridi del nobile. E quali sono i dendrobium specie a fiore grande che invece emettono una spiga floreale ricadente. Grazie
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Almeno un centinaio per tipo,

    eretto: kingianum speciosum, bigibbum, spectabile ecc.
    Infiorescenze pendule: farmeri, densiflorum, thyrsiflorum, amabile, moscatum ecc ecc.

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Orchidea Dendrobium Nobile che sta perdendo le foglie: cosa fare?

    Il 13/08/2018, Claudia di Italia chiede:

    Buongiorno, la mia dendobrium nobile sta perdendo le foglie (ingialliscono e cadono) dai 2 fusti principali (un po' secchi). La pianta l'ho ricevuta fiorita a dicembre. Inoltre sono spuntati parecchie 5 o 6 piantine dalla terra che sono belle verdi e in salute. Come è meglio trattare? Devo separare le piantine nuove? C'è speranza che i ai vecchi fusti rispuntino le foglie e rifioriscano? Grazie mille per il supporto.
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    È normale che perda tutte le foglie sui rami vecchi, quelli nuovi fioriranno in inverno e a fine estate perderanno le foglie e così via.

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Orchidea dendrobium loddigesii: consigli su come annaffiarla correttamente?

    Il 07/07/2018, Maria Chiara di Verona chiede:

    Buon giorno, ho acquistato un piccolo dendrobium loddigesii: in estate ogni quanto devo immergerlo in acqua? e ogni quanto devo spruzzarlo data la carenza di umidità in casa? meglio metterlo in giardino? Grazie e buona giornata, Chiara
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buongiorno,
    non vedo foto, va bagnato quando il vaso è leggero finché diventa pesante; su YouTube, Portale del Verde c'è un video su come innaffiare le orchidee.

    Giancarlo Pozzi

    Per saperne di più, scarica gratuitamente l'ebook sulla cura e la coltivazione delle orchidee "Il mondo delle Orchidee" dal nostro Portale!

     

    Condividi su:

  • Orchidea dendrobium nobile: come e quando posso rinvasarlo?

    Il 26/06/2018, Salvatore di Milano chiede:

    Ho comperato un'orchidaceae denodrobium nobile. Vorrei sapere se mi darà ancora dei fiori visto che la pianta continua a dare rami. Devo rinvasare? Qual è il periodo? Inoltre, come si annaffia? Grazie salvatore.
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Dal libro ORCHIDEE, STORIE & PERSONAGGI, pag 276,€ 13,76, acquistabile su amazon.it:

    Dendrobium nobile, zona himalayana, LL-F-P. Originario delle montagne Himalayane ad altezze di 1500-2.000 m è una pianta robusta con vigorosi pseudobulbi generalmente penduli lunghi 40-60 cm i fiori spuntano sugli pseudobulbi vecchi senza foglie ricoprendoli completamente, gli pseudobulbi nuovi non perdono le foglie e fioriranno l’anno successivo. I fiori sono cerosi, profumati e di lunga durata, nella forma classica sono grandi 7-8 cm, i petali ed i sepali sono bianchi con le punte porpora, il labello è porpora vellutato con il bordo bianco, ma se ne conoscono molte varietà con diversi colori. Il Dendrobium nobile è una pianta che richiede molta luce, in inverno tutta quella possibile, dalla primavera all’autunno è bene che riceva mezza giornata di sole, in inverno si sospendono le bagnature da quando cominciano ad ingiallire le foglie sugli steli dell’anno precedente, le foglie cadranno lasciando lo pseudobulbo nudo, quando le gemme fiorali cominceranno a “muoversi” si riprenderanno le bagnature, pian piano lo pseudobulbo si ricoprirà di boccioli e a fine inverno sarà ricoperto di fiori. In estate sulle piante possono prodursi dei keiki (in hawaiano “bambini”), piantine che si sviluppano sui rami; se le piante sono coltivate correttamente ne producono pochi, se ne fanno molti non fioriranno bene, le cause più probabili sono luce insufficiente, temperature troppo elevate o concimazioni troppo azotate. 
    I keiki si possono staccare e piantare quando avranno radici lunghe 1-2 cm. Gli ibridi di Dendrobium nobile sono attualmente tra le orchidee commerciali più vendute. Lo sviluppo ed il progresso nella coltivazione è dovuto al giapponese Jiro Yamamoto* che nel 1952 iniziò un gran lavoro di ibridazione e selezione del Dendrobium nobile. 

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Orchidea Dendrobium: continuo a innaffiare o la lascio entrare in riposo vegetativo?

    Il 22/05/2018, Simone di Milano chiede:

    Ciao volevo sapere se i dendrobium che fanno riposo vegetativo vanno indotti al riposo anche quando non hanno maturato gli pseudobulbi o in questo caso conviene continuare a bagnarli per non interrompere la fase di crescita? Immagino che dopo tanto tempo senza riposo possano risentirne perché non è nella loro natura, ma se si parla di una sola stagione è comunque sconsigliabile? In altre parole che senso ha il riposo come induzione a fiore se se le canne non sono mature per fiorire? Grazie
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buongiorno,
    penso sia meglio che vada comunque a riposo.

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Orchidea dendronium: consigli per l'esposizione?

    Orchidea dendronium: consigli per l'esposizione?

    Il 07/05/2018, Francesco di Bari chiede:

    Salve, ho preso da poco questo dendrobium. volevo chiedere alcuni accorgimenti come l'esposizione alla luce, se può stare difronte a una finestra o sul balcone e di quanta acqua ha bisogno. Grazie in anticipo, cordiali saluti.
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buongiorno,
    è un ibrido di Dendrobium nobile, molta luce in estate, molta più delle Phalaenopsis e in inverno temperature notturne di 10-15°C. Bagnata bene quando il vaso è asciutto (leggero).

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Orchidea dendronium con fiori che stanno appassendo: cosa fare?

    Orchidea dendronium con fiori che stanno appassendo: cosa fare?

    Il 06/05/2018, Andrea di Firenze chiede:

    Possiedo questo dendrobium pierardii x loddigesii un ibrido naturale da circa una settimana. I fiori che erano in boccio si sono aperti ma alcuni dopo pochi giorni hanno iniziato ad appassire. Cosa sto sbagliando? Lo innaffio circa ogni 5 giorni con acqua osmotica leggermente fertilizzata e nebulizzo ogni giorno radici aeree e pseudobulbi. Lo tengo esposto a sud davanti a una finestra schermato da una tendina molto leggera. Forse troppa esposizione al sole?
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buongiorno,
    non credo sia un ibrido naturale ma creato dall'uomo, i fiori non durano molto, circa 3 settimane, un po' di più se è fresco, di meno se è caldo e non ama sole diretto; non si bagna ogni tot giorni ma quando serve.

    Se scarica l'e-book IL MONDO DELLE ORCHIDEE dal sito Portale del Verde trova info su come si bagna ed altro.

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Dendrobium pierardii che non è andata in riposo vegetativo: cos'ho sbagliato?

    Il 02/02/2018, Federica di Treviso chiede:

    Salve, la mia Dendrobium pierardii che ho preso da voi non è andata in riposo vegetativo, le foglie sono sempre verdi e belle. Cosa ho sbagliato??? Ha due steli che erano pieni di fiori stupendi, ora nudi che hanno prodotto keiki oltretutto e un'altro stelo con le foglie. Saluti e grazie
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Non vedo le foto, se non ha perso le foglie non fiorirà o fiorirà poco, in natura hanno una marcata stagione secca per cui bisogna smettere di bagnare da quando le foglie iniziano ad ingiallire verso metà novembre.

    Scarica gratuitamente l'ebook "Il mondo delle orchidee" per sapere di più sulla coltivazione delle orchidee.

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Dove collocare e come curare l'orchidea Dendrobium che sembra sofferente?

    Il 06/11/2017, Cesira di Latina chiede:

    Possiedo una bellissima Dendrobium nobile con fiori bianchi e purtroppo non so dove collocarla per non danneggiarla. La base del tronco si sta assottigliando e temo che stia soffrendo. Vi prego ditemi come curarla. Grazie mille!
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Le orchidee vogliono molta luce e in inverno temperature notturne intorno ai 15°. La loro fioritura naturale è fine inverno primavera, ma nelle coltivazioni industriali li inducono a fiorire in ogni stagione. In casa quindi fiorirà nella stagione naturale.

    Giancarlo Pozzi

    Leggi anche "Il mondo delle orchidee" e "La mia passione per le orchidee", gli e-books di Giancarlo Pozzi, scaricabili gratuitamente dal nostro Portale!

    Condividi su:

  • Dendrobium nobile che perde foglie: cosa fare?

    Dendrobium nobile che perde foglie: cosa fare?

    Il 05/09/2017, Renata di Cornuda chiede:

    Ho questo tipo di orchidea della foto inviata che ha perso le foglie e sono rimasti dei ciuffi. Come devo fare, posso tagliarla? Renata
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buonaera Renata.

    È un ibrido di Dendrobium nobile, molta luce e in inverno notti fresche 10-12°.

    Il vaso va liberato dalla "confezione regalo" e controlli le condizioni delle radici togliendola dal vaso.

    E' normale che perda le foglie sulle canne dell'anno prima ma ora dovrebbe aver sviluppato le nuove vegetazioni e dato che non le ha, mi fa pensare che o non ha bagnato a sufficienza o ha bagnato troppo e le radici sono marce.

    I "ciuffi" sono keiki, nuove piantine che vanno staccate e invasate i vasetti a parte.

    Ci faccia sapere come è andata.
    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Informazioni su Dendrobium hibiki e aggregatum.

    Informazioni su Dendrobium hibiki e aggregatum.

    Il 07/07/2017, Lorenzo di Salerno chiede:

    Salve, vorrei maggiori informazioni sulla coltivazione del Dendrobium hibiki: luce, acqua e concimazioni. Attualmente la pianta è piccolina ed è in sfagno: ogni quanto la bagno e come? Va nebulizzata? Vorrei sapere inoltre se mi conviene cambiare substrato o lasciarlo così come è. Ho inoltre un Dendrobium aggregatum e anche per lui mi occorrono maggiori informazioni sulla corretta coltivazione e sul modo corretto per annaffiarlo e concimarlo. Grazie per il Vs supporto
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buongiorno Lorenzo,

    per Dendrobium aggregatum molta luce e in inverno notti fresche (10°) e niente acqua.
    Viene da zone con marcata stagione secca per cui in autunno alla maturazione degli pseudobulbi niente acqua fino al risveglio primaverile, che si vede dallo spuntare della punta verde nelle radici e dell'apparire della gemma dell'infiorescenza nella parte alta degli pseudobulbi.

    Del Dendrobium hibiki so poco, è un ibrido fra 2 magnifici Dendrobium della Nuova Guinea, cuthbertsonii x laevifolium.
    Il cuthbertsonii è anche l'orchidea con i fiori più duraturi, ogni singolo fiore può durare fino a 10 mesi.
    Molti anni fa quando ne trovavo nelle grandi mostre ne acquistavo qualche pianta ma non mi sono mai sopravvissuti per cui da tempo ho rinunciato e di conseguenza sono il meno adatto a dare consigli, so che vogliono fresco, umido, mai asciugare troppo, assolutamente acqua distillata e forse anche l'aria inquinata è un problema.
    Forse l'hibiki essendo un ibrido è più facile ma non ne ho mai avuti.

    Giancarlo Pozzi.

    Condividi su:

  • Il mio Dendrobium Pierardii Morosolo è sfiorito, come posso curarlo?

    Il 24/05/2017, Lorenzo Sica di Salerno chiede:

    Il mio Dendrobium Pierardii Morosolo è sfiorito e vorrei sapere come curarlo al meglio in questa fase in termini di luce annaffiature e concimazioni. La pianta sta crescendo a vista d'occhio di apparato fogliale e sta emettendo quelli che sembrano 3 4 keiki oltre ai 2 che già aveva e che stanno crescendo. Grazie per la vostra risposta.
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    I keiki si possono staccare e piantare in vasi singoli o 3-4 per vaso.
    Si bagna quando asciutto (vaso leggero) in autunno quando le foglie iniziano ad ingiallire niente acqua, perde le foglie e si ricomincia a bagnare quando si gonfiano le gemme sui nodi dove son cadute le foglie

    In inverno luce in estate ombra in primavera si va gradualmente da luce ad ombra e l'autunno all'inverso.

    Concimazioni 1g/litro ogni 3 bagnature

    Può trovare maggiori informazioni nel libro  "ORCHIDEE STORIE & PERSONAGGI, pag 276, € 13,77 acquistabile su amazon.it.

    Condividi su:

  • I fiori della mia Dendrobium pierardii Morosolo si sono seccati, cosa devo fare?

    Il 26/04/2017, Lorenzo Sica di Salerno chiede:

    Salve, ho comprato un Dendrobium pierardii Morosolo e necessito di alcune informazioni colturali. La pianta è arrivata una settimana fa, in questi 7 giorni ho innaffiato 2 volte per immersione, e l'ho posizionata davanti una finestra a sud dove riceve molta luce, dalle 13 alle 15 è a tratti raggiunta anche dal sole. Putroppo alcuni fiori hanno già cominciato a seccare. Credo putroppo di aver commesso qualche errore data la celerità con cui è cominciata la sfioritura. Forse è stato il sole diretto? Ho letto infatti proprio su questo portale che in questo periodo andrebbe posizionata in ombra, come ora ho provveduto subito a fare. Grazie per la Vs assistenza
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    È una pianta da ombra e durante l'anno va bagnata solo quando il vaso è asciutto (leggero), solo in inverno va a riposo (niente acqua) da quando qualche foglia comincia ad ingiallire fino a quando comincia a gonfiare le gemme dove son cadute le foglie circa da metà novembre a metà gennaio.
    Comunque la fioritura non dura molto.

    Cordiali saluti

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • E' vero che l'orchidea Dendrobium pierardii va messa sotto il sole diretto?

    Il 13/03/2017, Bruna di Aosta chiede:

    Grazie per la risposta Posso farne un'altra? Un sito dice che in estate se coltivata in vaso bisogna metterla all'esterno in luogo molto luminoso e con alcune ore ( non quelle centrali 12:00/15:00) al sole diretto è vero? Grazie
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Non so dove ha letto che deve prendere alcune ore di sole, il Dendrobium pierardii in estate è una pianta da ombra, può prendere il sole solo in inverno, in estate solo quello del primo mattino o dopo le 18, oppure come dice un amico spiritoso può provare con la crema solare (ma è meglio di no)

    Giancarlo Pozzi

    Condividi su:

  • Come prendersi cura dell'orchidea Dendrobium pierardii ‘Morosolo’

    Il 12/03/2017, Bruna di Aosta chiede:

    Ho comprato una pierardii di che tipo di illuminazione ha bisogno? In questo periodo devo tenerla in casa o all'esterno? Grazie
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Buongiorno Bruna
    Dendrobium pierardii ‘Morosolo’  è sicuramente una delle orchidee più spettacolari, nelle mostre primaverili è fra le orchidee più ammirate e desiderate, è una pianta vigorosa con lunghi pseudobulbi penduli che in primavera si ricoprono di fiori tanto da farla sembrare una cascata rosa.

    Come altri Dendrobium provenienti da regioni con stagione secca, ogni stagione cambia aspetto, in estate è ricoperto dalle foglie di un bel verde tenero, in autunno, alla maturazione dei nuovi rami (pseudobulbi), quando le foglie cominciano ad ingiallire,  la pianta va a riposo e si sospendono completamente le bagnature, la pianta perde le foglie ed in inverno resta con gli pseudobulbi completamente nudi, da metà gennaio bisogna controllare spesso la pianta, quando sui nodi degli pseudobulbi le gemme cominciano a “muoversi” bisogna riprendere  gradatamente ad annaffiare, pian piano su ogni nodo  si svilupperanno 2 o 3 boccioli, in marzo la pianta sarà ricoperta da grandi boccioli, in aprile-maggio sarà letteralmente una cascata di fiori delicatamente profumati grandi 6-7 cm, dopo la fioritura appariranno le nuove vegetazioni che svilupperanno i nuovi pseudobulbi che produrranno le foglie e comincerà un nuovo ciclo. 

    Certamente non è una pianta monotona ma è diversa in ogni stagione, in estate è una bella pianta verde, in autunno con le  foglie che ingialliscono e poi cadono, in inverno con gli steli  completamente nudi, in primavera ricoperta prima di boccioli e poi di fiori.

    Il Dendrobium pierardii, sinonimo di Dendrobium aphyllum è originario del Sud Est asiatico in zone con una marcata stagione secca in cui molte piante perdono le foglie.
    La varietà Dendrobium pierardii ‘Morosolo’  è una selezione dell’Orchideria di Morosolo, proviene dall’India e si distingue per la robustezza della pianta, per la lunghezza degli steli e per la ricca fioritura.


    Coltivazione in casa:    
    Luce: In inverno ambiente luminoso, in primavera autunno ombra e in estate ombra profonda
    Temperatura:
    La temperatura ideale coincide con quella delle nostre case, in inverno temperature minime notturne di 15-20°
    Acqua: Richiede il periodo di riposo invernale: niente acqua da quando le foglie cominciano ad ingiallire (solitamente da metà novembre) fino a quando cominciano a svilupparsi le gemme sui nodi dove sono cadute le foglie (solitamente metà gennaio).
    Per il resto dell’anno ci si regola come per le altre orchidee, si bagna bene solo quando sono certamente asciutte, in caso di dubbio non si bagna.                              

    Condividi su:

  • Orchidea Dendrobium: cambiare vaso con uno più grande e terra nuova o lascio tutto così?

    Orchidea Dendrobium: cambiare vaso con uno più grande e terra nuova o lascio tutto così?

    Il 23/08/2016, Paola di Cesena chiede:

    Buonasera signori del Portale, ho una domanda da fare sulle orchidee e spero proprio mi possiate dare una mano. Mesi fa mia suocera mi ha regalato l'orchidea di cui vi allego alcune foto. Dopo un paio di mesi il mio "pollice verde" killer ha fatto sì che la bella orchidea si trasformasse in alcuni legnetti senza speranza, ma, con grande stupore, dopo circa un mese, ho notato che alcune foglioline stavano rispuntando e nel tempo l'orchidea è completamente resuscitata! Ora vorrei chiedere al vostro esperto di orchidee se, viste le foto, è opportuno cambiargli vaso, sostituendolo con uno più grande e con terra nuova, oppure se è meglio lasciare tutto come è adesso! Grazie molte.
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Orchidea dendrobium

    Signora Paola buongiorno,

    Mi scuso per il ritardo nella risposta, mi era sfuggita la mail.

    La sua Orchidea Dendrobium sta bene: quelle "rughette" sul tronco sono normali.

    Per quanto riguarda il cambiare il vaso, le consiglio di sollevare la pianta e di controllare che le radici fuoriescono dai fori del contenitore: quando infatti esse aumentano di numero e si allungano, è possibile giungere al punto in cui, svasando la pianta, potremmo rischiare di danneggiarle. È quello il momento di rinvasare la pianta con terriccio per orchidee.

    Le consiglio, io lo faccio ogni mattina per le mie Orchidee, di spruzzare la pianta con regolarità e, una volta ogni 2-3 settimane, di bagnare bene la pianta per immersione e concimarla con concime specifico.

    Spero di averla aiutata.

    Buona giornata.

    Kety Cialdi
    Vivaio Pollicirosa di Rare Piante

    Condividi su: