Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Piante acquatiche

Non è indispensabile possedere uno stagno o un fiume per godere del pullulare di vita che regna in prossimità dell'acqua. I numerosi materiali moderni, come i teli sintetici, facilitano enormemente la realizzazione di un bacino naturale. Una modesta vasca, sistemata su una terrazza o un balcone soleggiati, è sufficiente a ricreare, anche se in forma molto simbolica, l'ambiente magico che regna attorno ai luoghi umidi.

Tutte le piante acquatiche hanno modi differenti di vegetazione.

Il giardiniere le suddivide in gruppi ben distinti :

  • Piante delle rive, le cui radici sono ancorate nel terreno (Thypha, Acorus, etc.). Crescono in una profondità dell'acqua che può variare da 0 a 100 cm, a volte anche superiore. Nella maggior parte dei casi le loro foglie ed i loro fiori sviluppano al di sopra del livello dell'acqua;
  • Piante a foglie fluttuanti (Nymphaea), che radicano nel fondo dell'acqua;
  • Piante sommerse (Myriophyllum), i cui organi sviluppano tutti sotto la superficie dell'acqua;
  • Piante natanti (Eichhornia, Trapa, etc.), che fluttuano liberamente sulla superficie dell'acqua.