chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Arancio: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Arancio: foglie gialle, come mai?

    Arancio: foglie gialle, come mai?

    Il 06/03/2019, Francesco di Mola di Bari chiede:

    Salve! Come può vedere dalle foto, alcune foglie presentano una colorazione in parte gialla. Da cosa potrebbe essere causata? Come posso intervenire? Cordiali saluti, Francesco
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,

    questa colorazione gialla non dovrebbe essere un problema piuttosto grave.
    La pianta probabilmente ha sofferto di qualche carenza, ma nel complesso non sembra tutta gialla, vedo anche molte foglie verdi.

    Quello che posso consigliare sarebbe di concimare il terreno circostante al tronco in maniera continua per tutta la primavera ed estate, con un concime ben bilanciato, con più elementi possibile.

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Arancio potatura sbagliata

    Il 05/01/2019, Roberto di Montesilvano chiede:

    Ho sbagliato a potare una pianta di arance pochi giorni or sono ed ho appena terminato il raccolto. Se ho sbagliato, come potrei riparare?
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,

    se ha fatto dei grossi tagli potrebbe mettere del mastice, altrimenti non farei niente.

    Buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Arancio: perchè cadono le foglie?

    Arancio: perchè cadono le foglie?

    Il 15/12/2018, Giovanni di Napoli chiede:

    Ho una pianta di arancio in vaso e ultimamente stanno cadendo tutte le foglie che si trovano sui rami in basso. Nella foto sono le foglioline che si vedono in basso a cambiare colore. Grazie e saluti
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno Giovanni,
    il periodo è purtroppo quello più brutto dell'anno, c'è poca luce e poca temperatura. Bisogna cercare di dare più luce possibile in quanto essa influenza la caduta delle foglie.

    Contemporaneamente, bisogna stare attenti che il vaso non rimanga troppo umido. Dia acqua solo quando vede il terriccio che è ben asciutto e come al solito non faccia ristagnare acqua sotto il vaso.

    Se perdesse ancora delle foglie non si preoccupi, in primavera le rimetterà.

    Grazie e buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Cosa fare con questo albero di arance sofferente con foglie che si accartocciano?

    Cosa fare con questo albero di arance sofferente con foglie che si accartocciano?

    Il 25/08/2018, Angelo di Firenze chiede:

    Salve come da foto ho questo albero di arance in terra che è stato spostato a fine giugno, a maggio aveva avuto un attacco da parte di afidi neri. Da quando è stato spostato non è mai stato vigoroso, sempre molto sofferente tanto che nell'ultimo mese ha preso pure ad accartocciare le foglie che sono di un verde sbiadito.
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    spostandolo a giugno, le radici non hanno avuto tempo di svilupparsi e andare a cercare l'acqua in terra.
    Solitamente infatti, si consiglia di irrigare un po' la pianta che si pianta a terra almeno per i primi 2 mesetti!

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Arancio con foglie che ingialliscono e cadono subito dopo: cosa posso fare?

    Arancio con foglie che ingialliscono e cadono subito dopo: cosa posso fare?

    Il 07/08/2018, Domenico di Palermo chiede:

    Salve l'arancio in questione da un mese a questa parte presenta un ingiallimento delle foglie e successiva caduta. L'intero agrumeto é stato trattato con olio minerale contro gli afidi e confidor per la serpentina, ma soltanto questo arancio presenta questa anomalia. Grazie
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    questo arancio è stato attaccato o è ancora attaccato (questo non lo vedo dalla foto) da ragnetti rossi, (acari), lo tratti con acaricidi che vedrà si riprenderà.

    Può guardare anche ad occhio nudo se ci sono piccoli ragnetti che camminano sotto la foglia, poi se ci passa un dito, se sono ancora presenti, le dovrebbe diventare rosso.

    Grazie
    Buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Pianta di arancio malata: consigli per il trattamento?

    Pianta di arancio malata: consigli per il trattamento?

    Il 26/05/2018, Rosario di Catanzaro chiede:

    Cura malattie pianta di arancio. Buongiorno, premesso che ho una pianta in giardino e non in vaso, di età circa 20 anni che presenta sintomi di stress (foglie un pò ingiallite con puntini neri e qualche mosca bianca, e qualche minuscolo ragnetto rosso) e fusto con funghi. E sperando non sia un problema, volevo chiederle delle informazioni. Come può vedere dalla foto, ho appena effettuato un trattamento sul fusto con la classica poltiglia bordolese (solfato di rame + calce idrata diluita in acqua), per via dei funghi presenti sul fusto. Questa operazione vá ripetuta più volte? C'è un periodo specifico dell'anno in cui va effettuata? È il trattamento giusto? Inoltre, per le foglie, documentandomi a riguardo ho optato per una miscela diluita in acqua di alcuni prodotti dove ci sono presenti diversi elementi, quali: azoto, azoto ureico, azoto organico (estratto di alghe), ossido di potassio, boro, zinco, e l'aggiunta anche di un biostimolante a base di epitelio animale idrolizzato. Questa miscela (diluita in acqua e irrorata direttamente sulle foglie), va anche essa ripetuta più volte? Se si, ogni quanto? C'è un periodo dell'anno specifico in cui conviene effettuarla? L'ipotesi di aggiungere anche un po di concime granulare con un apporto maggiore di azoto, visto lo stress fogliare é da considerarsi plausibile o vanno bene i solo i prodotti su scritti? Ringraziandovi anticipatamente per l'attenzione e l'ascolto attendo vostre info.
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    i funghi che lei ha visto sul fusto, mi pare non siano dannosi, ha fatto bene a dare del rame ma ora basta, secondo me sono dovuti a umidità e non è importante, per la chioma mi pare di vedere che la pianta abbia fame, non è importante la concimazione fogliare, le dia alla base nella terra del concime o chimico o stallatico, vedra che la pianta riprenderà il colore.

    Grazie
    Buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Arancio che si sta indebolendo, perdendo foglie e fiori: cosa fare?

    Arancio che si sta indebolendo, perdendo foglie e fiori: cosa fare?

    Il 23/05/2018, Antonio di Valenzano chiede:

    Salve. Il mio arancio stava crescendo a soddisfazione, ma improvvisamente si è macchiato, indebolito e regredisce sempre più. Ha avuto la perdita dei fiori, delle foglie, e dei piccoli frutti appena sbocciati. Gli ho dato lupini, chelato di ferro e di recente ho acquistato un prodotto naturale BIO nutriente da nebulizzare su foglie. Ho provato anche con un fungicida naturale OLIO DI NEEM. AIUTO!!!!
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    a vedere dalla foto sembra che abbia fame, ma i lupini non sono consigliati, rischiano di bruciare e diventano solo azoto, se li ha già dati oramai aspetti qualche mese, poi inizi a dare del concime granulare completo di azoto fosforo e potassio con microelementi, altrimenti se vuole stare sul biologico dia dello stallatico.

    Quando il terriccio è ben asciutto dia acqua abbondante e poi lasci ben asciugare. Non tenga ristagno di acqua sotto il vaso

    Grazie, 
    Biuona giornata

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Come poto questo arancio?

    Come poto questo arancio?

    Il 18/03/2018, Luca di Italia chiede:

    Come poto questo arancio? Quando me l'hanno regalato c'era un'arancia attaccata. Non so che tipo sia. È due anni che è per terra ed è cresciuto parecchio. grazie
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buonasera,
    Per potare quella pianta, deve togliere quei polloni molto lunghi che vanno verso l'alto.
    Quindi pareggiare i polloni al livello sferico della pianta.
    Per adesso niente di più, secondo noi la pianta va benissimo così! Con qualche aggiustatura come le ho detto!

    Grazie
    Cordiali saluti
    Pietro Lenzi

    Condividi su:

  • Arancio con deficit produttivo: quali possono essere le cause? Quali azioni adottare?

    Il 17/01/2018, Pietro di Ribera chiede:

    Ho circa 600 piante di arancio di cui circa 100 non producono frutto. Questo è il secondo anno che seguo personalmente il giardino e mi sono accorto del deficit di cui sopra. Nel settembre del 2009 una devastante grandinata ha distrutto per 2/3 ogni pianta del giardino. Solo in questi ultimi tre anni ho visto rinascere il giardino, pero con il deficit produttivo di cui sopra, attenzionato solo quest’anno. Quale possono essere le cause? Quali azioni adottare? Grazie. Pietro
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    le cause potrebbero essere molteplici, innanzitutto dovrebbe controllare che la vegetazione sia dell'arancio e non del portainnesto, poi potrebbe essere una concimazione troppo alta di azoto, ma così ad occhio si dice male, bisognerebbe vedere l'impianto e ragionarci su.

    Grazie
    Buona serata

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Come posso risolvere questo problema ai miei aranci?

    Come posso risolvere questo problema ai miei aranci?

    Il 09/11/2017, Vittorio di Matino chiede:

    Salve, complimenti per la professionalità. Chiedo gentilmente come posso risolvere questo problema ai miei aranci. Saluti, Vittorio
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    secondo me avrebbe dovuto intervenire sulla sua pianta di arancio prima: adesso non ce la fa a toglierla anche se fa i trattamenti. Trattandola può ridurla, ma non toglierla.

    Adesso, visto che i frutti sono quasi maturi e pronti per mangiare, io farei un trattamento o due con olio di soia, giusto per fermarla un po'; poi, ad aprile o maggio, un trattamento con Confidor alle radici insieme ad un altro a distanza di un mese e mezzo. In questo modo la pianta si ripulirà.

    Di Confidor ne dovrà diluire 1 ml per litro di acqua, poi dovrà bagnare sufficientemente il vaso, o il terreno se è in terra, con la soluzione.

    Se vuole usare l'olio di soia, può diluirne 5 ml con 2,5 ml di detersivo Nelsen per piatti, o simile, mescoli e poi annaffi bene la chioma, bagnando più possibile anche la cocciniglia.

    Grazie,
    buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Condividi su:

  • Pianta di arancio con foglie gialle, rami secchi e che non fa frutti: cosa fare?

    Pianta di arancio con foglie gialle, rami secchi e che non fa frutti: cosa fare?

    Il 02/11/2017, Mary di Livorno chiede:

    Buonasera, il mio arancio, come può vedere, ha le foglie un po' ingiallite e dei rami secchi. E' posizionato in una zona del giardino (non in vaso) in cui riceve sole nel pomeriggio. Non ha mai fatto molti frutti, ma quest'anno addirittura solo uno. Grazie in anticipo.
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buonasera,
    la sua pianta di arancio sembrerebbe abbia risentito di una siccità, le foglie gialle all'interno e quelle in basso è una cosa normale, in autunno specialmente, ma sembra poco vegetato; penso ad una carenza di acqua e probabilmente anche di concime. Le foglie che sono verdi non sembra siano sofferte, quindi secondo me le radici dovrebbero essere a posto. Riparta oramai a febbraio o marzo con una concimazione bilanciata tra azoto, fosforo e potassio fino a ottobre-novembre del prossimo anno.

    Grazie,
    buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Leggi anche "La coltivazione degli agrumi in vaso", ebook scaricabile gratuitamente dal nostro Portale!

    Condividi su:

  • Pianta di arancio: cause ingiallimento e rinsecchimento

    Pianta di arancio: cause ingiallimento e rinsecchimento

    Il 29/10/2017, Graziano di Siliqua chiede:

    Buongiorno, ho appena letto la risposta sui limoni spaccati. Si può imputare alla stessa causa l'ingiallimento/ rinsecchimento delle foglie e la maturazione anticipata dei frutti (non si sono sviluppati) dell'arancio?
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    sì, lo si può imputare a questa cosa perchè la stagione non è stata favorevole.

    Grazie,
    buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Leggi anche "La coltivazione degli agrumi in vaso", e-book scaricabile gratuitamente dal nostro Portale!

    Condividi su:

  • Foglie di arancio corrugato un po' rovinate, è normale?

    Foglie di arancio corrugato un po' rovinate, è normale?

    Il 24/10/2017, Paolo di Foggia chiede:

    Perché le foglie dell'arancio corrugato mi sembravano un po' sciupate? È normale?
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    non mi pare che la sua pianta di arancio corrugato stia male, dalla foto non vedo niente di che, forse qualche foglia magiata da qualche bruco sul lembo esterno.

    Grazie, buona giornata

    Maurizio Lenzi
     

    Leggi anche "La coltivazione degli agrumi in vaso", e-book scaricabile gratuitamente dal nostro Portale!

    Condividi su:

  • Arancio: che malattia ha e cosa fare?

    Arancio: che malattia ha e cosa fare?

    Il 20/10/2017, Luigi di roma chiede:

    Buonasera a tutti. Ho un problema con il mio arancio piantato in giardino. Vorrei sapere qual è il trattamento da fare, in che periodo farlo e se i frutti sono ancora commestibili (sono veramente l'esatto opposto di chi ha il pollice verde). Grazie
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    il suo arancio ha subito un forte attacco di aleurodidi, andava fatto un trattamento o anche due un pò prima, ai primi sintomi. Adesso può provare a fare un trattamento con confidor lavando bene la chioma, però non so se riuscirà a togliere tutto. Il prossimo anno ad aprile ne faccia uno usando il confidor diluito in acqua e poi bagni bene il vaso, è sistemico, va in circolo nella pianta e funziona bene. Se lo fa per via radicale non consumi i frutti prima di 40 giorni.




    Grazie e buona giornata

    Maurizio Lenzi

    Leggi anche "La coltivazione degli agrumi in vaso", e-book gratuito scaricabile dal nostro Portale!

    Condividi su:

  • Arance Navel: vanno ritirate in inverno?

    Il 30/06/2017, Leonardo di Codogno chiede:

    Innanzitutto buongiorno. Mi chiamo Leonardo ed ho una domanda da porvi. Mi hanno venduto due piantine d'arancio Navel da esterno che non temono il gelo anzi mi hanno consigliato, essendo una pianta maschio ed una femmina, di piantarle in un vaso o piena terra molto vicine per far si che non perdano fiori. Abito nella Provincia di Lodi in piena pianura padana. Ora non essendo sicuro di quello che mi è stato detto chiedo chiarimenti. In attesa porgo saluti. Leonardo
    Redazione
    Risponde l'esperto
    Redazione Portale del Verde

    Buongiorno Leonardo,

    innanzitutto alcuni chiarimenti doverosi:

    - Gli agrumi sono tutti autofertili ossia non esistono “maschi” o “femmine”;

    - Gli agrumi sono tutte piante “da esterno”

    La resistenza al freddo delle arance dolci è sensibilmente maggiore dei limoni, ma considerando la sua zona le consiglio di ripararle in inverno.

    Per altri chiarimenti ci contatti pure.

    Cordiali saluti
    Stefano Bolognesi

    Condividi su:

  • L'arancio amaro fa pochi fiori e poche nuove foglie, cosa posso fare?

    Il 07/06/2017, Umberto di Strangolagalli (Frosinone) chiede:

    Ho acquistato in aprile un arancio amaro in vaso e l'ho subito trapiantato in piena terra. L'albero aveva ancora i frutti dell'anno precedente. Ha fatto pochi fiori e poche nuove foglie. I fiori sono caduti tutti e con essi anche molte vecchie foglie. Adesso (giugno) l'albero appare molto sofferente e i rametti stanno seccandosi. Forse ho sbagliato a concimarlo all'atto dell'impianto? Ho utilizzato terriccio e fertilizzante specifici per agrumi. Sono anche indeciso su quanta acqua somministrargli. Ho letto da qualche parte che gli agrumi non vogliono molta acqua. Ho bagnato la pianta solo quando il terriccio appariva asciutto. Sono tentato di togliere (a malincuore) i frutti per stimolare la nuova vegetazione. Nei prossimi giorni si avranno 34 gradi nel mio giardino. Che fare? Come posso salvare l'arancio? Non ci dormo la notte. Mi considero anche un esperto giardiniere e la cosa è per me ancor più frustrante. Aiutatemi se potete. Grazie.
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo signor Umberto.

    Da quanto noto dalle foto allegate alla domanda, la sofferenza della pianta accompagnata dal disseccamento progressivo dei rametti è da imputarsi all'effetto concomitante di più cause, tra cui:

    - Stress da trapianto.

    - Eccesso di concimi.

    - Stress idrico.

    Stress da trapianto

    Per quanto riguarda lo stress da trapianto, le dico subito che questa di tratta di una delle cause più evidenti e probabili, perché al momento dell'acquisto la pianta aveva ancora i frutti della stagione precedente e stavo di nuovo fiorendo. Di conseguenza si trovava in una condizione di dispendio energetico e nutrizionale notevole. 

    Trapiantando in aprile, lei ha colto la pianta nel massimo del suo stress e di conseguenza un cambio così repentino del vaso, ha provocato in essa uno stress radicale che poi si è manifestato anche a livello dell'apparato aereo.

    In questi casi era necessario attendere almeno l'autunno per eseguire il trapianto non solo per ridurre al minimo lo stress da trapianto ma soprattutto per consentire un migliore accrescimento e attecchimento delle radici al nuovo vaso.

    Eccesso di concimi

    Riguardo l'uso dei concimi specifici per agrumi, in questo caso la loro distribuzione deve essere fatta con molta prudenza e parsimonia soprattutto per quanto riguarda quelli di origine azotata perché se in eccesso possano avere degli effetti negativi sullo sviluppo generale della pianta.

    Eccesso idrico

    Per quanto riguarda la distribuzione dell'acqua d'irrigazione, è vero che gli agrumi sono specie da frutto che hanno bisogno di acqua in quanto di origine tropicale o subtropicale, ma allo stesso modo non sopportano gli stress idrici causati dall'alternanza di poca e molta acqua.

    Evidentemente il disseccamento dei rametti a cui ha fatto seguito la caduta quasi completa delle foglie, è stata indotta anche da questa causa. 

    Per questo motivo, è necessario che lei sospenda le irrigazioni soprattutto se il terreno è umido e bagnare quando c'è bisogno ossia al momento che il terreno comincia ad asciugarsi in superficie.

    Per quanto riguarda l'eliminazione dei frutti della scorsa stagione produttiva, può essere una buona pratica al fine di stimolare l'emissione di nuova vegetazione e la produzione di fiori e frutti.

    Rimedi

    Ad ogni modo le cose da fare in questo momento, sono:

    - Evitare la distribuzione di concimi se non strettamente necessario nel caso di evidenti carenze nutrizionali.

    - Evitare gli stress idrici e bagnare solo quando è necessario.

    Ultima annotazione: gli agrumi sono specie arboree da frutto molto sensibili all'ambiente esterno, soprattutto quelle coltivate in vaso e per cui hanno bisogno oltre che essere protette dal freddo in inverno, richiedono posizioni soleggiate, non soggette a forti venti e movimenti d'aria e soprattutto ristagni d'umidità.

    Questo significa che anche ogni minima variazione climatica e ambientale di posizione, può avere un effetto non positivo sul ciclo vegeto - produttivo delle piante.

    Ringraziandola della domanda e rimanendo a sua disposizione anche per valutare l'evoluzione della situazione delle piante, la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

    Condividi su:

  • Quante fasi di crescita ha l'arancio dolce (Cytrus sinensis)?

    Il 05/06/2017, Marco di Trento chiede:

    Quante fasi di crescita ha l'arancio dolce?
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve signor Marco.
    L'arancio dolce (Cytrus sinensis), appartenente alla categoria degli agrumi i cui frutti vengono definiti botanicamente degli esperidi, presenta delle fasi di crescita essenzialmente diversi da quelli dalle drupacee (es. pesco, susino, ciliegio ecc.), pomacee (melo e pero), uva, olive ecc. perché la struttura del frutto esterna e interna è molto più complessa con le parti morfologiche ben definite e organizzate.

    Infatti il frutto dell'arancio dolce, è costituito essenzialmente da tre parti fondamentali:

    1) Buccia esterna o flavedo.
    2) Tessuto spugnoso bianco interno o albedo.
    3) Spicchi interni con all'interno il succo.

    In questo caso le fasi di crescita del frutto, sono otto:

    1° Fase) Allegagione e formazione del flavedo.
    2° Fase) Rapido accrescimento del frutto e formazione dell'albedo.
    3° Fase) Stasi di crescita del frutto, completamento della formazione dell'albedo e inizio della formazione degli spicchi.
    4° Fase) Ripresa accrescimento del frutto e completamento della formazione degli spicchi.
    5° Fase) Accumulo del succo all'interno degli spicchi.
    6° Fase) Invaiatura del frutto.
    7) Fase) Maturazione del frutto.
    8° Fase) Abscissione del frutto.

    Ringraziandola della domanda e rimanendo a sua disposizione per ulteriori quesiti, le porgo i miei distinti saluti.

    Dr. Fabio Di Gioia

    Condividi su:

  • Di che genere di arancio si tratta?

    Il 04/06/2017, Giovanni Fabbian di Galliera Veneta chiede:

    Salve signor Fabio di Gioia, la ringrazio molto per la risposta. Le volevo chiedere se poteva dirmi se sa che genere di arancio si tratta e quanti anni potrebbe avere questa pianta...! Grazie molte in anticipo, buona giornata
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve di nuovo signor Giovanni.

    Dalle foto allegate, non si può capire bene di che tipo di arancio si tratti almeno fino a quando i frutti non si sono ingrossati.
    A quel punto potremo capire se di tratta di arancio dolce o arancio amaro (chinotto e bergamotto).

    Riguardo l'età della pianta, le dico fin da subito che osservando il tronco, molto probabilmente la pianta ha un'età compresa tra i 6 e i 7 anni circa.

    Ringraziandola ancora della domanda, e aspettando ulteriori delucidazioni in merito la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

    Condividi su:

  • Arancio presenta foglie accartocciate: come si curano le malattie degli agrumi?

    Il 07/09/2016, Marcella di Gravina (CT) chiede:

    Buonasera a tutti. Lo scorso autunno ho comprato un arancio e l'ho re-invasato in un contenitore più grande a Novembre. La pianta presentava già dei frutti appesi ai rami. A Maggio poi ha perso tutte quante le foglie e a Giugno ha cominciato a rimettere le foglie e a produrre germogli. Nei mesi estivi le foglie, però, hanno preso ad accartocciarsi... ma cosa è successo? Come devo comportarmi con questo arancio che mi ha sempre dato dei frutti abbondanti? Grazie mille
    Redazione
    Risponde l'esperto
    Redazione Portale del Verde

    Buongiorno,

    sarebbe gradita una foto del suo arancio per essere certi di una corretta risposta.

    Tuttavia iniziando col dire che un rinvaso in ottobre non è corretto per gli agrumi in quanto si stimola la pianta ad una produzione di radici nuove e quindi all'utilizzo delle riserve energetiche che gli servirebbero per passare l'inverno, direi che questo ha fatto sì che a primavera siano cadute le foglie (per protezione).

    Per quanto riguarda le foglie accartocciate presumo che sia stata la minatrice serpentina considerando che le foglie erano tutte nuove.

    Stefano Bolognesi
    Azienda Agricola La Brina

     

    Condividi su: