chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Insetti: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Come eliminare le larve di zanzara in acqua?

    Il 07/06/2019, francesco di perugia chiede:

    Buonasera, riempio sempre con acqua piovana un grosso contenitore per annaffiare i gerani e in questo periodo è pieno di larve di zanzare. Che posso mettere in acqua per eliminarle prima che si schiudano?
    Redazione
    Risponde l'esperto
    Redazione Portale del Verde

    Salve Francesco,

    esistono prodotti che possono essere messi nelle acque stagnanti per evitare il riprodursi delle zanzare. 
    In commercio ce ne sono molti, gliene segnaliamo qualcuno facilmente acquistabile su amazon:

    https://amzn.to/2InHFum

    https://amzn.to/2XTH1tA

    Redazione Portale del Verde

  • Susino con molti insetti volanti: cosa sono?

    Susino con molti insetti volanti: cosa sono?

    Il 02/06/2019, Giancarlo di Firenze chiede:

    Salve, grazie per la disponibilità che ci mettete a disposizione! Sul susino che ho in giardino ci sono animali come nella prima foto, non volanti e moltissimi animali, volanti, delle foto 2 e 3. Potete dirmi che animali sono e soprattutto se la pianta in qualche modo deve essere diversa? Hanno una funzione utile/dannosa o nessuna delle due? Grazie ancora
    samueledalmonte
    Risponde l'esperto
    Samuele Dalmonte

    Buongiorno Giancarlo,

    gli insetti fotografati normalmente non si considerano parassiti delle piante perchè normalmente si nutrono di parti di vegetali in decomposizione, ma visto l'andamento climatico molto diverso dal solito potrebbe essere che abbiano cercato rifugio/cibo sulla sua pianta.

    Considererei la quantità di insetti presenti e terrei controllata la pianta. Se nota dei danni come foglie rosicchiate o germogli o piccioli di foglia staccati allora forse è il caso di trattare, ma ripeto solo nel caso sia chiaro che stanno facendo dei danni perchè potrebbe essere che hanno scelto il tuo prugno come albergo temporaneo.

    Negli ultimi mesi mi sono arrivate molte segnalazioni di pullulare di insetti che di solito si fatica a vedere dovuti, secondo me, proprio ad un andamento stagionale molto diverso dal solito (occorre considerare anche i mesi asciutti verificatesi quest'inverno).

    Cordiali saluti

    Samuele Dalmonte

  • Insetti su rose e calle: cosa fare?

    Insetti su rose e calle: cosa fare?

    Il 25/05/2019, Emanuela di Lecco chiede:

    Ho le rose e le calle assediata da questi insetti. I boccioli delle rose sono divorati. Ho provato a toglierli, ma sono tanti, troppi. Cosa posso fare? Può essere che le larve intaccano anche l'orto che è lì vicino? Grazie.
    Alberta_Ballati
    Risponde l'esperto
    Alberta Ballati

    Buongiorno,

    questi insetti sono cetonie, molto voraci e capaci di distruggere bocci e rose in poco tempo. Purtroppo sono difficili da debellare, il consiglio è quello di toglierli manualmente, anche se non è semplice eliminarli tutti.

    Alberta Ballati

  • Patate con dorifora: quando dare insetticida?

    Il 17/05/2019, Silvio di Monte San Giovanni Campano (FR) chiede:

    Patate con dorifora: Vorrei sapere il periodo giusto per dare un’insetticida alle mie patate perché una volta dato il prodotto gli animaletti muoiono, però dopo un po’ di tempo se ne riformano altri, posso sapere dove sbaglio? Comunque complimenti al sito che è molto utile.
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo signor Silvio.

    Normalmente gli insetticidi che vengono impiegati contro la Dorifora della patata sono le piretrine e i piretroidi a livello convenzionale. Questi prodotti però rientrano in quella che si chiama la lotta adulticida o curativa, cioè agiscono contro gli stadi adulti dell’insetto che poi sono quelli che danneggiano le foglie.

    Il fatto che gli adulti muoiono e poi si riformano di nuovo gli insetti, significa che ci sono ancora le uova dell’insetto oppure ci siano gli stadi giovanili o larve.

    Quindi per evitare la ricomparsa dell’insetto, è necessario adottare una lotta larvicida o preventiva. In questo caso il miglior sistema di lotta si effettua attraverso l’impiego del Bacillus Thuringensis sp. Kurstaki ceppo EG 2424.

    Questo batterio una volta penetrato nell’apparato digerente della larva produce dei cristalli, che vanno a rompere lo stomaco, provocando la morte istantanea della larva. Ovviamente il prodotto va dato non appena compaiono le larve, per evitare che si formino gli adulti e soprattutto che ricompaia l’insetto nuovamente.

    Ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

  • Piante aromatiche colpite da insetto: cosa fare?

    Piante aromatiche colpite da insetto: cosa fare?

    Il 18/04/2019, Ugo di Vado Ligure chiede:

    Salve, le mie piante aromatiche sono state assalite da questo insetto (coleottero?) come posso difenderle. Grazie. Ugo
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo Ugo,

    per allontanare l’insetto coleottero che ha invaso le sue piante di salvia, le consiglio di utilizzare un metodo naturale, basato sull’impiego del Macerato di legno di quassio micronizzato.

    Il quassio è una pianta arborea che normalmente la ritroviamo nei boschi dalla cui corteccia si estrae una polvere costituita da principi attivi amari e sgradevoli per i parassiti

    Preparazione: si fanno macerare 20 g di polvere di quassio di legno micronizzato in un litro di acqua per due giorni. Dopodiché si mescola assieme a 20 g di sapone di Marsiglia e poi si spruzza il liquido sulle piante.

    Ringraziandola della domanda, le porgo i miei Distinti saluti.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

  • Insetto sui lillà: è dannoso?

    Insetto sui lillà: è dannoso?

    Il 16/04/2019, Ombretta di Ostuni Italia chiede:

    Insetto su lillà bianco per favore è dannoso per la pianta?
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Ombretta,

    sembra una comunissima cimice, nessun pericolo.

    Le auguro buona giornata

    Kety Cialdi

  • Orto e casa invasi da formiche: come debellarle in modo naturale?

    Il 13/04/2019, Bruna di Trieste (FVG) chiede:

    Salve, spero possiate aiutarmi... ho la casa, alcune piante in giardino ma soprattutto l'orto, invasi dalle formiche, esiste un modo davvero efficace per debellarle possibilmente senza dover ricorrere a insetticidi chimici e dannosi? Ringrazio e auguro buon week end e gia' che ci sono ne approfitto per augurare Buona Pasqua! Bruna
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissima Bruna.

    La presenza delle formiche in giardino e nel suo orto è la diretta conseguenza della presenza di altri insetti che in questi casi sono rappresentati dagli afidi, i cosiddetti pidocchi delle piante.

    Allora lei mi può chiedere: che cosa c’entrano le formiche con gli afidi? È semplice: gli afidi succhiando la linfa delle piante per nutrirsi, quella in eccesso la espellono fuori sotto forma di melata zuccherina. La melata richiama le formiche, perché queste ultime sono molto ghiotte dello zucchero, e facendo ciò non fanno che diffondere ancora gli afidi delle piante.

    Per non utilizzare cose troppo aggressive di sintesi chimica eliminando allo stesso tempo la melata emessa dagli afidi, l’unico rimedio naturale è quello di utilizzare il Sapone di Marsiglia.

    Si fanno sciogliere 1 - 2 etti di scaglie di sapone in circa due litri di acqua calda, dopodiché si spruzza il prodotto sulle piante. A quel punto si fa agire il prodotto per due ore, poi si sciacqua con acqua per eliminare il sapone rimasto.

    Ringraziandola della domanda, le porgo i miei Distinti saluti.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

  • Moscerini nelle piante d'appartamento: cosa fare?

    Moscerini nelle piante d'appartamento: cosa fare?

    Il 28/02/2019, Marilena di Fasano (BR) chiede:

    Salve, sono Marilena e ho un grosso problema con la maggior parte delle piante d'appartamento, sono piene di moscerini. Ho provato ad annaffiarle poco, ho cambiato i vasi e la posizione ma non riesco a debellarli. Ho usato un insetticida naturale per piante e in exstremis la polvere per le formiche, che in verità ha funzionato per qualche settimana ma poi sono tornati. Nella prima foto si nota qualche insetto sul vaso e per terra, nella seconda una pianta che appena presa era il doppio, poi si è riempita velocemente e ho dovuto usare la polvere e si è ripresa un po', ma sono tornati nuovamente. Cosa posso fare (a parte comprare piante finte!)? Grazie
    Verdi_e_Contenti
    Risponde l'esperto
    Chiara Brunori

    Ciao!

    il problema dei moscerini nei vasi è effettivamente molto fastidioso. Di solito si verifica per un eccesso di umidità nella terra, che causa la loro proliferazione.

    Per prima cosa interrompere le bagnature se persiste. 

    Cambia la terra, sostituiscila in parte o tutta (dipende da quanto sei invasa) con nuovo terriccio.

    Cambia anche il vaso e quello vecchio lavalo e disinfettalo.

    In ultimo il rimedio della nonna dice che se metti dei fiammiferi nella terra, i moscerini se ne andranno!

    Fammi Sapere

    Chiara Brunori

  • Di che insetto si tratta?

    Di che insetto si tratta?

    Il 20/12/2018, Sandra di Roma chiede:

    Vorrei sapere che insetto è e se è dannoso per le mie piante. Da questa estate ne vedo tantissimi nel mio giardino e ancora ci sono malgrado l'arrivo del freddo.
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Sandra,

    si tratta di pyrrhicoris apterus, è una cimice completamente innocua che non danneggia le piante. Stia tranquilla. 

    Buona serata

    Kety Cialdi

  • Melo di 3 anni a cui si arricciano le foglie ed è pieno di insetti: come posso curarlo?

    Melo di 3 anni a cui si arricciano le foglie ed è pieno di insetti: come posso curarlo?

    Il 01/11/2018, Maurizio di Bosco Marengo (AL) chiede:

    Buongiorno, intanto grazie per il servizio che date. Ho una pianta di melo giovane, di tre anni, a cui si arricciano le foglie e all'interno è pieno di insetti. Come la posso curare e in che periodo dell'anno? Grazie
    samueledalmonte
    Risponde l'esperto
    Samuele Dalmonte

    Buongiorno Maurizio, 
    si tratta dell'afide grigio oppure dell'afide sigaraio, per combatterli occorre prevenire la comparsa con dei trattamenti di rame durante l'invernonon dare concimazioni azotate e se possibile portare via tutte le foglie che cadono in inverno; oppure alla comparsa degli afidi trattare con dei prodotti chimici sistemici, ma nel caso non voglia fare trattamenti occorre fare come ho scritto all'inizio della risposta. 

    Cordiali saluti

    Samuele Dalmonte

    Leggi le risposte dell'esperto su MELO:

  • Prodotto contro aleurocanthus per il terreno piuttosto che da spruzzare sulla pianta?

    Il 29/09/2018, Giovanni di Roma chiede:

    Buongiorno, esiste un prodotto contro aleurocanthus da versare nel terreno piuttosto che spruzzare, visto che la pianta ha una chioma molto folta ed è alta? Grazie
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    non conosciamo un prodotto che si dia nel terreno, però ci sono dei prodotti che vengono spruzzati in un raggio di 5-10 metri dalla pianta, prendendo la pianta compresa. Sono i piretroidi, e ce ne sono molti nomi commerciali.

    Maurizio Lenzi

  • Limone in vaso attaccato dalle formiche: cosa fare?

    Limone in vaso attaccato dalle formiche: cosa fare?

    Il 18/09/2018, Fabio di Sassari chiede:

    Salve, il limone (4 stagioni) sta dando 5 limoni, ma ha subito da poco un attacco di formiche (trattato con acqua e sapone di Marsiglia, con borotalco e con un macerato di cannella ed aglio). Le formiche sono diminuite, ma ancora presenti. Alcune foglie sono pagate, mentre alcuni rami sono spogli. Consigli?
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    le formiche possono dipendere da diversi fattori. Può dipendere dalla presenza di un semplice nido.
    Però può essere dipeso anche dalla presenza di cocciniglia sull'agrume.
    Ora, dalle foto non è molto chiara, ma una cosa è certa, se ci fosse un attacco grosso si vedrebbe bene, qui non sembra particolarmente attaccata.
    Quindi ha fatto bene a utilizzare quei prodotti, e adesso, andando incontro alla stagione fredda, le cose dovrebbero migliorare.

    Maurizio Lenzi

  • Invasione di insetti e formiche dopo aver messo ad essiccare della camomilla: cosa fare?

    Il 03/09/2018, Alina di Pizzo / It chiede:

    Salve! Ho ricevuto più o meno 4 mesi fa tanta camomilla che si trovava nella campagna di un mio zio. L'ho messa a essiccare una parte sul terrazzo e una parte in una stanzetta vuota. Dopo 1 settimana ho visto che era piena di milioni e milioni di piccolissimi insetti e cosi ho buttata tutta la camomilla e ho provato a togliere tutti I insetti che potevo con un aspirapolvere. Dopo 2 mesi mi sono trovata con la dispensa piena di questi afidi o pidocchi come si chiamano di tutte le dimensioni e ho buttato tutto della dispensa e poi tutte le scatole e scatoline di legno o cartone. Ora li ho visto nella terra delle piante del terrazzo. Sono devastata...ora ci sono pure tante formiche. Ho provato ad ammazzare gli insetti con Mavrik Casa Giardino insetticida piretroide 3 ml in 5l di acqua poi ho messo di più... come 3 ml in 0.5ml di acqua ma non mi sembra che vedo risultati. Invece le formiche muoiono ma poi altre formiche vengono di nuovo. Sono devastata...non so che fare non vorrei buttare I miei fiori e le altre piantine come la menta e il basilico. E comunque si li butto...ho paura che questi pidocchi si troveranno ancora altri posti nella mia casa di nuovo. Come mi potete aiutare per favore? Grazie infinite!
    Alberta_Ballati
    Risponde l'esperto
    Alberta Ballati

    Buongiorno,
    probabilmente sarà necessario l'intervento di un prodotto più "aggressivo" del piretro; consiglio di rivolgersi ad una agraria ben fornita, che saprà indicare il prodotto, non so quali siano di libera vendita, adatto.  

    Alberta Ballati

  • Come devo curare la mia pianta di rosa nana infestata da piccoli insetti?

    Come devo curare la mia pianta di rosa nana infestata da piccoli insetti?

    Il 23/08/2018, Sara di London chiede:

    Salve, Ho una pianta di rosa nana infettata da parassiti. Ho fatto una piccola cura con decotto all'aglio ma ora sto notando che i pidocchi sembrano in simbiosi con la pianta stessa come si vede in foto. Temo che stiano danneggiando la pianta in quanto i germogli non crescono sufficientemente. Come potrei eliminare tutti quei insetti incollati alla pianta? Sarebbe opportuno potare un po' la piantina cercando di rimuovere gli steli troppo infetti? Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto
    Alberta_Ballati
    Risponde l'esperto
    Alberta Ballati

    Buongiorno,
    probabilmente servirebbe un intervento insetticida un po' più efficace, magari con prodotti a base di piretro per non "esagerare" con gli insetticidi. Per quanto riguarda la potatura mi sembra che ci sia abbastanza poco su cui poter intervenire. La imminente fine della stagione calda dovrebbe comunque riportare le condizioni a limitare l'azione di questi parassiti.

    Alberta Ballati

    Leggi le ultime risposte dell'esperto su ROSE:

  • Siepe di bosso che sta seccando: si tratta di piralide?

    Siepe di bosso che sta seccando: si tratta di piralide?

    Il 23/08/2018, Monica di Collecchio chiede:

    Buongiorno, è da giorni che mi sono accorta che la mia siepe di bosso sta seccando, in un primo tempo ho dato colpa alla stagione calda e umida ma guardandola meglio da vicino ho visto all'interno una specie di velluto bianco e le foglie tutte bucate; facendo qualche ricerca su internet, mi sono accorta che si parla di piralide del bosso. Potrebbe essere questa a danneggiare la siepe? E se si come posso intervenire per salvare la parte sana? Grazie Monica
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Monica,
    purtroppo la piramide è distruttiva, si rivolga subito ad un'agraria per avere i prodotti necessari per uccidere gli adulti e si faccia dare, in base al prodotto un calendario di trattamenti.
    Li faccia subito, mi raccomando.

    Le auguro buona serata.

    Kety Cialdi

  • Siepe di bosso attaccata da parassita sta seccando: cosa posso fare?

    Siepe di bosso attaccata da parassita sta seccando: cosa posso fare?

    Il 07/08/2018, Ugo di Vado Ligure chiede:

    Salve la mia siepe di bosso è stata aggredita da questo parassita e sta seccando. La posso ancora salvare con qualche trattamento? In caso affermativo cosa devo usare? Grazie per l'attenzione. Ugo
    Alberta_Ballati
    Risponde l'esperto
    Alberta Ballati

    Buongiorno,
    è sicuramente un attacco di piralide; si possono effettuare trattamenti insetticidi, per i quali le consiglio di rivolgersi ad una agraria ben fornita che le saprà fornire i prodotti giusti, anche in base alla recente normativa in fatto di libera vendita di prodotti fitosanitari.

    Alberta Ballati
     

  • Piccoli insetti trovati nel vaso dell'orchidea: cosa fare?

    Piccoli insetti trovati nel vaso dell'orchidea: cosa fare?

    Il 17/07/2018, Tiziana di Luino - varese chiede:

    Buongiorno, Ho trovato questi nelle radici, insieme a dei piccoli insettini marroni, non so come aiutarla. Le radici e la pianta sembrano sane. Può aiutarmi per favore?
    Giancarlo_Pozzi
    Risponde l'esperto
    Giancarlo Pozzi

    Quelli bianchi sono funghi saprofiti della corteccia e non sono un problema, i microinsettini non li vedo, dipende da cosa sono, in una pianta vive un mondo di microorganismi e non tutti dannosi.

    Giancarlo Pozzi

    Leggi le ultime risposte dell'esperto su ORCHIDEE:

  • Alberi di agrumi danneggiati da sciaridi: come intervenire?

    Il 14/07/2018, Lisa di Bergamo chiede:

    Ho appena eliminato due piante di limoni che sono state danneggiate dagli sciaridi comparsi la primavera scorsa e rimasti fino alla primavera successiva nonostante tutte le lotte intraprese. Le piante hanno perso tutte le foglie e i fiori, i rami si sono seccati. Non ho capito se per il mal secco. Ho comprato tre piante di agrumi che tengo sul terrazzo a sud poco lontano da dove erano quelli morti. Ieri ho rivisto gli sciaridi sulla terra del cedro. Premetto che ho mescolato alla terra dei nuovi agrumi farina di neem sulla superficie argilla rossa apposita x tenere il terriccio asciutto. Bagno completamente ogni tre giorni nonostante il caldo. Cosa devo fare affinché non ricapiti? Mi può consigliare anche come farli svernare? Solitamente li copro con tnt e li tengo dentro una cassetta rivestita di carta ma, forse, gli sciaridi trovano un ambiente adatto a sopravvivere. La ringrazio.
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buonasera,
    le consiglio di rinvasare la sua piantina, e cambiarle il terriccio.
    Dopodichè potrebbe provare ad utilizzare dell'aceto da mettere in una bottiglia aperta, o alle trappole cromotropiche di colore giallo.
    Non le consiglio di utilizzare dei prodotti chimici, perchè noi cerchiamo sempre di non consigliarne tali per i nostri clienti.
    Inoltre credo che nonostante la presenza di ditteri, bagnare la pianta una volta ogni 3 giorni adesso è un po' poco.
    Potrebbe provare anche ad utilizzare dei repellenti come quelli per le zanzare, anch' essi ditteri.
    Per quanto riguarda la copertura invernale, il Tnt funziona per coprire un po' il gelo e per riparare dalla brina.
    Non è fondamentale, se trovasse un posto asciutto e riparato dal freddo sarebbe meglio.

    Maurizio Lenzi

  • Pianta grassa che si è seccata al sole ed ora è infestata da insetti: cosa fare?

    Pianta grassa che si è seccata al sole ed ora è infestata da insetti: cosa fare?

    Il 14/07/2018, Vanessa di Roma chiede:

    Salve a tutti! Non so cosa succede alla mia pianta grassa. L’ho lasciata due giorni poiché ero fuori al sole e si è seccata così tanto. In seguito ad annaffiamenti ci siamo accorti che le foglie erano marce è totalmente infestate da insetti e abbiamo usato un insetticida ma continua a non migliorare, cosa devo fare? Cosa le succede?
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    La pianta raffigurata è Corpuscularia lehmannii, o pianta di ghiaccio, appartenente alla famiglia Aizoaceae, succulenta sudafricana con fiori gialli che schiudono da noi in primavera.

    Il problema delle cocciniglie può essere prevenuto evitando che la pianta viva in luoghi poco soleggiati e scarsamenti ventilati o addirittuta umidi; pertanto se le condizioni ideali di vita della pianta sono rispettate e le cocciniglie compaiono ugualmente, consiglio di eliminarle semplicemente con un panno asciutto o un spazzola morbida, strofinando delicatamente le singole foglie per permettere il distacco degli insetti.

    Il prodotto fitosanitario ideale è l'olio bianco che però agisce solo sugli individui giovani, quindi gli adulti vanno eliminati meccanicamente.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

  • Piante di lobularie attaccate da insetti: cosa fare?

    Piante di lobularie attaccate da insetti: cosa fare?

    Il 11/07/2018, Maria Laura di Sanremo chiede:

    Buondì Le scrivo perché un problema con le mie lobularie. Vivo a Sanremo prima collina, clima mite esposizione sole -mezz’ombra. Ho acquistato le lobularie (bianche e viola) primavera scorsa, hanno prosperato con splendide fioriture senza cure o concimi particolari fino a questa primavera (qui l inverno è stato più freddo lungo e piovoso del previsto con minime di 3-4 gradi ma nonostante questo rimanevano bellissime) Inizialmente pensavo fosse un fungo perché avevo altre piante piene di Oidio ma trattandole con rame zolfo e Alliette non ho avuto risultati anzi... Sulle foglie compaiono strani bottoni bianchi il lembo fogliare si derfoma e con i giorni dai bottoni se premuti esce letteralmente una farinetta bianca senza odore, la pianta deperisce ed infine muore. Sotto la foglia a volte (non sempre) trovo dei minuscoli insetti appena visibili ad occhio nudo tipo pidocchi (NO soliti afidi molto più piccoli e veloci). Ho consultato vari negozi e consorzi chi mi ha detto che era cocciniglia consigliandomi olio bianco, chi mi ha detto che erano parassiti consigliandomi il piretro….di fatto nulla ha funzionato la patologia si è estesa e già 3 esemplari sono morti. Ora sto facendo equiseto + aglio decotto ma senza risultati particolari. Vorrei se possibile sapere di che patologia si tratta e come posso contenere il problema, ho moltissime altre piante ed erbe nel mio giardino ma nessuna mostra gli stessi segni. Grazie anticipatamente delle informazioni Buon lavoro Laura
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Maria Laura,
    purtroppo capita che su piante attaccate da una qualsiasi avversità poi si i inneschino altre problematiche.
    Secondo me a questo punto, toglierei tutto quanto le è possibile con una potatura non invasiva e darei del rame per disinfettare i tagli ed indurire la pianta.

    La scelta dell'insetticida naturale o chimico va bene. Magari questo mix di funghi e insetti attaccato su tutti i fronti lascerà in pace la sua pianta. Le auguro buona giornata.

    Kety Cialdi

  • Invasione di mosche in casa e sulle piante: cosa fare?

    Il 25/05/2018, Camilla di Verona chiede:

    Ciao! Da un po', diciamo qualche settimana, ho notato la presenza di sciaridi, sono sicura si tratti proprio di questa moschetta fastidiosa che svolazza per casa, sulle piante e sul vetro della finestra. Abbiamo cambiato il terriccio quasi a tutte le piante (acquistandolo in serra e spendendo anche un bel po' di soldini) tranne allo spatifillo che era già stato rinvasato e non volevo toccarlo rischiando di indebolirlo (è una pianta adulta e fatica a ripiantare per bene le radici). Ho vaporizzato con olio di neem miscelato con olio essenziale di eucalipto, fatto asciugare bene la terra tra un'annaffiatura e l'altra, infine, disperata, ho comprato un insetticida sistemico a base di piretro (applicabile solo ogni 10 giorni). Tuttavia il problema persiste, in maniera diversa, ma persiste. Ora noto che le moschette non sono mai presenti a porte chiuse, se tenessi le porte di casa sempre chiuse non ce ne sarebbe nemmeno una! Nel momento in cui spalanco le porte le moschette si piazzano sul vetro della finestra e fanno festa, facendomi impazzire. Cosa mi consigliate? Grazie mille per il tempo che mi avete dedicato. Camilla
    Alberta_Ballati
    Risponde l'esperto
    Alberta Ballati

    Buongiorno,
    generalmente questo tipo di insetti appare in quantità con l'inizio della bella stagione, per poi attenuare la sua presenza con l'avvicinarsi del caldo più intenso.
    Nel frattempo può proseguire con il piretro; sono comunque insetti non pericolosi, la cui presenza è solo fastidiosa.

    Alberta Ballati

  • Salvia sul balcone infestata da insetti e con macchie sulle foglie: cosa fare?

    Salvia sul balcone infestata da insetti e con macchie sulle foglie: cosa fare?

    Il 07/05/2018, Daniele di Italia chiede:

    Buonasera, la salvia che ho sul terrazzo da ormai alcune settimane ha le foglie sempre più mangiate. Ieri ho scoperto che è infestata almeno da un tipo di insetti (sospetto di più perché ne ho visti anche altri) che vi metto in foto 1. Inoltre sono presenti sulla pianta sempre più macchioline nere (foto 2) - non so proprio come curarla. Potreste darmi qualche indicazione? (Un paio di settimane fa avevo dato alla pianta delle capsule contro le malattie fungine) Grazie mille
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Daniele,
    le macchie nere dono probabilmente dovute agli sbalzi di temperatura che favoriscono lo sviluppo di muffe e funghi.
    Personalmente eviterei ogni tipo di prodotto che non sia rame visto che si tratta di pianta ad uso alimentare.

    Idem per gli insetticidi, se proprio decide di usarli per gli insetti che sono sulla salvia stia ben attento al periodo di carenza, quel lasso di tempo cioè che deve intercorrere tra il trattamento ed il consumo.

    Un'agraria le darà indicazioni più precise.
    Le auguro buona giornata,

    Kety Cialdi

  • Pianta di lillà attaccata da insetti: come fare?

    Pianta di lillà attaccata da insetti: come fare?

    Il 03/05/2018, Stefania di Asiago chiede:

    Buonasera. Questa è la mi pianta di lillà che, a quanto pare, ha un ospite indesiderato. Ho cercato dappertutto ma non capisco cosa sia e non so come curarla. Mi potreste aiutare? Grazie.
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Stefania,
    direi che quei cilindrerai marrone chiaro sono l'opera di un tarlo che sta mangiando la sua pianta.
    Di solito seguendo con lo sguardo una linea immaginaria tra i truciolati e la pianta si incontra una zona con una sbavatura scura e li troviamo il tarlo, la cui eliminazione è possibile in maniera molto pratica semplicemente uccidendolo usando un ferrettino sottile ma rigido che segue il tunnel del l'ospite.

    Riconosco che è una pratica un po' barbara ma permette di risolvere subito il problema.

    Le auguro buona giornata.

    Kety Cialdi

  • Nelle mie calle ci sono degli insetti, sono pericolosi?

    Nelle mie calle ci sono degli insetti, sono pericolosi?

    Il 21/04/2018, Martina di Palma di Montechiaro AG chiede:

    Nelle mie calle ci sono questi insetti, sono pericolosi?
    Alberta_Ballati
    Risponde l'esperto
    Alberta Ballati

    Buongiorno,
    dalla foto non si distingue molto bene il tipo di insetto, ma sembrerebbe un coleottero, pericoloso in quanto mangia fiori e foglie. Penso potrebbe essere sufficiente togliere manualmente gli insetti, muniti di un buon paio di guanti...

    Alberta Ballati

  • Insetti sulle peonie: come debellarli

    Insetti sulle peonie: come debellarli

    Il 20/04/2018, Silvia di Pisa chiede:

    Buonasera, vorrei sapere come faccio a debellare questi insetti in modo definitivo e che non si ripresentino più. Mi stanno rovinando le mie peonie!! Grazie
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Silvia, ci vuole un insetticida specifico.
    Si rivolga all'agraria piu' vicina, le indicheranno prodotto e modalità di utilizzo.
    Le auguro buona giornata 

    Kety Cialdi

    Leggi le altre risposte dell'esperto su PEONIE:

  • Glicine in vaso che non fiorisce e presenta insetti sul fusto: cosa posso fare?

    Glicine in vaso che non fiorisce e presenta insetti sul fusto: cosa posso fare?

    Il 08/04/2018, Annalisa di Novara chiede:

    Buongiorno. Ho un glicine in vaso da quasi otto anni e non ha mai fiorito. Negli ultimi due anni ho notato che cadevano interi rami con foglie verdi. Ora è spoglio dopo la potatura di gennaio ed ho notato molti insetti sul fusto. Ho usato estratto di aglio con Marsiglia, insetticida ed olio bianco ma sono sempre li. Mi stanno mangiando le nuove gemme. Ecco spiegato perché cadevano i rami in passato. Ora cosa posso fare? Grazie
    Alberta_Ballati
    Risponde l'esperto
    Alberta Ballati

    Buongiorno,
    da quello che si vede in foto, che non è molto, in verità, sembra che la pianta sia posizionata in un luogo non troppo idoneo alla buona coltivazione di una specie che richiede spazio aperto e ben areato.

    Probabilmente si tratta di un insetto che ha approfittato della debolezza della pianta, e in tal caso servirà un trattamento insetticida.

    Alberta Ballati

    Leggi le altre risposte dell'esperto su GLICINE:

  • Il pesco è aggredito da insetti, cosa posso fare?

    Il pesco è aggredito da insetti, cosa posso fare?

    Il 06/06/2017, Ugo di Vado Ligure - Savona chiede:

    Salve una miriade di insetti di questo tipo hanno aggredito il mio giovane pesco "della vigna" (3 anni) Di che insetti si tratta (forse miridi)? Come posso fare per eliminarli e/o non farli aggredire altri alberi di pesco di varietà diversa vicini? Grazie per la vostra disponibilità. Ugo Trucco
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo signor Ugo.

    Il parassita che ha colpito le sue piante di Pesco della Vigna, è un insetto che non appartiene all'ordine dei miridi e si chiama:

    CANTARIDE O MOSCA SPAGNOLA

    (Lytta vesicatoria)
    Ordine: Coleotteri.
    Famiglia: Meloidi.

    Si tratta di un insetto abbastanza diffuso nell'Europa meridionale come la Spagna, mentre è raro trovarlo in Europa Centrale, anche se il suo areale di diffusione può essere rappresentato da Asia e Nordafrica.

    L'insetto vive e si sviluppa principalmente su piante ornamentali, da arredo urbano o forestali come: 

    - Frassino.

    - Sambuco.

    - Acero.

    - Pioppo.

    - Tiglio.

    - Olmo.

    - Ligustro.

    - Rosa.

    - Lillá.

    Questo insetto può attaccare inoltre altre piante arboree da frutto (es. olivo, noce, pesco ecc.) dove arreca dei danni notevoli, in quanto si nutre principalmente delle foglie e dei germogli danneggiando irrimediabilmente le stesse piante soprattutto in quelle giovani, erodendo completamente la lamina fogliare e lasciando soltanto le nervatura.

    La lotta alla cantaride è basata sull'eliminazione fisica degli adulti dalle piante attaccate nel caso di infestazioni ridotte come nel caso nei nostri ambienti e territori d'Italia. 

    In questo caso la lotta meccanica consiste semplicemente nello scrollare la pianta che è stata invasa, facendo cadere a terra gli insetti e successivamente raccattando ed eliminando gli adulti. Questo sistema ha il difetto però di non potersi attuare su ampie superfici.

    Nel caso invece di grosse infestazioni, si interviene con la distribuzione di prodotti chimici a base di:

    - Piretrine.

    - Piretroidi.

    - Fosforganici.

    Ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

  • Sui gerani va una farfalla che buca il ramo e lo fa diventare nero: cosa fare?

    Il 29/05/2017, Maria Concetta di Vico equense chiede:

    Buongiorno, ho dei bei gerani ma il mio terrore è l'arrivo (scusate non conosco il nome) di una farfallina che buca il ramo che diventa nero, e man mano tutta la pianta. Cosa posso fare per prevenire? Grazie per la vostra disponibilità.
    federica-salomoni
    Risponde l'esperto
    Federica Salomoni

    Salve Sig.ra Maria Concetta,

    l'insetto che lei chiama farfallina è un lepidottero originario dell'Africa che ormai è diffuso da noi che si chiama Cacyreus marshalli 

    La farfallina adulta depone delle uova da cui si schiudono larve che scavano "gallerie " nei gerani, le larve maturano si cibano di fiori e foglie della pianta.

    Ha 2 modalità per combattere il problema: 

    1) un modo chimico che preveda l'uso di un insetticida sistemico della Bayer specifico per questo problema di facile reperibilità 

    2) un sistema "verde" che preveda l'uso di Spinosad un insetticida naturale , anch'esso di facile reperibilità o l'uso di repellenti come Assenzio (lo trova in erboristeria) o l' Olio di Neem (lo trova in numerose fiere del verde o online, lo vendono anche su ebay) 

    NB: questi 2 prodotti naturali vanno usati prima che arrivi il caldo per tenere lontano il lepidottero adulto e impedirgli di deporre  le uova

    Spero di esserle stata utile

    Federica Salomoni
    Officina dei fiori, Viterbo

  • Come posso eliminare le formiche da una grossa fioriera con le piante aromatiche?

    Il 11/05/2017, Michela di Padova chiede:

    Ciao, volevo qualche indicazione per eliminare le formiche da una grossa fioriera dove ho piantato aromatiche... Mi sa che hanno il nido all'interno della terra... Se muovo un pò il terreno ne escono una quantità... Si stanno divorando il basilico. Naturalmente sono restia a dare prodotti chimici perché faccio molto uso di aromatiche. Grazie
    Gianluigi_Burdisso
    Risponde l'esperto
    Gianluigi Burdisso

    Buongiorno Michela,
    Le formiche possono essere debellate con della semplice deltametrina granulare oppure con della lambda-cialotrina sempre granulare.
    I prodotti indicati non sono sistemici e quindi non compromettono l'utilizzo di erbe aromatiche.
    Buon lavoro.

    Gianluigi Burdisso

  • Trattamento agli agrumi contro la ricamatrice, ogni quanto ripeterlo?

    Il 01/05/2017, Salvatore di Caserta chiede:

    Salve, dovrei trattare i miei agrumi con imidacloprid per evitare la ricamatrice, gli alberi sono piccoli 5-6 anni ed hanno bisogno di crescere. Sono in terra, ogni quanto tempo devo ripetere il trattamento?!
    stefano_bolognesi
    Risponde l'esperto
    Stefano Bolognesi

    Buongiorno
    per le dosi e il numero massimo dei trattamenti deve attenersi alla scheda tecnica del prodotto da lei utilizzato, essendo un fitofarmaco le raccomando tutte le precauzioni del caso nell'utilizzo e di indossare le relative dotazioni si sicurezza individuali.
    Cordiali saluti

    Stefano Bolognesi

  • Limone in vaso attaccato dall'Aleurodide Fioccoso

    Il 02/12/2016, Giacomo di Cosenza chiede:

    Buonasera, una pianta di limone coltivata in vaso è stata attaccata dall'Aleurodide Fioccoso. Ho pulito le foglie con acqua ed alcool e poi le ho trattate con un insetticida contenente piretrine pure, piperonil butossico e coformulanti. Il risultato non è stato incoraggiante e pertanto vorrei mi fosse indicato il modo per risolvere il problema. Grazie.
    stefano_bolognesi
    Risponde l'esperto
    Stefano Bolognesi

    Buongiorno Giacomo,

    le consiglio di ripetere l'operazione di pulitura come ha già correttamente svolto e successivamente trattare con olio bianco. In questo modo è possibile prolungare la protezione.

    Saluti,
    Stefano Bolognesi

  • Piante da frutto attaccate da afidi e carpocapsa: come si interviene?

    Il 23/09/2016, Paolo di Casalmaggiore chiede:

    Quest'estate ho avuto sui miei frutti (melo, pero, pesco, susino, ciliegio) molti danni da insetti quali afidi e carpocapsa. Vorrei fare dei trattamenti invernali per controllarli, e poi vorrei chiedere all'esperto un suggerimento su una buona strategia primaverile-estiva, ma senza nuocere ai predatori. Cosa mi consigliate?
    Gianluigi_Burdisso
    Risponde l'esperto
    Gianluigi Burdisso

    Buongiorno Paolo,

    gli insetti che hanno colpito le tue piante da frutto sono trai più comuni, quindi non allarmarti.

    Per gli afidi comunemente chiamati "pidocchi" consiglio un trattamento autunnale con olio bianco (comunissimo olio minerale). Generalmente questo trattamento si ripete in primavera aggiungendo un insetticida; come insetticida consiglio Glorial o Decis (deltametrina) alle dosi di etichetta. A completa caduta dei petali, quando le api non sono più presenti, si interviene una seconda volta con aficidi sistemici quali Siattol o Confidor (stesso principio attivo). In genere con un andamento climatico normale sono sufficenti  per debellare il problema.

    Il secondo problema è più complesso perché la carpocapsa colpisce le pomacee (Mele e pere) mentre a colpire le drupacee (pesche e susine) è la cidya; sono comunque due farfalline (lepidotteri) per i quali si interviene con Spada (Fosmet), una prima volta quando i frutticini sono grandi come una noce (fase fenologica frutto noce) e una seconda volta 16/20 giorni dopo.

    Dopo questi interventi si può intervenire ognii 10 giorni con del Bacillus Turingensis (nome commerciale Astrel, Turex...Ect) che è un rimedio biologico molto efficace da sospendere 7 giorni prima della raccolta.

    Tutto questo per non nuocere agli insetti utili ed ai predatori che sono principalmente gli antocoridi.

    Non consiglio il Piretro in quanto non è selettivo su questi insetti.

    Nei trattamenti autunnali, dopo la caduta completa delle foglie, mi permetto di consigliare un trattamento di rame (Poltiglia bordolese oppure ossicloruro), perché aiuta la lignificazione dei rami, che quindi resistono meglio alle gelate, e aiuta a combattere i cancri rameali.

    Grazie per l'attenzione e buon lavoro!

    Dott. Gian Luigi Burdisso
    Agronomo

  • Come comportarsi contro i bachi bianchi dei gerani?

    Il 24/05/2016, Paola di Varese chiede:

    Buongiorno. Negli ultimi tre anni i vasi di gerani che ho messo sul balcone si sono riempiti in poco tempo di bachi bianchi, che hanno in brevissimo tempo distrutto tutta la pianta. Potete consigliarmi come procedere per debellare questi invasivi insetti?? Premetto che ho già spruzzato un prodotto, a detta del fiorista, specifico per il problema, ma non ho risolto nulla. Grazie mille per l'attenzione. Paola Varese
    Redazione
    Risponde l'esperto
    Redazione Portale del Verde

    Gentilissima Sig.ra Paola,

    I suoi gerani sono molto probabilmente infestati da Cacyreus marshalli, un piccolo lepidottero originario dell'Africa meridionale, conosciuto con il nome comune di licenide dei gerani.

    L'insetto è arrivato recentemente in Italia grazie agli scambi commerciali di materiale vegetale dai paesi africani.

    Come ha avuto modo di costatare, i danni che esso provoca sono devastanti per le piante di geranio. Infatti, le piante infestate si presentano defogliate, prive di fiori e con caratteristici fori sul fusto a livello degli internodi. In caso di gravi infestazioni, che si verificano nei mesi più caldi, l'esito può essere esiziale per la pianta attaccata.

    La farfalla di colore bruno bronzeo depone le uova sui gerani. Le larve appena schiuse penetrano nei fusti, scavando gallerie verso il basso, oppure si nutrono erodendo la parte inferiore delle foglie. 

    In Italia Cacyreus marshalli compie 5-6 generazioni all’anno.

    Per il controllo del licenide dei gerani si possono utilizzare sia prodotti biologici a base di Bacillus thuringiensis o di Spinosad sia prodotti di sintesi. In questo ultimo caso vi sono numerosi principi attivi utili per controllare l'insetto fitofago. Prodotti sistemici, cioè in grado di penetrare e diffondersi all'interno della pianta, sono molto più efficaci per la particolare localizzazione delle larve. 

    Per l'acquisto del prodotto le suggerisco di rivolgersi a negozi specializzati e di seguire attentamente le istruzioni riportate nell'etichetta dell'agrofarmaco.

    prof. Aniello Crescenzi
    Coordinatore del gruppo di difesa integrata di BIOAGRITEST