chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Punteruolo Nero: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Ficus attaccato dal punteruolo nero: cosa devo fare?

    Ficus attaccato dal punteruolo nero: cosa devo fare?

    Il 01/10/2018, Francesca di Roma chiede:

    Buonasera. Ho un ficus sul pianerottolo e sta molto bene li ma qualche giorno fa mi sono accorta di un paio di foglie smangiucchiate e un "bocciolo" di foglie nuove ancora da schiudersi, completamente svuotato. Mi aspettavo fosse un bruco e così ho cominciato a monitorare la pianta aspettando che andasse a mangiare la foglia ma, la sera, ho invece trovato questo! Ho cercato un po' in giro e mi sembra di capire che si tratta di un punteruolo nero.. ma questo potrà certamente meglio dirmelo lei. Ora sono preoccupata che abbia fatto delle uova nel tronco alla base delle radici (ho letto così.. Sempre che sia un punteruolo). Ho tolto le foglie mangiate e da ieri controllo ogni tanto che non ce ne siano altri...e non ne ho visti per il momento...ma sono preoccupata nel caso abbia avuto il tempo di deporre le uova... Cosa posso fare? Grazie
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Condividi su:

  • Fico infestato dal punteruolo nero: come debellarlo?

    Il 14/10/2017, Anna Maria di Roma chiede:

    Salve, vivo a Roma e nel mio giardino ho una pianta di fico infestata dal punteruolo nero ormai da due anni circa. Al momento l'unica soluzione mi sembra l'abbattimento della pianta. Mi chiedevo però come debellare completamente il parassita, anche per evitare infestazioni future sia nel mio giardino che in quelli circostanti. Grazie Anna Maria
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissima signora Annamaria.
    Attualmente per quanto riguarda il Punteruolo Nero del fico (Aclees spp.), non vi sono metodi accertati e sicuri per debellarlo, in quanto la ricerca è ferma da alcuni anni in attesa di finanziamenti necessari per avviare un progetto di studio del coleottero curculionide e per elaborare metodi validi di difesa e lotta.

    Attualmente gli unici sistemi accertati per cercare di contenere le infestazioni sono i metodi meccanici, consistenti prevalentemente nell'uccisione diretta dell'insetto (sia della larva che dell'adulto). 
    Se la pianta è totalmente compromessa, è necessario eradicarla e cospargere nel terreno precedentemente occupato dalla coltura, prodotti ad azione disinfettante come la calce.

    Se invece la pianta non è totalmente compromessa e soltanto alcune parti legnose sono state attaccate, è necessario rimuovere gli insetti e ucciderne il più possibile, asportare la parte di tronco attaccata e distrutta e ricoprire il tutto con prodotti disinfettanti ad azione cicatrizzante.

    I metodi di lotta, sia chimici che biologici, fino ad ora sperimentati non hanno dato buon esito per quanto riguarda il contenimento delle infestazioni. Siamo ancora in attesa che questo progetto di ricerca possa partire in modo da poter studiare l'insetto e applicare metodi di lotta validi.
    Le consiglio ad ogni modo di continuare a seguire la rubrica, in attesa di nuove notizie e delucidazioni in merito alla problematica.

    Ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Fabio Di Gioia

    Condividi su:

  • Alberi da fico attaccati dal punteruolo nero

    Alberi da fico attaccati dal punteruolo nero

    Il 15/09/2017, Andrea di Prato chiede:

    Buongiorno, sul nostro terreno piantato di alberi da frutta e olivi, stiamo perdendo anno in anno alberi, l'anno scorso l'albicocco e un susino, quest'anno un susino. Inoltre 8 alberi da fico sono attaccati dal punteruolo nero. Ho trovato sempre sui fichi già compromessi dall'insetto di cui allego foto. Non l'ho trovato cercando su Internet. Mi sa dire di che cosa si tratta e se questo potesse essere causa di tutte queste perdite di alberi? La ringrazio.
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo signor Andrea.

    È proprio il punteruolo nero, l'insetto in questione che ha attaccato e distrutto le sue piante di fico.

    Il motivo per il quale non si trova una bibliografia specifica sulla biologia e danni di quest'insetto anche su internet, è perché si tratta di una specie parassita di cui si conosce poco la sua natura e comportamento biologico, in quanto è ancora in fase di studio sperimentale.

    Di seguito le riporto la descrizione se pur limitata ad oggi disponibile.

    PUNTERUOLO NERO DEL FICO

    (Aclees spp.)

    Ordine: Coleotteri.

    Famiglia: Curculionidi.

    Il punteruolo nero è un insetto che attacca specificatamente le piante di fico coltivate e ornamentali, proveniente dal sud - est asiatico e introdotto in Italia probabilmente dal porto di Genova a partire dal 2012 dai traffici e scambi commerciali provenienti da quelle zone oppure a partire dalla commercializzazione di piante di fico ornamentali infestate provenienti dalla zona di Pistoia.

    L'insetto è chiamato punteruolo, perché analogamente a quello che attacca le palme presenta nella parte di fronte alla testa una sorta di rostro o becco allungato che gli consente di penetrante nel legno e provocare delle erosioni vistose e distruttive.

    Attacca il colletto delle piante del fico provocando erosioni della corteccia e del legno, determinando la morte quasi rapida della pianta a causa dell'interruzione e successiva distruzione dei vasi linfatici che portano il nutrimento alle varie parti vegetali. È possibile infatti accorgersi della presenza dell'insetto semplicemente osservando la formazione di una sorta di cumulo di segatura a livello del colletto della pianta, quale segno delle erosioni corticali provocate dal parassita.

    L'insetto attacca inoltre anche i frutti, provocando fori e svuotamento del contenuto interno degli stessi esponendoli successivamente alla marcescenza completa e quindi rendendoli non più consumabili.

    Ad oggi non ci sono misure di lotta curativa soprattutto per debellarlo o almeno per contenerne l'infestazione, ma soltanto misure di tipo preventivo basate sulla rimozione e distruzione meccanica dell'insetto, asportazione delle parti vegetali danneggiate della pianta e successiva bruciatura, distribuzione di calce al terreno a scopo disinfettante ecc.

    A Carmignano, non molto distante da casa sua, il paese considerato la patria del cosiddetto Fico Secco, le piante coltivate e presenti spontanee nei campi degli agricoltori sono state quasi del tutto distrutte dal punteruolo nero andando di conseguenza a ridurre fortemente la produzione di questa eccellenza considerata presidio Slow food e patrimonio della biodiversità del paesaggio agricolo.

    L'associazione Fichi Secchi di Carmignano, ha attivato già da mesi infatti una petizione scritta e anche on line, a cui ognuno di noi può accedere per poter firmare allo scopo di permettere alla ricerca scientifica di iniziare a studiare la biologia dell'insetto e mettere a punto degli efficaci mezzi di lotta per debellare il punteruolo nero.

    Se ha piacere, la rimando alla lettura di un altro mio articolo (compreso di Video) dedicato al punteruolo nero: https://www.portaledelverde.it/blog-giardinaggio/il-punteruolo-nero-una-grave-minaccia-per-le-piante-ornamentali/ 

    Ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

    Condividi su:

  • Questo insetto è un punteruolo nero?

    Il 26/06/2017, Dario di Focene (Fiumicino) chiede:

    Sono attentissimo al punteruolo rosso che dieci anni fa mi ha fatto fuori tre palme. Ora però sto usando ROGOR L20, diluito in acqua. Ma sto sempre in campana. Vivo a Focene (Fiumicino) 1.200 metri quadrati. Limoni - Banano - Fichi d'india - Olivi - Tuje - Pino - Pitosfori - Melo - L'Orto - Alloro - Melograno - In questi ultimi giorni mi son trovato (in tempi diversi, uno per volta) quattro di questi punteruoli neri, non con muso ma con artiglio sul muso e con laterali falcette. Senza avere la competenza del Dr. Fabio DI GIOIA, e prima di aver fatto questa ricerca web, li ho calpestati e successivamente squartati con le mie dita da contadino protetto da tovaglietta di carta, aprendoli ed osservando le uova biancolatte pronte ad essere seminate. Belli grossi, neri, ma come tramortiti e rovesciati sottosopra, sul pavimento di una estesa superficie salotto accorpata al villino, alla quale possono essersi introdotti solo attraverso piccole fessure. Al mio confine un ridotto giardino coltivato a piante ornamentali. Non sono proprio come quelli rappresentati nel video, ma sicuramente temibilissimi. L'artiglio 'ad ariete' era agganciato molto fortemente al muso. Potrebbe essere un ulteriore punteruolo nero della famiglia qui descritta. Quante più informazioni si possono acquisire sul tema, è utile. Grazie. 12,42 - 26.6.2017
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo signor Dario.

    Il punteruolo nero (Aclees cribratus), è un insetto Coleottero della famiglia dei Curculionidi che attacca specificatamente le piante di fico coltivate e ornamentali. 

    È un insetto alieno proveniente dal sud - est asiatico, introdotto in Italia probabilmente dal porto di Genova a partire dal 2012 dai traffici e scambi commerciali provenienti da quelle zone.

    Attacca il colletto delle piante del fico provocando erosioni della corteccia e del legno, determinando la morte quasi rapida della pianta a causa dell'interruzione e successiva distruzione dei vasi linfatici che portano il nutrimento alle varie parti vegetali. 

    L'insetto attacca inoltre anche i frutti, provocando fori e svuotamento del contenuto interno dello stesso esponendolo alla marcescenza completa.

    Per questo insetto ad oggi non ci sono misure di lotta curativa soprattutto per debellarlo o almeno per contenerne l'infestazione, ma soltanto misure di tipo preventivo basate sulla rimozione e distruzione meccanica dell'insetto, asportazione delle parti vegetali danneggiate della pianta e successiva bruciatura, distribuzione di calce ecc.

    Dalla sua descrizione ho l'impressione che l'insetto in questione non si tratti di punteruolo nero, perché questo insetto presenta un rostro frontale al lato degli occhi con la parte terminale arrotondata. Mentre l'insetto che ha descritto lei, presenta invece un artiglio a testa d'ariete vicino al muso quasi come se fosse un cervo volante o un maggiolino.

    Per poter identificare meglio l'insetto e quindi per accertarsi se si tratta veramente di punteruolo nero, le chiederei gentilmente se potesse fare delle foto in modo da poter identificare meglio il danno e il tipo d'insetto in questione.

    Ringraziandola della domanda e rimanendo in attesa delle foto, le porgo i miei distinti saluti.

    Dott. Fabio Di Gioia

    Condividi su: