Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Orto

Classificazione degli Ortaggi

Tutti gli ortaggi coltivati ad oggi più conosciuti appartengono alla divisione delle Angiosperme, ossia a quelle specie vegetali caratterizzate da fiori completi costituiti da un ovario, un ovulo (organo di riproduzione femminile) e il polline (organo di riproduzione maschile). Le Angiosperme, a loro volta, sono distinte in due classi principali:

a) Monocotiledoni

Piante provviste di un solo cotiledone seminale (Graminacee, Liliacee e Iridacee).

b) Dicotiledoni

Piante provviste di due cotiledoni seminali (tutte le altre famiglie).

All'interno delle varie classi, si distinguono poi:

  1. Famiglia.
  2. Genere.
  3. Specie.
  4. Sottospecie.
  5. Varietà e cultivar (se non si ritrovano in natura e sono state selezionate dall'uomo).

In orticoltura esiste anche un altro criterio di classificazione più semplice e pratico, che raggruppa le piante in base al tipo di organo che viene utilizzato per il consumo.

Per questo avremo:

  • Ortaggi da frutto (es. pomodoro, zucchina, peperone, melanzana, melone ecc.).
  • Ortaggi da foglia (es. cicoria, bietola da coste, finocchio, prezzemolo ecc.).
  • Ortaggi da radice (es. patata, aglio, cipolla, carota ecc.).

Tuttavia il criterio di classificazione più opportuno è quello che raggruppa le varie specie di ortaggi coltivati, per famiglie botaniche.

Di seguito verrà fornito l'elenco delle specie più interessanti.

1. Solanacee

  • Patata (Solanum tuberosum)
  • Pomodoro (Lycopersicon lycopersicon = esculentum)
  • Peperone e peperoncino (Capsicum annuum)
  • Melanzana (Solanum melongena)
  • Pepino dolce (Solanum muricatum)
  • Tamarillo (Cyphomandra betacea)
  • Alchechengio (Physalis spp.)
  • Alchechengio comune (Physalis alkekengi)
  • Alchechengio giallo - dolce (Physalis peruviana)
  • Alchechengio autunnale (Physalis pubescens)

2. Cucurbitacee

  • Cocomero o anguria (Citrullus lanatus)
  • Melone (Cucumis melo)
  • Cetriolo (Cucumis sativus)
  • Zucca da zucchini (Cucurbita pepo)
  • Zucca da inverno (Cucurbita maxima; Cucurbita moschata)
  • Zucca lagenaria (Lagenaria siceraria)
  • Zucca centeneria (Sechium edule)
  • Zucca spugnosa (Luffa cylindrica)

3. Leguminose o Fabacee o Papilionacee

  • Fava (Vicia faba)
  • Pisello (Pisum sativus)
  • Cece (Cicer arietinum)
  • Fagiolo (Phaseolus spp.)
  • Fagiolo comune (Phaseolus vulgaris)
  • Fagiolo di Spagna (Phaseolus coccineus)
  • Fagiolo di Lima o del Papa (Phaseolus lunatus)
  • Fagiolo indiano (Phaseolus mungo)
  • Fagiolo tropicale (Phaseolus acutifolius)
  • Fagiolo da foraggio (Phaseolus multiflorus)
  • Fagiolo dall'occhio (Vigna unguiculata subsp. melanophtalma)
  • Fagiolo asparago (Vigna unguiculata subsp. sesquipedalis)
  • Cicerchia (Lathyrus sativus)
  • Arachide (Arachys hypogea)

4. Crucifere o Brassicacee

  • Cavolo (Brassica oleracea spp.)
  • Cavolfiore (Brassica oleracea var. botrytis)
  • Cavolo broccolo (Brassica oleracea var. italica)
  • Cavolo cappuccio (Brassica oleracea var. capitata)
  • Cavolo verza (Brassica oleracea var. sabauda)
  • Cavolo di Bruxelles (Brassica oleracea var. gemmifera)
  • Cavolo nero (Brassica oleracea var. acephala = viridis)
  • Cavolo rapa (Brassica oleracea var. gongyloides)
  • Cavolo cinese (Brassica rapa var. pechinensis)
  • Rapa (Brassica rapa subsp. rapa)
  • Cima di rapa (Brassica rapa subsp. sylvestris)
  • Ravanello (Raphanus sativus var. radicicula)
  • Ramolaccio (Raphanus sativus var. major)
  • Rucola (Eruca sativa)
  • Cren (Armoracia rusticana)
  • Crescione inglese (Lepidium sativum)
  • Crescione di fontana (Nasturtium officinale)
  • Navone (Brassica napus var. napobrassica)

5. Chenopodiacee

  • Spinacio (Spinacia oleracea)
  • Spinacio della Nuova Zelanda (Tetragonia tetragonoides)
  • Bietola (Beta vulgaris spp.)
  • Bietola da coste (Beta vulgaris var. cycla)
  • Bietola da orto (Beta vulgaris var. esculenta = cruenta)
  • Roscano (Salsola soda)

6. Liliacee

  • Asparago (Asparagus officinalis)
  • Aglio (Allium sativum)
  • Cipolla (Allium cepa)
  • Porro (Allium porrum)
  • Scalogno (Allium ascalonicum)
  • Erba cipollina (Allium shoenoprasum)
  • Lampagione (Leopoldia comosa)

7. Composite o Asteracee

  • Carciofo (Cynara scolymus)
  • Cardo (Cynara cardunculus)
  • Indivia (Cichorium endivia spp.)
  • Indivia scarola (Cichorium endivia var. latifolium)
  • Indivia riccia (Cichorium endivia var. crispum)
  • Cicoria (Cichorium intybus spp.)
  • Cicoria da foglie (Cichorium intybus var. foliosum)
  • Cicoria da radice (Cichorium intybus var. sativus)
  • Lattuga (Lactuca sativa)
  • Scorzanera (Scorzanera hispanica)
  • Scorzabianca (Tragopogon porrifolius)

8. Umbrellifere o Apiacee

  • Carota (Daucus carota subsp. sativus)
  • Sedano (Apium graveolens spp.)
  • Sedano da coste (Apium graveolens var. dulce)
  • Sedano rapa (Apium graveolens var. rapaceum)
  • Finocchio (Foeniculum vulgare)
  • Prezzemolo (Petroselium crispum)
  • Pastinaca (Pastinaca sativa)
  • Coriandolo (Coriandrum sativum)
  • Aneto (Anehum graveolens)

9. Labiate o Lamiacee

  • Basilico (Ocymum basilicum)
  • Salvia (Salvia officinalis)
  • Rosmarino (Rosmarinus officinalis)
  • Menta piperita (Mentha piperita)
  • Timo (Thymus spp.)
  • Timo maggiore o pepolino (Tymus vulgaris)
  • Timo serpillo o sermolino o serpollino (Thymus serpyllum)
  • Origano (Origanum spp.)
  • Origano comune o acciughera o maggiorana selvatica (Origanum vulgare)
  • Origano verde (Origanum vulgar vr. aureum)
  • Maggiorana o persia (Origanum majorana)
  • Issopo (Hysoppus officinalis)
  • Melissa (Melissa officinalis)
  • Santoreggia (Satureja hortensis)

10. Rosacee

  • Fragola (Fragaria spp.
  • Fragola di bosco (Fragaria vesca)
  • Fragole coltivate (Fragaria viridis; Fragaria moschata)
  • Fragoloni (Fragaria ananassa = grandiflora; Fragaria virginiana; Fragaria Chiloensis)

11. Iridacee

  • Zafferano (Crocus sativus)

12. Poligonacee

  • Rabarbaro (Rheum rhaponticum)
  • Acetosa (Rumex acetosa)

13. Capparidacee

  • Cappero (Capparis spinosa)

14. Valerianacee

  • Valerianella (Valerianella locusta).

Note di Redazione. Tutti i contenuti presenti in questa sezione dedicata all'Orto sono stati scritti dal dott. Fabio Di Gioia, esperto nel recupero e valorizzazione di varietà botaniche antiche, membro della nostra redazione ed autore di numerosi articoli di approfondimento pubblicati nel nostro blog di giardinaggio.