chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Ragnetto: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Mandarino attaccato da ragnetto rosso: sopravviverà?

    Mandarino attaccato da ragnetto rosso: sopravviverà?

    Il 09/02/2019, Luca di Lavena Ponte Tresa chiede:

    Buonasera, ho piantato tramite un semino un mandarino. La pianta si è sviluppata però, da come potrà vedere dalle foto pare abbia subito un attacco del ragnetto rosso che ho debellato con l'ausilio tra l'altro dell'olio di lino primaverile. Adesso, dopo una ripresa data dalla comparsa di un germoglio (successivamente seccato), la pianta appare come in foto 3 (ho potato la parte superiore ormai secca). Desideravo capire se posso ormai considerarla defunta. Grazie
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,

    non glielo so dire con precisione, non ha niente sopra, il legno sembra ancora verde. 
    Bisogna che veda l'apparato radicale se è ancora buono, se è buono a primavera ricaccerà, altrimenti se fosse marcito la vedo dura.

    Grazie

    Buona giornata

    Maurizio Lenzi

  • Pianta di limone in vaso infestato da ragnetti rossi: cosa fare?

    Pianta di limone in vaso infestato da ragnetti rossi: cosa fare?

    Il 02/07/2018, Paolo di Porto Torres chiede:

    Ho un piccolo albero di limone piantato in un grande vaso, e da questa primavera e' invaso da diversi piccoli animaletti, alcuni sono come dei minuscoli puntini rossi, altri assomigliano a dai ragnetti neri, in più le foglie sono macchiate con delle chiazze gialle, alcune rossastre, e alcune altre foglie sono tipo mangiucchiate. Aiutatemi ad aiutare il mio alberello di limoni; Grazie in anticipo.
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buongiorno,
    La pianta che ho visto ha subito degli attacchi di ragnetti rossi vari, e di qualche afide.
    Le consiglio di adottare il seguente sistema, totalmente biologico per evitare questi problemi.
    2 metodi:

    • in un litro di acqua
    • 5ml di olio di soia
    • 2.5ml di sapone per i piatti

    e poi, dopo aver bene agitato spruzzi dove vede la presenza di questi animaletti.
    Un altro metodo è l'uso di siliconi polimerici liquidi, che si trovano in tutte le agrarie, per esempio il SILTAC.
    Per quanto riguarda la mangiatura della foglia sembra che possa essere dovuta o a lumache o a bruci.
    Controlli la presenza di lumache, se sono presenti ci sono dei prodotti granulari appositi, in contrario, ce ne sono altri per i bruchi.

    Maurizio Lenzi

  • Pianta di peperoncino piena di questi parassiti bianchi: cosa rischia e cosa fare?

    Pianta di peperoncino piena di questi parassiti bianchi: cosa rischia e cosa fare?

    Il 07/05/2018, Lucrezia di Milano chiede:

    Buongiorno, chiedo il vostro aiuto per un parassita che da una o due settimane mi sta mettendo alle strette. Non posso farvi una foto personalmente in quanto gli esemplari misurano mezzo millimetro, forse meno. Per quanto posso vedere a occhio nudo, assomigliano molto nella forma e nel colore alle due immagini che vi ho messo in allegato. Ho notato il primo due settimane dopo aver piantato in un terreno universale il mio peperoncino. Non mi sono preoccupata, visto che era solo uno. Qualche giorno dopo potevo contarne una cinquantina sulla superficie del terreno. Gli ho identificati come esemplari giovani di ragnetto rosso e ho iniziato a innaffiare con un infuso di aglio (letto su internet) per contenerli fino alla consegna di un insetticida comprato online, arrivato 3 giorni dopo. Ho preso un certo “Spider Killer” 100% estratto di cannella. Ho seguito le istruzioni ma nessun effetto. Ogni volta che bagno ne uccido un certo numero, ma alcuni si rifugiano nel terreno oppure nascono da uova non sterminate dai miei attacchi chimici. La cosa stranissima e che non sembrano interessati alla pianta. Nelle due settimane passate non ne ho mai visto uno aggredire una foglia, tanto che ora mi sento idiota ad aver preso tante contromisure; come il travaso di qualche giorno fa che è costato caro al peperoncino, ora sotto stress più che mai, ma che non è servito a niente. Nonostante sia stata attentissima nel non contaminare il nuovo terreno, ce ne sono ancora! Faccio bene a preoccuparmi oppure sto facendo la guerra a qualcosa che non fa alcun male alla pianta? Perché se continuo così va a finire che l’ammazzo io quella poveretta...
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissima Lucrezia.
    Intanto le dico subito che non si tratta di ragnetto rosso (Tetranychus hurticae), ma di ragnetto giallo (Eutetranichus carpini), anche se poi alla fine i danni che provoca sono molto simili alla prima specie indicata. I ragnetti attaccano principalmente le foglie di una serie di piante erbacee e arboree tanto da considerarsi specie cosmopolite e polifaghe in grado di attaccare più specie vegetali.

    Nel caso del peperoncino, l'acaro si insedia nella pagina inferiore della foglia e con il suo apparato boccale pungente - succhiante sottrae la linfa della pianta raschiando leggermente il tessuto fogliare. Il sintomo tipico che si manifesta sono le tipiche bronzature fogliare determinate da uno scollamento del tessuto fogliare che facendo entrare ossigeno all'interno determinano l'ossidazione della clorofilla con la comparsa delle argentature.

    Come trattamento lei ha provato con l'infuso d'aglio che è un ottimo rimedio contro i ragnetti, dopodiché non vedendo alcun risultato ha provato con un prodotto acaricida a base di cannella ma anche questo trattamento non ha sortito nessun effetto. 
    Io sono sicuro che l'ultimo trattamento ha avuto un effetto deleterio soprattutto sui predatori utili dei ragnetti che in questo caso sono gli acari della famiglia dei Fitoseidi. Infatti queste sostanze chimiche se non utilizzate in maniera opportuna possono creare uno squilibrio ambientale in maniera tale da determinare l'uccisione delle specie utili al contenimento dei ragnetti.

    La cosa che deve fare in questo caso, è sospendere qualsiasi trattamento chimico e nemmeno provare a travasare i peperoncini per non creare ulteriore stress alle piante e di lasciare stare in modo da potersi ricreare un equilibrio ambientale tale da poter abbassare la carica aggressiva del ragnetto giallo e il suo grado di attacco. Altrimenti come dice lei è possibile anche che il peperoncino secchi completamente e creare ulteriori stress alla pianta.
    Ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Fabio Di Gioia
  • Pianta di limone piena di ragnatele con puntini rossi: cosa fare?

    Pianta di limone piena di ragnatele con puntini rossi: cosa fare?

    Il 16/01/2018, Paola di Torino chiede:

    Buonasera, ho messo in casa il mio limone per l'inverno e guardi un po' cosa è successo. È pieno zeppo di ragnatele con puntini rossi che non si muovono; il che mi fa pensare che non si tratti di ragnetto rosso. Gli ho dato l'insetticida e l'ho messo sul balcone. Di cosa si tratta secondo lei? Grazie.
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buonasera,
    si, si tratta di ragnetto rosso, un tipo che colpisce principalmente la parte superiore della foglia ma poi fa anche le ragnatele.

    Può usare anche l'olio di soia miscelato con un detersivo per piatti. La dose è 5 ml di olio e 2,5 ml di detersivo per litro di acqua, mescolare bene e poi irrorare la chioma.

    Grazie, 
    Saluti

    Maurizio Lenzi

  • Limone attaccato da ragnetto rosso?

    Il 22/07/2017, Grazia di Messina chiede:

    Salve, il mio limone 4 stagioni ha subito attacchi parassitari di ogni tipo, nonostante ne abbia avuto cura come un figlio. Adesso sta bene, nessun parassita è presente (debellato con antiparassitari fai da te rigorosamente biologici). Dopo una bella potatura, sta mettendo su tantissimo germogli. I più grandi però, ho notato, hanno foglie con i puntini del ragnetto. Ma la pianta appare sana: fogli verdi e pulite. Nessuna melata. È come se nel DNA della pianta ci sia qualcosa. Il ragnetto può vivere all'interno dei rami?
    stefano_bolognesi
    Risponde l'esperto
    Stefano Bolognesi

    Buongiorno,

    premetto che il ragnetto rosso sul limone non produce la melata, semplicemente punge l'epidermide della foglia e crea un danno irreversibile sulla foglia stessa.

    Nel periodo estivo con temperature molto alte e bassa umidità, il ragnetto rosso prolifica ed avendo un ciclo di vita di un paio di settimane bisognerà ripetere il trattamento almeno due volte al mese per essere abbastanza sicuri di eliminare quasi tutti i parassiti.

    Grazie della sua domanda

    Stefano Bolognesi

  • Limone attaccato da ragnetto rosso. Cosa fare?

    Limone attaccato da ragnetto rosso. Cosa fare?

    Il 25/06/2017, Marco di Bianzè chiede:

    Buongiorno, in primavera il mio limone ha avuto un'infestazione da ragnetto rosso, successivamente debellato la pianta ha ricominciato a mettere nuove foglie e fiori che però poco dopo hanno ripresentato il problema iniziale (ragnetto rosso). Anche questa volta ho effettuato disinfestazione. Ora la pianta sta mettendo nuove foglie ma presenta alcuni rami spogli e imbruniti ed in alcuni casi con terminali neri ed alcune foglie nuove che tendono ad accartocciarsi. Non rilevo infestazione da ragnetto rosso. Da anno passato che non produce frutti. Annaffiature solo a terreno asciutto, esposizione sud/sud ovest, area non ventilata, concimazioni regolari
    Agrumi_Lenzi
    Risponde l'esperto
    Maurizio Lenzi

    Buonasera,

    dalla foto del suo limone si nota un imbrunimento dei rametti della pianta, questo imbrunimento potrebbe essere una conseguenza di un trattamento acaricida, forse è stato usato un prodotto che ha intossicato la pianta o comunque ustionato i rami.

    Per fare dei trattamenti si devono usare prodotti che non siamo tossici per le piante.

    Io le consiglio di potare la pianta o comunque di togliere quei rami ustionati, poi se compare ancora il ragnetto rosso potrebbe optare per un olio di soia.

    In un litro di acqua diluisca 5 ml di olio di soia e 2,5 ml di last al limone o svelto, o un detersivo per i piatti.

    Misceli bene e lavi bene la chioma con uno spruzzino. Può trattare tutte le volte che si presenta.

    Grazie e buona serata

    Maurizio Lenzi

  • Come posso eliminare il ragnetto rosso dal Kumquat?

    Il 22/05/2017, Fede di Padova chiede:

    Buongiorno, leggevo in vari forum che il Kumquat è sensibile all'attacco del ragnetto rosso; il mio giardino è infestato da questo insetto, che ricopre recinzione e orni punto esposto al sole per i tre quarti della giornata. Ho visto che addirittura sono presenti sulle soglie del terrazzo al primo piano; temo possano anche sconfinare ed entrare in casa. Da un paio di giorni noto che il mio kumquat sta pedendo le foglie, e sulle varie piantine da orto che ho piantato da poco c'è un proliferare di questi. Pensavo fossero innoqui, e invece leggendo post di settore, noto che potrebbero danneggiare le piante. Mi sapete indicare un metodo efficace per eliminare questo parassita?
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo signor Federico.

     

    RAGNETTO ROSSO DEGLI AGRUMI

    (Panonychus citri)
    Ordine: Acari.
    Famiglia: Tetranichidi.

    Si tratta di un acaro fitofago di origine orientale, segnalato per la prima volta in Italia a partire dal 1970, soprattutto nel meridione dove attacca principalmente gli agrumi.

    Essendo una specie polifaga, oltre agli agrumi attacca anche:

    1) Pero.

    2) Noce.

    3) Mandorlo.

    4) Rosa.

    5) Specie ortive.

    DANNI

    Il danno del ragnetto rosso degli agrumi, si verifica sulle foglie e sui frutti a causa delle sue punture di nutrizione mediante gli stiletti boccali da cui è costituito.

    Sulle foglie a seguito delle punture, si verificano delle decolorazioni giallastre con aspetto bronzeo a cui fa seguito in caso di attacchi forti anche una loro caduta anticipata (filloptosi).

    I frutti se colpiti in fase precoce di post allegagione vanno incontro ad una cascola anticipata. Se colpiti invece nelle fasi successive di intenso accrescimento, manifestano delle depigmentazioni con riflessi bronzei sul grigiastro.

    I danni maggiori e più gravi sugli agrumi, si hanno in primavera e in autunno quando il ragnetto trova una vegetazione più tenera e acquosa e in condizioni climatiche più favorevoli.

    LOTTA CONTRO IL RAGNETTO ROSSO

    La lotta al ragnetto rosso degli agrumi, può essere di tipo:

    a) Chimico.

    b) Biologico.

    c) Naturale.

    La lotta chimica si esegue seguendo criteri di tipo guidato e/o integrato, avvalendosi del controllo delle infestazioni il modo da intervenire soltanto al superamento della soglia di danno.

    La soglia di danno viene valutata sul 20 - 30% di foglie infestate, campionando circa 4 foglie per pianta sul 10% di piante.

    Al superamento della soglia di danno, si interviene con prodotti acaricidi specifici a base di:

    - Amitraz.

    - Benzoximate.

    - Bromopropilate.

    - Dicolof.

    - Neostanox.

    Da tenere conto che inoltre gli interventi atti a contenere le intestazioni di cocciniglie attraverso l'impiego degli oli minerali, sono efficaci anche nel controllare le infestazioni di ragnetto rosso degli agrumi.

    La lotta biologica, si avvale dell'impiego di alcuni nemici e predatori naturali dell'acaro, quali:

    - Acari Fitoseidi.

    - Coleotteri Coccinellidi.

    - Ditteri Cecidomidi.

    Tuttavia però, il controllo delle popolazione del ragnetto rosso attraverso l'uso di questi nemici naturali non sempre consente di mantenere le infestazioni al di sotto della soglia di danno.

    Per questo la lotta biologica va sempre integrata assieme ad altre metodologie (es. lotta agronomica, naturale ecc.).

    La lotta naturale al ragnetto rosso degli agrumi infine, si basa sull'impiego dell'infuso d'aglio. Si prendono 75 g circa ti bulbi tritati da diluito in 10 litri di acqua e farlo bollire per 30 minuti, dopodiché filtrare e nebulizzare il prodotto sulle piante.

    Ringraziandola della domanda e rimanendo a sua disposizione, la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

  • Nelle radici della mia Azalea ci sono dei ragnetti piccolissimi, cosa devo fare?

    Nelle radici della mia Azalea ci sono dei ragnetti piccolissimi, cosa devo fare?

    Il 09/05/2017, Filomena di Capodrise chiede:

    Ho comprato un azalea 5 giorni fa, stamattina la volevo mettere in un vaso più grande e appena l'ho tirata fuori ho visto che le radici sono piene di ragnetti piccolissimi, non so se si vede bene dalla foto. Cosa faccio?Grazie in anticipo
    paolo_zacchera
    Risponde l'esperto
    Paolo Zacchera

    Buongiorno Filomena.

    Non vedo bene: se sono piccole larvette bianche è un PROBLEMA GROSSO, sono tutte larve di oziorrinco, pericoloso insetto che mangia il colletto delle piante e da adulto orla le foglie. Andrebbero cercati e schiacciati IMMEDIATAMENTE tutti ma temo che il danno l'abbiano gia fatto l'inverno passato rosicchiando la base delle azalee.

    Mi mandi una foto in particolare del "ragnetto".

    Paolo Zacchera