chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Alloro: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Alloro con foglie marroni ai bordi: di cosa si tratta?

    Alloro con foglie marroni ai bordi: di cosa si tratta?

    Il 07/05/2019, Cristina di Italia chiede:

    Salve, ho 3 piante di alloro in vaso grande con argilla espansa alla base. Ad inizio primavera hanno iniziato a presentare foglie con aree marroni o giallastre ai bordi ed “erosioni” che man mano seccano completamente la foglia determinandone la caduta. Di cosa si tratta? Come posso salvare le piante? Allego delle foto. Grazie
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Cristina.

    Le macchie marroni e l'aspetto opaco delle foglie mi fanno pensare ad un attacco fungino.

    Proverei con una potatura leggera cui far seguire un trattamento rameico insieme ad un prodotto antifungino che una buona agraria saprà consigliarle.

    Ripeta poi il trattamento rameico che comunque farei con regolarità 3/4 volte l'anno.

    Cordiali saluti 

    Kety Cialdi

  • Alloro in vaso: che malattia ha?

    Alloro in vaso: che malattia ha?

    Il 25/02/2019, Virginio di Cernusco sul Naviglio chiede:

    Alloro in vaso, le foglie, come si vede in foto, sono brutte. Mi può cortesemente indicare cause e rimedi? Grazie. Buona giornata
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Virginio,

    direi che la sua pianta è stata attaccata dal ragnetto rosso.
    Va combattuto con acaricida specifico. Controlli la pagina inferiore delle foglie.

    Dovrebbero essere visibili minuscoli puntini rossi.

    Le auguro buona giornata

    Kety Cialdi

  • Siepe di alloro: che malattia ha?

    Siepe di alloro: che malattia ha?

    Il 03/02/2019, Marco di Roma chiede:

    Che malattia può avere la mia siepe di alloro??
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Marco

    dalla foto non si vedono segni particolari di parassiti nell'alloro, solo tracce di muffa secondaria quindi il problema può essere o al colletto, qualche parassita sta rovinando la corteccia della pianta alla base interrompendo l'afflusso di linfa, oppure una forte disidratazione (la pianta è in vaso mi sembra) o per contro troppa umidità

    Verifichi questi aspetti e se vuole mi ricontatti.

    Le auguro buona giornata 

    Kety Cialdi

  • Alloro: come capire quale specie sia e se è commestibile?

    Alloro: come capire quale specie sia e se è commestibile?

    Il 04/12/2018, Chiara di Firenze chiede:

    Salve, vorrei fare delle tisane all'alloro fatte in casa dato che ho delle belle siepi in giardino. Tuttavia ho un enorme dubbio: non capisco se si tratta di Laurus Nobilis o dell'alloro Lauro Ceraso. In questo periodo non ha bacche, quindi non posso basarmi su bacche o fiori per identificarlo. Inoltre anche annusando la foglia appena tagliata, l'odore di alloro non mi convince molto. Ho allegato due foto della foglia in questione. Esiste una maniera inequivocabile per riconoscere le due specie, prima di far star male me ed i miei ospiti?
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Chiara,
    il Lauro Ceraso ha foglie più larghe, meno appuntite e lucide. Il Laurus Nobilis ha un profumo molto forte ed inconfondibile. Queste foglie assomigliano a quelle del nobilis ma, nel dubbio, MAI consumare.
    Sarebbe opportuno il consiglio di qualcuno che possa vedere e toccare sia le foglie che la pianta.

    Saluti
    Kety Cialdi

  • Siepe di Lauro: macchie nere e marroni sulle foglie, cosa fare?

    Il 02/12/2018, Giuseppe di San Giustino PG chiede:

    Salve, ho un problema ad una pianta di siepe "lauro": a mio parere la pianta in questione è stata colpita da qualche fungo che si manifesta con delle macchie nere e marroni sulle foglie con conseguente seccamento dei rami. Mi sono documentato: sembra che il trattamento che devo fare sia di qualche prodotto fungicida con zolfo e rame. Mi può aiutare dandomi un nome di un prodotto che sia specifico per questo problema e magari anche qualche consiglio? La ringrazio in anticipo Saluti, Giuseppe
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Giuseppe, 
    per il rame consiglio la pasta caffaro; per il fungicida non so dire tra i prodotti di libera vendita cosa può trovare. Le suggerisco di rivolgersi ad un'agraria vicina che le darà consigli specifici di uso in base al prodotto disponibile. 

    Le auguro buona giornata 
    Kety Cialdi

  • Alloro con foglie che diventano prima gialle e poi marroni: di cosa si tratta?

    Alloro con foglie che diventano prima gialle e poi marroni: di cosa si tratta?

    Il 20/08/2018, Alessia di Viareggio chiede:

    Salve, ho un problema con alcune piante di alloro che compongono la mia siepe. Ingialliscono lateralmente e poi diventano marroni, dall'esterno verso l'interno. Ho cercato tra parassiti e funghi ma non trovo niente di simile. Potrebbe essere mancanza di qualche sostanza minerale o altro nel terreno? Però le altre sembrano tutte in salute. Non vengono innaffiate troppo di frequente, per evitare ristagni; da primavera ad ora è stato somministrato concime (generico in grani) un paio di volte, ma in dosi minime. Non ci sono molti parassiti, solo cocciniglia elmetto e psilla qua e là, che sistemo con il marsiglia. Ho paura che secchi. Grazie per l'aiuto.
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Alessia,
    credo proprio che la sua pianta seccherà, capita frequentemente nelle siepi di alloro. Visto che non si vedono altri parassiti io verificherei la condizione del colletto la zona di confine cioè tra la parte aerea e quella interrata: accade che parassiti o funghi attacchino la pianta in quel punto interrompendo il fluire della linfa e portando alla morte la pianta.
    Le auguro buona giornata.

    Kety Cialdi

  • Consigli sulla coltivazione di una pianta di alloro che ha difficoltà a crescere?

    Il 18/02/2018, Lorenzo di Pesaro chiede:

    Salve, chiedevo quali interventi attuare a delle piante di alloro messe a dimora un anno fa circa su terreno non riportato, di qualità sabbiosa. Esse hanno attecchito, ma a differenza delle "sorelle" messe a dimora nello stesso periodo, ma su terreno riportato; fanno difficoltà a crescere! Opterei per una concimazione, ma non essendo del mestiere vorrei capire da voi che marcai composizione di prodotto devo acquistare! PS l'impianto è fornito da irrigazione a goccia! Aspetto vostre notizie. Saluti
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Lorenzo,
    il problema è chiaro: è la qualità del terreno; quindi si dovrebbe a parer mio ricorrere ad una concimazione regolare, non solo una volta l'anno come si fa normalmente nella manutenzione in pieno campo.

    Io opterei inizialmente per dello stallatico, ovviamente maturo o pellettato; potrebbe farlo ora, nel giro di una, due settimane. Dopo di che, andando questa volta sul chimico, prima dell'arrivo del caldo, una passata di fertizzante tipo il "super nocciolo". Non ricordo la ditta produttrice, ma ad una qualsiasi agraria sapranno consigliarla.

    Non ecceda mai nelle quantità, potrebbe avere effetto contrario.
    Le auguro buona giornata,

    Kety Cialdi

    Alloro: malattie e coltivazione 

     

  • Aiuola con alloro molto alto e decentrato: è da potare?

    Aiuola con alloro molto alto e decentrato: è da potare?

    Il 20/11/2017, Antonio di Roma chiede:

    Buongiorno. Vivo in una zona collinare. Su una delle aiuole, che costituiscono pertinenza dell'appartamento dei miei vicini, è cresciuto un bellissimo e altissimo alloro (credo siano circa 12-15 metri). L'arbusto, però, è cresciuto sul ciglio dell'aiuola e il suo asse, fin dalla base, è totalmente decentrato, per cui la pianta pende a valle per tutta la sua lunghezza, peraltro in direzione della strada. I miei vicini si sono sempre rifiutati di effettuare una potatura e io comincio a chiedermi se la pianta possa ritenersi pericolosa viste le dimensioni e il decentramento. Peraltro, l'aiuola su cui cresce, pur essendo quasi certamente molto profonda, è estremamente esigua. Negli ultimi due anni, inoltre, si è sviluppato un nuovo fusto, estremamente più esile, ma già molto alto (circa 6 metri), il quale, per fortuna, cresce perpendicolarmente al terreno. Mi chiedo se le radici di questo tipo di pianta siano abbastanza solide o se io debba preoccuparmi e intimare anche per vie legali la potatura. Grazie anticipatamente per la risposta.
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Antonio,
    esprimersi su una pianta di tali dimensioni è difficile: potrebbe rimanere lì per decenni o cadere al prossimo evento atmosferico anomalo; dipende, oltre che dalla posizione e dalle radici, anche dallo stato di salute della pianta.
    Certo è che per imporre azioni importanti su un albero del genere, ma soprattutto per decidere se queste azioni siano necessarie, ci vuole una perizia. Le suggerirei una "VTA", ovvero Visual Tree Assessment, per la quale rivolgersi ad un buon studio di agronomia.

    Le auguro buona giornata 

    Kety Cialdi

  • Pianta di alloro malata: le cure attuate non hanno funzionato. Cosa fare?

    Il 08/11/2017, Giuseppe di Campobasso chiede:

    Ho una piantina di alloro, colpita da patologia fungina. Le foglie e gli steli diventano prima marroni e poi si seccano: ho usato inutilmente lo zolfo 80WP (Bayer), il rame Cupravit blu Wg (Bayer), l'olio minerale, l'insetticida Decis Jet (Bayer), ma senza alcun esito. Ho sempre bagnato la piantina sul terreno e con poca acqua. Mi può dare un consiglio su come salvarla? La ringrazio vivamente e le porgo i miei migliori saluti. Giuseppe
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissimo signor Giuseppe.
    La cosa più rapida che mi viene da pensare, è che i prodotti da lei utilizzati, uno di seguito all'altro, probabilmente abbiano provocato fenomeni di fitotossicità sulla pianta di alloro.

    Quando infatti si utilizzano prodotti chimici, sia preventivi che curativi, è necessario prima accertarsi se quel prodotto utilizzato è idoneo per la pianta da trattare, determinare le dosi da distribuire e infine capire se questi prodotti sono miscelabili tra loro o provocano fenomeni fitotossici.

    E' probabile che utilizzando uno di seguito all'altro prodotti di questo genere sulla pianta, senza uno studio e osservazione accurata della pianta. il problema del disseccamento indotto da una malattia fungina, invece che risolversi è stato peggiorato. Per questo le consiglio per prima cosa, di capire per bene inizialmente quale parassita o patogeno ha colpito la sua pianta, in modo da individuare il prodotto migliore per contrastarlo.

    E' chiaro che se le parti compromesse non sono molte, è necessario toglierle, facendo in modo che i nuovi germogli emessi dai tagli effettuati riformino di nuovo il cespuglio. Se la pianta è totalmente compromessa, va tagliata al colletto, e anche in quel caso, dai polloni che emetterà di nuovo alla base, riformare di nuovo tutto il cespuglio.

    Ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Fabio Di Gioiaì