Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Orchidea Vanda

Alcune delle orchidee più spettacolari appartengono a questo genere, originario dell’Asia tropicale. Si dividono in 2 gruppi: a foglie cilindriche ed a foglie a forma di cinghia, tutte vogliono moltissima luce, le specie con foglia a forma di cinghia mezza giornata di sole diretto in estate, quelle di forma cilindrica il sole diretto sempre.

Alcune specie come le Vanda coerulea e sanderiana ed i loro ibridi, che poi sono quelli commercialmente più diffusi, vanno coltivate appese con le radici che stanno ciondoloni all’aria e non sopportano di avere le radici “costrette” in un vaso. Mentre molte altre specie si coltivano bene in vaso.

Leggi le risposte dell'esperto su ORCHIDEA VANDA:

Orchidea Vanda - Ibridi e Coltivazione

Oggi sono disponibili molti ibridi del tipo Vanda coerulea in tantissimi colori e durano molto, quasi come le Phalaenopsis, inoltre sono rifiorenti, cioè possono fiorire più volte nell'arco dell'anno.

Vogliono molta luce, d'estate anche mezza giornata di sole diretto. Si coltivano appese con le grosse e robuste radici bianche che penzolano nell'aria e l'insieme pianta, fiori e radici è di notevole bellezza. Le radici all'aria asciugano velocemente e vanno bagnate frequentemente, in estate tutte le mattine, in inverno, con poca luce, ogni 10-15 giorni, la bagnatura deve essere abbondante, con la doccia oppure immergendo le radici, in inverno è bene evitare di bagnare le foglie. Le radici sono bianche ed in estate hanno una bella punta verde, in autunno man mano che le giornate si accorciano la punta verde si riduce fin quasi a sparire, man mano che la punta verde comincia a ridursi si riducono le bagnature, in inverno, quando la punta verde si riduce a un puntino, si bagna pochissimo, in primavera si riprendono le bagnature con l’allungarsi della punta verde delle radici.

Da qualche anno gli olandesi hanno cominciato a coltivare le Vanda industrialmente e hanno trovato il modo di semplificarne la coltivazione casalinga.

Le piante vengono poste in grandi vasi cilindrici di vetro, d’estate si mette acqua nel vaso finché copre le radici, quando le radici non fanno più bollicine si toglie l’acqua dal vaso. Questa operazione in estate si fa 2-3 volte alla settimana, in inverno ogni 15 giorni.

Il vantaggio di questo sistema è che in questo modo le piante si possono appoggiare su un tavolo e nel vaso di vetro indubbiamente l'effetto è bellissimo, gli svantaggi sono che nel vaso non circola l'aria e le radici ne possono risentire, e poi quando si bagna nel vaso restano gli aloni sul vetro ed il vaso va pulito.

Leggi le altre risposte dell'esperto su ORCHIDEA VANDA:

Coltivazione orchidea Vanda: scopri i consigli dell'esperto