chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Piante grasse o succulente

Succulentae

Piante grasse - Descrizione generale

Le piante grasse sono molto diffuse Italia: esse popolano infatti appartamenti e case e sono sempre più apprezzate da coloro che hanno il pollice verde. Il loro successo si deve sicuramente alla facilità di manutenzione, ma anche loro fascino esotico.

Esse sono conosciute anche con il termine piante succulente, nome che deriva loro da un particolare tessuto che le compone, il quale è in grado di assorbire l'acqua in eccesso e immagazzinarla all'interno per andarla a utilizzare quando la pianta ne ha più bisogno. Proprio in virtù di questa caratteristica, i differenti tipi di piante grasse hanno la peculiarità di crescere rigogliose anche in zone aride, basti pensare ad esempio ai cactus che popolano il deserto del centro America, i quali per nutrirsi si servono di acqua piovana accumulata nelle foglie, fusti e radici. Infatti, questo spiega l'aspetto molto carnoso di questi elementi delle piante grasse nel caso in cui la pianta sia ben idratata.

In questa sezione potrai trovare diverse foto di piante grasse.

Note di Redazione. Tutti i contenuti e le immagini presenti in questa sezione dedicata alle varietà di piante grasse sono stati realizzati dal dott. Marco Alberti, esperto in succulente e cactacee, membro della nostra redazione ed autore di numerosi articoli di approfondimento pubblicati nel nostro blog di giardinaggio.

Leggi le risposte dell'esperto su PIANTE GRASSE:

Varietà di piante grasse

Le piante succulente appartengono a diverse famiglie botaniche. Tra queste ritroviamo le Cactaceae, le Agavaceae, le Aloaeceae e infine le Crassulaceae. Tutte queste piante hanno in comune il fatto di svilupparsi tipicamente su dei terreni desertici o per lo meno pre-desertici ed essere caratterizzate dalla resistenza a fasi di estrema siccità a cui però fanno da contraltare dei periodi di forte pioggia. Esse sono in grado per loro natura di sopportare un'ottima escursione termica, anche di parecchi gradi. 

Esposizione delle piante grasse

Essendo molto utilizzate a scopo decorativo, le piante grasse trovano più facilmente un habitat ideale in casa. Nel caso di piante grasse particolarmente resistenti è possibile pensare di inserirle direttamente in giardino. Le succulente amano ambienti assolati e calorosi: l'esposizione migliore, infatti, per questo tipo di piante è quella sud ma tollerano bene anche quelle a sud-est e sud-ovest. L'aspetto fondamentale è assolutamente quello di permettere loro un periodo di riposo durante il quale andranno posizionate in un posto fresco ma comunque sempre molto luminoso.

Fioritura delle piante grasse

La fioritura delle piante succulente avviene generalmente nel periodo primaverile-estivo. È sempre importante notare però che nel caso di piantine particolarmente giovani, possono occorrere a volte anche anni affinché avvenga la prima fioritura. A seconda delle singole specie tra le quattro macro-famiglie botaniche di succulente esistono delle eccezioni nei periodi di fioritura, ma si tratta di casi particolarmente rari.

Leggi le risposte dell'esperto su PIANTE GRASSE:

Concimazione delle piante grasse

La concimazione, particolarmente nel caso delle Cactacee, avviene durante la fase vegetativa. Essa è generalmente compresa tra aprile e settembre, periodo nel quale viene effettuata una concimazione mensile.

Irrigazione delle piante grasse

Esiste un preconcetto molto comune secondo il quale le piante grasse non necessitano assolutamente di irrigazione. Questo è un pensiero errato perché, nonostante talune sopportino meglio una siccità prolungata, altre invece davvero non riescono a fare a meno di interventi periodici di irrigazione. Per cercare di dare una regola generale sull'irrigazione delle piante grasse, è importante tenere a mente che le irrigazioni devono avvenire con una certa regolarità ma essere sempre molto leggere. In particolare, risulta fondamentale attendere che il sottovaso si sia asciugato completamente prima di procedere con una nuova irrigazione. Infine, dovrebbe essere assolutamente evitato l'utilizzo di sottovasi che provocherebbe conseguenze davvero nocive per le piante grasse. 

Piante grasse: potatura

Per loro natura le piante grasse non richiedono potatura. Ovviamente, è importante se si notano foglie o fiori morti o intaccati da qualche tipo di agente esterno, intervenire al più presto.

Malattie delle piante grasse

Alcune delle cause principali delle malattie che possono attaccare le piante grasse derivano da parassiti. Tra questi il ragnetto rosso, che si presenta in caso di esposizioni ad una fonte di luce troppo forte o a un'eccessiva secchezza dell'aria. In questo caso è necessario procedere ad aumentare l'umidità tramite delle nebulizzazioni distribuendo anche un acaricida specifico.

Un altro fattore che può seriamente danneggiare le piante grasse è la cocciniglia, molto frequente soprattutto nelle piante che vengono tenute all'interno. In questo caso si deve procedere a utilizzare insetticidi sistemici, eventualmente applicando dell'olio minerale. Molto comuni sono infine gli attacchi degli afidi per cui si rende sempre necessario intervenire con degli insetticidi dedicati.

Piante grasse - Particolarità

Oltre alle zone dell'America Centrale, altre varietà di succulente si trovano nelle foreste tropicali in Africa e Asia. In questo caso prediligono ambienti in cui la luce del sole filtra poco e il tasso di umidità è al contrario molto alto

Temperatura per le piante grasse

Oltre ad avere molta luce, è importante che le piante grasse siano inserite in un ambiente dove la temperatura non scende mai sotto i 5-7° C, perché un freddo eccessivo ne provocherebbe la morte, in quanto queste piante sono di habitat naturale desertico.

Rinvaso delle piante grasse

Le piante grasse possono essere inserite in dei vasi singoli oppure possono essere utili a formare una composizione, come nel caso delle piantine più piccole.
Al termine delle gelate, che a seconda della zona geografica possono avvenire tra febbraio e aprile, esse dovranno attraversare circa dieci giorni all'interno in una zona esposta al sole al mattino, mentre al pomeriggio dovranno essere trasferite in un'area ombreggiata. Quest'ideale esposizione a sud est è un passaggio davvero fondamentale per il rinvaso, al fine di evitare dei cambiamenti troppo repentini di temperatura e in un'eccesiva esposizione che potrebbe risultare in antiestetiche bruciature delle foglie.

Substrato delle piante grasse

Non esiste una regola generale per il substrato ottimale di tutte le succulente, poiché le varietà cambiano molto tra loro. Ciò che tutte hanno in comune, ad ogni modo, è l'importanza di avere un terreno sempre molto ben drenato. L'ideale quindi è creare un substrato molto drenante composto da ghiaia fine e perle di argilla.

Propagazione delle piante grasse

Le piante succulente si propagano con un'estrema facilità. Alcune producono spontaneamente semi, particolarmente delicati, altre invece preferiscono essere propagate per talea, che andrà essere tagliata in senso diagonale e lasciata asciugare per circa due settimane prima di essere impiantata.

Leggi le risposte dell'esperto su PIANTE GRASSE:

Piante grasse: suddivisione delle famiglie