chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Euphorbia: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Euphorbia marcia e secca dopo la messa a dimora: cosa fare?

    Euphorbia marcia e secca dopo la messa a dimora: cosa fare?

    Il 08/02/2019, Francesca di Padova chiede:

    Buongiorno, per cercare di preservare queste euphorbie - che col caldo stanno fuori - le ho portate in casa, dopo averle annaffiate. Il risultato è quello delle foto. La parte interessata prima marcisce e poi secca. Cosa può essere? Muffa? Come posso trattarle? Sono piante grandi e molto belle. Ringrazio e porgo cordiali saluti. Francesca
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Francesca, 

    purtroppo la sua euforbia ha contratto una grave infezione fungina causata da eccesso idrico e di temperatura combinate.

    L'unica cosa da fare ora è recidere la pianta eliminando la parte malata per fare in modo che la parte ancora sana basale produca nuovi rami sani; poi metta la pianta all'esterno in zona aerata e ventilata.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Condividi su:

  • Euphorbia: che malattia ha?

    Euphorbia: che malattia ha?

    Il 07/02/2019, Amalia di Lucci chiede:

    Salve, mi aiutate a capire che cosa ha la mia euphorbia? Grazie mille
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Amalia,

    la sua euforbia ha contrato un'infezione fungina che ha provocato un'emissione di lattice come reazione della pianta alla malattia. 
    Conviene recidere la parte malata in attesa che la porzione sana ricacci con rami giovani.
    Metta la pianta in ambiente areato e asciutto, senza bagnare il fusto.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Condividi su:

  • Euphorbia: come curarla?

    Euphorbia: come curarla?

    Il 20/01/2019, Camilla di Italia chiede:

    Cosa posso fare per far riprendere la mia euphorbia? Grazie
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Camilla,
    la sua pianta si può riprendere senza problemi se la posiziona in piena luce, non la irriga sino a primavera e la tiene in ambiente asciutto lontano dalle correnti umide e fredde della casa.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto sull'EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Euphorbia ingiallita: qual è la causa?

    Euphorbia ingiallita: qual è la causa?

    Il 18/01/2019, Mirco di Cesena chiede:

    Ho spostato questa piantina (credo sia un Euphorbia Cristata) dall'esterno all'interno appena è arrivato il freddo. La innaffio (nel senso che la rinfresco con lo spruzzino, poca acqua) 1 volta a settimana. La tengo su un pensile in soggiorno a circa 2,20m/ 2,30m di altezza. Perché è diventata gialla??
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signor Mirco,
    la sua euphorbia soffre di un attacco fungino dovuto ad eccesso di umidità o acqua nel vaso, pertanto consiglio di spostarla in luogo lumionoso e asciutto, interrompendo le irrigazioni.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto sull'EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Euphorbia colpita dal freddo: cosa fare?

    Euphorbia colpita dal freddo: cosa fare?

    Il 07/01/2019, Cristina di Treviso chiede:

    Buongiorno, purtroppo la nostra amata euphorbia è stata esposta a un brusco calo di temperatura. Prima verde e rigogliosa, ora grigia e forse in fin di vita! C'è qualcosa che possiamo fare in extremis per recuperarla? Grazie per la gentile attenzione, Cristina e Alvise
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Cristina,
    provi a tagliare tutti i rami alla base. 
    La pianta dovrebbe ricacciare con nuovi polloni in primavera, ma la tenga ora al caldo e in un locale ben asciutto,
    irrigando solo quando inizierà a far caldo.

    Cordiali saluti.

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto sull'EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Euforbia con rami molli: cosa devo fare?

    Euforbia con rami molli: cosa devo fare?

    Il 05/01/2019, Giulia di Padova chiede:

    Salve, ho acquistato questa Euforbia nel mese di settembre 2018. Mi è stato consigliato di non annaffiarla o, se proprio volevo, una volta al mese nel periodo invernale. L'ho annaffiata una sola volta (meno di mezzo bicchiere). Da un po' di tempo i rami sono diventati molli vicino all'attaccatura con il tronco principale (per questo motivo è stato messo lo spago) e si sono formate delle macchiette nere. Tende inoltre a seccarsi. Non so come agire per salvarla. Cosa devo fare? Devo poterla? O aspettare? Grazie per i consigli che vorrete darmi.
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile Giulia,
    la sua euforbia è stata infettata da un fungo che provoca il rammollimento dei tessuti del fusto. 
    Le consiglio pertanto di tagliare alla base i rami infetti, disinfettando le ferite con un prodotto a base di rame. 
    Il prossimo anno la sua euforbia dovrebbe produrre nuovi rami sicuramente più vigorosi. 
    Per evitare che si ammallino nuovamente, le consiglio di esporre la pianta in piena luce e in zone ventilate e non umide (meglio all'aperto, da ritirare solo quando è freddo, ossia sottozero).

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto sull'EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Euphorbia Caput Medusae: rimedi all'ingiallimento?

    Euphorbia Caput Medusae: rimedi all'ingiallimento?

    Il 24/11/2018, Mirko di Udine chiede:

    Buongiorno, ho una Euphorbia Caput Medusae che però sta ingiallendo quasi completamente. Il centro rimane verde e sembra che stia anche buttando fuori nuovi steli, i vecchi però non so cos'hanno. Per bagnarla in estate è sempre stata usata acqua non fredda e piovana. Ora, dopo un mese dall'inizio del processo di ingiallimento, ho provato a rinvasarla con la pietra pomice e ho controllato le radici che non presentano parassiti ne sintomi strani, sembrano perfette. Nei mesi precedenti era al sole, ora invece a causa della continua pioggia e del freddo sono costretto a tenerla in una stanza insieme ad altre piante in cui la temperatura non scende sotto i 15°. L'ultima annaffiatura risale alla fine dell'estate.
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signor Mirko, 
    le consiglio di provare a cambiare vaso e terriccio usando quello per cactus, eliminando i getti troppo ingialliti, non bagnando per un mese la pianta ed esponendola subito in piena luce, in luogo riparato ma non troppo caldo (inferiore a 28 °C) e asciutto, lontano dalle correnti fredde. Vedrà che si riprenderà.

    Cordiali saluti
    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto sull'EUPHORBIA CAPUT MEDUSAE:

    Condividi su:

  • Posso tagliare ora l'euforbia in altezza per portarla dentro casa?

    Posso tagliare ora l'euforbia in altezza per portarla dentro casa?

    Il 08/11/2018, Lino di Valli del Pasubio (VI) chiede:

    Abito a Valli del Pasubio in provincia di Vicenza, vorrei sapere se adesso è possibile tagliarla un po' in altezza per portarla dentro in casa perché non ci sta più in altezza. Oppure cosa posso fare?
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signor Lino, lei può tagliare alcune brevi porzioni dei rami della sua euforbia e metterle in vasi separati, mentre la pianta madre ributterà a primavera con sviluppo di nuovi rami, così potrà contenere la sua l'altezza; le talee che farà le lasci asciugare per una settimana prima di metterle nei vasi con un terriccio per cactacee.

    Marco Alberti

    Condividi su:

  • Pianta di euphorbia sofferente e con una parte seccata: cosa fare?

    Pianta di euphorbia sofferente e con una parte seccata: cosa fare?

    Il 30/08/2018, Claudia di Muggió, Monza e Brianza chiede:

    Buonasera, La mia pianta ha sofferto forse il troppo caldo in casa di agosto quando ero in ferie e l'avevo lasciata in casa con finestra socchiusa e bottiglia d'acqua con carota in terracotta per innaffiatura: da verde e rigogliosa l'ho ritrovata in sofferenza con la parte finale dei rami cascante semi-morta che ho tagliato. L'ho portata in montagna al fresco ma non si è ripresa, anzi è peggiorata: ora l'ho riportata a casa nella stessa posizione dov'era e mi sembra essere in una situazione stazionaria non peggiorativa ma vorrei migliorasse; le ho messo alcuni giorni fa un bastoncino di concime per piante; ho speranze?! Le piante per me devono vivere non morire... e guai a chi me le tocca! Grazie
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Claudia, la euforbia vuole poca acqua e tanto sole in ambiente ben ventilato: pertanto le consiglio di cambiare vaso e terriccio, eliminando i rami secchi o marcescenti e la sua pianta si riprenderà (poca acqua mi raccomando, ogni 15-20 giorni)

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto su EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Pianta di euphorbia con fusto danneggiato: cosa posso fare?

    Pianta di euphorbia con fusto danneggiato: cosa posso fare?

    Il 24/07/2018, Andrea di Brignano gera d'adda chiede:

    Buona sera, la nostra euphorbia si presenta in questo stato anche se la abbiamo bagnata un bicchiere al mese da questa primavera. Abbiamo la pianta da un anno ed abbiamo paura che il problema non sia recuperabile. Alla base una parte si presenta molle e sulle punte con macchie come in foto. Può essere che i lapilli abbiano lasciato la terra bagnata troppo a lungo? La situazione è recuperabile? Grazie mille
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signor Andrea, la colpa delle macchie (marcescenze fungine) sul fusto dell'euforbia non dipende dal terriccio più o meno umido; bisogna posizionare in pieno sole tutto il giorno, se possibile in una zona ventilata, la pianta, eventualmente recidendo le porzioni di ramo malate, per evitare che l'infezione si propaghi.
    Bagnare il terriccio una volta il mese va benissimo; così facendo la pianta potrà riprendersi.

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto su EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Euphorbia con base annerita e alcuni rami sono caduti: cos'è e cosa posso fare?

    Euphorbia con base annerita e alcuni rami sono caduti: cos'è e cosa posso fare?

    Il 18/07/2018, Laura di Milano chiede:

    Abbiamo comprato questa euphorbia circa 2 mesi fa. All’acquisto hanno spostato la pianta nel caso aggiungendo terriccio. Ci hanno indicato di bagnarla 1volta al mese. Una volta portata a casa a distanza di un mese l’abbiamo bagnata appena. Dopo circa 3 settimane ulteriori abbiamo notato l’annerimento alla base e pensato fossero funghi (dovuti all’umidità o a troppa acqua?!). Abbiamo messo all’aperto sul balcone la pianta così che potesse asciugarsi e prender caldo ma dopo solo 1gg fuori le braccia sono ingiallite e alcune, le più lunghe, si sono “ammollate” e sono cadute. Cosa può essere? Come possiamo salvare il cactus? Grazie mille in anticipo per l’aiuto. Laura e Luca
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Laura, le consiglio di recidere eventuali rami del tutto sani o almeno in parte e trapiantarli in un nuovo vaso con terriccio per cactus dopo aver fatto asciugare la ferita per alcuni giorni; passi un panno asciutto sulle facce del ramo dell'euforbia per eliminare eventuali corpi di insetti o funghi; tenga leggermente bagnato il nuovo terriccio e in posizione soleggiata la pianta per tutta l'estate poi la metta in casa in inverno; dovrebbe radicare e dar luogo ad una nuova pianta. Getti via tutto il resto che appare malato.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto su EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Pianta di euphorbia milii che ha perso foglie ed è seccata: cosa posso fare per...

    Pianta di euphorbia milii che ha perso foglie ed è seccata: cosa posso fare per recuperarla?

    Il 13/05/2018, Antonella di Perugia chiede:

    Ho una euphorbia milii di circa 7 anni, non aveva mai perso le foglie ed era sempre fiorita anche durante l'inverno (i primi anni la tenevo in casa poi quando non era troppo freddo la lasciavo fuori ritirandola solo la notte). Fino a un anno fa era collocata a sud ma riceveva sole diretto solo la mattina; la scorsa estate l'ho spostata in un punto dove si trovava tutto il giorno in pieno sole e dopo qualche settimana ho notato che i fiori erano molto piccoli e alcuni seccavano prima ancora di aprirsi, l'ho riportata alla collocazione originaria ma non ho visto miglioramenti e sul finire dell'estate ha iniziato a perdere le foglie fino a spogliarsi ormai completamente. Alcuni rami hanno qualche piccola gema rossa e vicino alla base c'è una foglia ma sia la foglia che le gemme non crescono, e provando a rompere un rametto dentro non è secco quindi penso che la pianta non sia ancora morta ma cosa posso fare per recuperarla? Devo potarla? O aspettare che si risvegli se mai lo farà? Grazie per i consigli che vorrete darmi.
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Antonella,
    le consiglio di cambiare vaso alla sua euphorbia, mantenendo il terriccio nuovo ben drenato (inserisca del pietrisco) e asciutto per 2-3 settimane, poi una bagnatura leggera ogni 20 giorni circa, lasciando la pianta in esposizione soleggiata per poi ritirarla ad ottobre e rimetterla fuori solo dopo che la temperatura si è stabilizzata sopra un minimo di 15 gradi; queste piante sono sensibili agli sbalzi repentini di temperatura ed esposizione.

    Dopo dovrebbe riprendere a far foglie (se nota qualche rametto secco lo tagli viceversa non pratichi alcuna operazione).

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto su EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Euphorbia con base che sta marcendo: come posso salvarla?

    Euphorbia con base che sta marcendo: come posso salvarla?

    Il 02/04/2018, Elisa di italia chiede:

    Salve ho un problema con il mio cactus, la base sta marcendo; normalmente lo annaffio 1 volta ogni 2 settimne mettendo 1/2 bicchiere d'acqua nel sottovaso. Il cactus era vicino ad un altro cactus che purtroppo è morto... può essere stato attaccato da un fungo? come posso recuperarlo? aiutatemi
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Elisa, la sua pianta non  è un cactus ma un'euforbia! Comunque ha contratto un'infezione fungina alla base del fusto; se vuole recuperare ciò che ancora di buono c'è, deve recidere con un taglio netto il fusto almeno 10 cm sopra il marciume e constatando che sopra il taglio la porzione di pianta non presenti internamente marciumi, trapiantarla in un terreno nuovo, ben drenato, bagnando poco (1 volta ogni 15-20 giorni) e mettendo l'esemplare in piena luce e in luoghi non umidi.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Condividi su:

  • Euphorbie: come farle ramificare?

    Euphorbie: come farle ramificare?

    Il 02/04/2018, Marisa di Calusco d'Adda (BG) chiede:

    Buongiorno. Vorrei sapere come far ramificare due euphorbie come quella di cui allego foto. Erano due talee ottenute da pianta madre che ho dovuto tagliare perchè molto cresciuta, hanno svernato in piccola serra fredda ma esposta al sole. Sono cresciute anche quest'inverno, ma senza ramificare. Se taglio il fusto, ramificheranno al di sotto? Oppure c'è un altro metodo meno traumatico, senza, visto che trovo che la cicatrice non sia bella da vedere? Grazie. Marisa
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Marisa,
    il suo ramo di euforbia ramificherà dove c'è l'inserzione tra l'ultimo articolo in alto e il precedente (a me pare di vedere due abbozzi proprio lì) in quanto non è in grado di ramificare nella porzione inferiore del ramo: pertanto, lei dovrà aspettare che la pianta ci pensi da sola; se taglia questo fusto senz'altro le gemme latenti potranno generare nuovi rami, ma la cicatrice che rimarrà sul fusto principale sarà ovviamente grande e brutta a vedersi; quindi lasci fare alla natura!

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Condividi su:

  • Pianta di euphorbia spezzata con parti molli: di cosa si tratta?

    Il 27/03/2018, Fabio di Brescia chiede:

    Buongiorno, qualche settimana fa ho acquistato un vaso contenente due piante di euphorbia triangularis alte una ventina di cm, il fusto era interrato di 5 o 6 cm nel vaso e le piante avevano pochissime radici molto corte. Io le ho rinvasate separatamente interrando soltanto le radici e non le ho mai bagnate, da un paio di giorni avevo notato che una delle due piante era diventata un po' "molle": le due ramificazioni tendevano a piegarsi verso il basso e sul fusto c'era qualche grinza come se si fosse prosciugata. Credendo che avesse sete oggi volevo bagnarla ma nel sollevare il vaso il fusto si è afflosciato tagliando in due la pianta. Toccando quello che resta della piantina alcune parti sono rigida ma altre sono molli come fosse un'alga, vorrei sapere se può trattarsi di una malattia che potrebbe essere stata contratta anche dall'altra pianta (che per ora sta benissimo). Mi dispiace di non aver potuto mettere della foto dalle quali si sarebbe capito meglio ma la povera piantina mi si è completamente disintegrata. Grazie mille e buona giornata!
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile sig. Fabio, la sua piantina di euforbia è sicuramente morta per un'infezione fungina che ha fatto rammollire i propri tessuti; per l'altra che ora le pare stia bene, consiglio di non bagnare il terreno (che non deve essere lo stesso in cui viveva insieme alla piantina che è morta, ma è bene cambiarlo del tutto) per almeno due-tre settimane, valutando nel contempo che non abbia segni di sofferenza. 

    Se così fosse prenda l'abitudine di esporla in piena luce in ambiente caldo ma non umido, senza bagnare i tessuti, ma solamente il terreno in primavera-estate ogni 15-20 giorni, con moderazione.

    Cordiali saluti

    Marco Alberti

    Leggi le altre risposte dell'esperto su EUPHORBIA:

    Condividi su:

  • Euphorbia eritrea che si è seccata: come recuperarla?

    Euphorbia eritrea che si è seccata: come recuperarla?

    Il 08/01/2018, Giulia di Zurich chiede:

    Buonasera! Emergenza per un'euphorbia ertitrea in corso! Sono partita pensando di stare via solo 2 settimane, e non un mese intero come è successo.. purtroppo, in aggiunta, ho dimenticato di chiudere il termosifone di fianco alla povera euphorbia di cui sopra e immagino che la combinazione di questi due fattori l'abbia "debilitata"... lei vede una qualche possibilità di recupero? La cima mi sembra danneggiata irreparabilmente.. provo a tagliare? Il fusto alla base è secco verso le coste (costole?) ma ancora verde e solido, sano, al centro. Attendo consigli, speranzosa! Non mi voglio arrendere Grazie mille, Giulia
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Giulia le consiglio di tagliare solamente la cima deperiente della sua pianta, aspettando che rigetti; allontanerei la pianta dal termosifone mettendola in posizione più areata e non bagnando il vaso per quindici giorni.

    Cordiali saluti,

    Marco Alberti

    Euphorbia milii: come proteggerla dall'inverno

    Condividi su:

  • Questi sono i fiori di quale pianta?

    Questi sono i fiori di quale pianta?

    Il 21/09/2017, Domenica di Pregnana Milanese chiede:

    Buonasera.Ho visto questi fiori ma non so come si chiamano ed eventualmente come e quando posso seminarli. Grazie mille
    Redazione
    Risponde l'esperto
    Redazione Portale del Verde

    Buongiorno Domenica,

    la pianta è una Euphorbia Marginata.
    La semina è consigliata in primavera, ad una profondità di semina il doppio della grandezza del seme, terriccio universale ben drenato (se in vaso va benissimo).
    Per l'irrigazione, basta annaffiare badando a lasciare asciugare tra una bagnatura e l'altra.

    Grazie per la sua domanda.

    Condividi su:

  • Euphorbia marginata: ora la mia pianta ha un nome :-)

    Euphorbia marginata: ora la mia pianta ha un nome :-)

    Il 30/08/2017, Francesco di Torino chiede:

    Buongiorno Mi hanno regalato dei semi che hanno prodotto steli alti 50 cm. : lo stelo in punta ha 3 fiori bianchi (multipli) con 5 petali forniti di una vistosa venatura verde. Mi piacerebbe sapere il nome, qualcuno può aiutarmi? Grazie Francesco
    Redazione
    Risponde l'esperto
    Redazione Portale del Verde

    Salve Francesco,

    la sua pianta è una Euphorbia marginata.

    Le consiglio, se già non ne fa parte, di iscriverti al nostro gruppo su Facebook "Giardinaggio: foto e consigli" sul quale può chiedere consigli su coltivazione e cura.

    Questo il link: https://www.facebook.com/groups/portaledelverde/

    Proprio giorni fa un membro del gruppo ha pubblicato diverse foto di questa Euphorbia e le saprà sicuramente dare informazioni utili.

    Buon giardinaggio.

    Condividi su:

  • Euforbia succulenta: si può salvare?

    Euforbia succulenta: si può salvare?

    Il 28/07/2017, Emily di Milano chiede:

    Buongiorno! Come vede il mio cactus ha qualcosa che non va...devo dirgli addio o c'è possibilità di salvarlo? E se si, cosa devo fare? grazie
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Emily, la sua Euforbia succulenta purtroppo, come si evince dalle foto, è stata colpita dal marciume del fusto che ha causato un rammollimento dei tessuti e in parte una necrosi, che essendo così estesa su gran parte del tronco non è secondo me risanabile con nessun tipo d'intervento; pertanto le consiglio di eliminare la pianta e acquistarne un'altra ricordandosi di esporla al sole senza bagnarne il fusto e lontano da fonti di umidità atmosferica.

    Cordiali saluti
    Marco Alberti

    Condividi su:

  • Sapete dirmi come si chiama questa pianta e come curarla?

    Sapete dirmi come si chiama questa pianta e come curarla?

    Il 17/05/2017, Laura di Ancona chiede:

    Buonasera, mi è stata regalata questa piantina e non so cosa sia, riuscite ad aiutarmi a capire il suo nome, in modo che possa trattarla nel modo ottimale? Grazie
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Laura 
    É un' Euphorbia spina di Cristo, Euphorbia milii semi succulenta originaria del sud Africa.

    Necessita di annaffiature regolari e può vivere tranquillamente in appartamento. 

    Qui può leggere un articolo di un mio collega su come protegger Euphorbia milii in inverno.

    Le auguro buona giornata

    Kety Cialdi 

    Condividi su:

  • Euphorbia milii: come proteggerla dall'inverno

    Euphorbia milii: come proteggerla dall'inverno

    Il 04/11/2016, Laura di Genova chiede:

    Scrivo per chiedere come devo trattare in inverno l'Euphorbia milii. Adesso è ancora fuori, insieme agli hibiscus, è fiorita e le foglie sono verdi. Ho notato che solo alcune foglie stanno ingiallendosi, ma la pianta vegeta, fa nuovi fiori, cresce. Vivo a Genova, il clima è temperato, cosa faccio tra un po'? La porto in casa? Temo che poi le manchi la luce... come posso proteggerla lasciandola all'esterno? Grazie mille
    marco_alberti
    Risponde l'esperto
    Marco Alberti

    Gentile signora Laura,

    la sua Euphorbia milii può essere coltivata all'aperto anche in inverno se la temperatura esterna non scende sotto lo zero: solo in tal caso conviene ritirarla in casa sino a primavera; a Genova se è in posizione riparata ed esposta a sud può lasciarla all'aperto anche nella stagione fredda; se invece ha memoria di temperature costanti per alcuni giorni sotto lo zero è bene ripararla: ora le eventuali foglie gialle non dipendono dal freddo ma da eventuali temporanei eccessi idrici o ricambio naturale delle foglie vecchie.

    Comunque un metodo per ripararla dal freddo all'esterno è quello di coprirla con un telo in tessuto-non tessuto che si acquista presso negozi di articoli per giardinaggio.

    Cordiali saluti.

    Marco Alberti
    Dottore forestale esperto in piante succulente

    Condividi su: