chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Frutta esotica: Scopri le risposte dei nostri esperti

Leggi qui sotto tutte le domande sull’argomento e le risposte date dai nostri Esperti di Giardinaggio. Guarda i titoli qui sotto elencati e clicca sul titolo che più si avvicina all’argomento di tuo interesse. Una volta cliccato sul titolo potrai leggere, per intero, sia la domanda dell’appassionato che la risposta del nostro Esperto.

Buona lettura!

Scegli l'argomento di tuo interesse:

oppure

  • Avocado: foglie arricciate con bordi scuri, come mai?

    Avocado: foglie arricciate con bordi scuri, come mai?

    Il 19/05/2019, Clara di Firenze chiede:

    Buongiorno e buona domenica. Le scrivo in merito alla mia piantina di Avocado. È sempre cresciuta verde e rigogliosa ma da un paio di giorni ho notato che le foglioline si stanno scurendo ai bordi e si stanno leggermente arricciando. Cosa potrebbe essere? Come potrei rimediare? Premetto che la tengo sempre in terrazza sotto ad una tettoia, la porto in casa quando c'è vento forte. La ringrazio anticipatamente per la risposta, saluti. Clara
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Buongiorno Clara.

    Il leggero arricciamento fogliare che nota sulle sue piante di avocado, seguito da necrosi marginale è il tipico sintomo di danno dovuto ad un eccesso idrico della pianta.

    Evidentemente la pianta l’ha tenuta fuori in questi giorni e avendo preso troppa acqua ha sviluppato questo sintomo.

    Le consiglierei per questo di far asciugare il terreno di modo che all’interno del terreno troppo bagnato rientri nei pori anche l’aria. Vedrà che in pochi giorni il sintomo sparirà e si formeranno delle nuove foglie.

    Ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

  • Di che frutto si tratta?

    Di che frutto si tratta?

    Il 13/01/2019, Sonia di Bologna chiede:

    Buongiorno, se possibile vorrei sapere che frutto è e di che pianta. Me li hanno regalati ma non so neppure se sono commestibili o cosa si può fare. Grazie
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissima Sonia.

    Il frutto in questione, è chiamato feijoa
    È di origine tropicale e si adatta bene anche nei nostri climi.

    Ha la particolarità di essere un frutto ricco di iodio, tagliandolo a metà si mangia con il cucchiaino.

    Ringraziandola della domanda le porgo i miei distinti saluti.

    Fabio Di Gioia

  • Piante di papaya che hanno fruttificato: quando sono maturi i frutti?

    Il 31/10/2018, Pippo di S. Teresa di Riva chiede:

    Ho piantato in primavera 6 piante di papaya seminate lo scorso anno, Sicilia nord-orientale 80m sul mare a 500m dal mare, hanno già fruttificato all'inizio ed alla fine dell'estate, alcuni frutti saranno di quasi tre chili, ma non danno segni di cambio colore. Domanda: quando maturano ?
    samueledalmonte
    Risponde l'esperto
    Samuele Dalmonte

    Buongiorno Pippo,

    non sono esperto in materia ma penso che i frutti siano maturi quando la buccia diventa giallo-arancio.

    Samuele Dalmonte

  • Pianta di caffè con macchie secche sulle foglie: di cosa si tratta?

    Pianta di caffè con macchie secche sulle foglie: di cosa si tratta?

    Il 18/01/2018, Rosa di Bologna chiede:

    Buonasera, ho dalla primavera scorsa una pianta di caffè che già quest'estate ha cominciato a presentare delle macchie di secco sui bordi delle foglie. Pensavo fossero il sole e il caldo perchè era sul balcone e pur essendo in una zona che prendeva sole diretto solo la mattina presto, la temperatura era comunque molto alta durante il giorno. A fine ottobre, su consiglio di un vivaista l'ho trapiantata in un vaso più grande e l'ho portata in casa. E' in una zona molto luminosa ma non con luce diretta. La nebulizzo ogni due giorni e le do un po' d'acqua in vaso. Le macchie di secco continuano a presentarsi. In questi giorni si sono moltiplicate. Sbaglio qualcosa nell'innaffiare o è un fungo o un insetto?
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve gentilissima Rosa.

    A mio modo di vedere, osservando le foglie della pianta di caffè, dalle foto allegate si vede benissimo che si tratta di una fisiopatia dovuto ad un danno da eccesso idrico, in quanto la necrosi del bordo della foglia è proprio il sintomo tipico dovuto a questa alterazione. A riprova di questo come ha ben spiegato nella sua domanda, lei ha ben rilevato che queste macchie non scomparivano in presenza del sole e del caldo, andandosi moltiplicare a seguito di una nebulizzazione dell'acqua ogni due giorni e la sua presenza nel sottovaso.

    Quello che in questo caso deve assolutamente fare è sospendere l'apporto idrico, far asciugare la terra e controllare se le macchie tendono a sparire. In tal caso si trattava effettivamente solo di un danno da eccesso idrico. In caso contrario significa che nel momento sono sorti degli attacchi parassitari di funghi e allora la pregherei di ricontattarmi per cercare di risolvere o mettere un freno alla problematica.

    In attesa di una suo nuovo riscontro e ringraziandola della domanda, la saluto cordialmente.

    Dott. Fabio Di Gioia

  • Piante di carambola che seccano dall'alto: quali possono essere le cause?

    Piante di carambola che seccano dall'alto: quali possono essere le cause?

    Il 13/01/2018, Stefano di Catanzaro chiede:

    Salve, ho delle piante di carambola, o star fruit. Ho allegato qui le foto di alcune che cominciano con l'arricciamento delle foglie più basse fino a seccare tutti i rami tranne la cima, invece su altre la pianta è seccata dalla cima verso il basso.
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Stefano,
    per quanto riguarda le sue piante di carambola che iniziano a seccarsi dall'alto verificherei la presenza di eventuali parassiti.

    Poi sia per queste che per le altre farei attenzione all'umidità del terreno, i vasi mi sembrano molto grandi e la pomice o lapillo (non capisco bene dalla foto) sulla superficie del vaso potrebbero mascherare troppa umidità.

    Ho quindi l'impressione che il substrato di coltivazione non sia adeguato. Proverei a mescolare tutta quella argilla con una parte consistente di terreno da giardino, in modo di dare alla pianta una maggiore areazione e lo spazio necessario per sviluppare le radici
    oltra ad una adeguata alimentazione.

    Le auguro buona giornata.

    Kety Cialdi 

  • Frutta esotica: quale fabbisogno idrico?

    Il 27/08/2017, Filippo di Licata chiede:

    Salve, un po’ di tempo fa, mi è stato di grande aiuto circa la risposta sul fabbisogno idrico delle piante da frutto, continuo a ringraziarLa. Oggi la domanda è sempre sul fabbisogno idrico in quanto l’acqua ha un costo abbastanza pesante per mandare avanti una produzione frutticola ma, questa volta la domanda viene sviluppata sulla frutta esotica ed in particolare se c’è qualche tipo di frutta esotica che possa andare in piena produzione con le normali piogge o con un esiguo innaffio. Da tenere presente che sto parlando dell'estremo Sud della Sicilia a circa due metri sul livello del mare in zona pianeggiante. A presto Filippo
    Fabio_DiGioia
    Risponde l'esperto
    Fabio Di Gioia

    Salve di nuovo signor Filippo.
    Venendo alla sua domanda in questione sulla frutta esotica, dove lei chiede se esistono delle piante 
    da frutto di origine tropicale e subtropicale coltivabili all'estremo sud della Sicilia e che richiedono un basso fabbisogno idrico, le posso dire sicuramente che ci sono.

    Le più importanti sono:
    1) Fico d'India
    In Sicilia è molto diffuso e ci sono zone dove questa specie viene coltivata in pieno campo, come se fossero appezzamenti a frutteto. 
    La pianta richiede poca acqua e di conseguenza limitato apporto idrico sia con le irrigazioni che con le acque di pioggia. Tuttavia richiede molta luce e ovviamente un clima asciutto e caldo.

    2) Ananas
    E' una specie di origine tropicale, ma adattabile in coltivazione anche negli ambienti mediterranei come la Sicilia. 
    Richiede acqua in abbondanza nelle prime fasi, ma successivamente sviluppando un apparato radicale profondo riesce bene ad esplorare lo strato di suolo a disposizione e quindi a richiedere poca acqua. 
    Ha bisogno di un clima caldo e leggermente umido.

    3) Banano
    Anche questa è una specie di origine tropicale e subtropicale che può essere coltivata benissimo anche negli ambienti mediterranei. 
    Ha un limitato fabbisogno idrico sia nelle prime fasi di crescita che nelle successive fasi.
    Richiede però un clima caldo e non eccessivamente asciutto e soprattutto va protetto dal freddo.

    Ringraziandola ancora della sua domanda, la saluto con cordialità.

    Dott. Fabio Di Gioia
    Specializzato nel recupero e valorizzazione di varietà vegetali antiche.

  • Come deve essere curata la pianta di coffea arabica?

    Come deve essere curata la pianta di coffea arabica?

    Il 06/05/2017, Tamara di Novara chiede:

    Buongiorno, ho acquistato questa pianta di coffea arabica. Mi hanno consigliato di tenerla in casa in una zona luminosa e lontano dalla luce diretta, di portarla in esterno quando le temperature minime saranno stabili sui 18° e tenerla in una zona di ombra. L'unica zona d'ombra che ho sul balcone però riceve circa 1 ora al giorno di sole diretto. Vorrei avere ulteriori informazioni in merito sia al trattamento, posizionamento ed irrigazione che al rinvaso. Sono più piantine nello stesso vaso lascio così oppure procedo con la separazione delle piantine? E' una pianta a crescita lenta oppure a crescita rapida? Che dimensione di vaso necessita? Ho a disposizione un terriccio biologico bel drenato che contiene della ghiaietta e dei fondi di caffè da utilizzare per il rinvaso. Grazie anticipatamente
    kety_cialdi
    Risponde l'esperto
    Kety Cialdi

    Buongiorno Tamara,
    Concordo su tutta la linea. .
    Corretta la gestione in interno, l'esposizione esterna.

    Il terriccio va bene se ben drenato anche perché, soprattutto quando fa molto caldo, la pianta ha bisogno di vaporizzazione frequenti ma non deve avere ristagno d'acqua.

    Per quanto riguarda la separazione delle piantine... Si io le separerei anche perché diversamente finirebbero per morire quasi tutte .
    Stia comunque attenta a separarli, mi sembrano tante, le radici saranno intricate...

    Se decide di separarle ricordi che per almeno 7-10 gg le piantine saranno molto delicate e dovrà averne cura particolare.


    Le auguro buona giornata

    Kety Cialdi