Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Devo creare un'aiuola con vinca minor e gaura lindheimeri: devo mettere il telo pacciamato per evitare erbacce o è meglio non metterlo?

Il 10/09/2016, Fabrizio Piccinini di L'aquila chiede:

Salve, devo fare un'aiuola con vinca minor e gaura lindheimeri: volevo sapere se devo mettere il telo pacciamato per le erbacee o piantarle senza telo. Grazie

Il 14/09/2016, Minto Pedro risponde:

Buonasera Fabrizio,

Il telo pacciamante é sicuramente un buon modo per tenere a bada le infestanti ma di sicuro non è l'ideale per la vinca minor; la bellezza di questa pianta è la sua capacità di tappezzare il terreno che la circonda. Là dove i suoi rami toccano terra, essa mette radici e da lì ancora ed ancora. Il telo di sicuro ne limiterebbe l'espansione.

Quindi in sintesi il mio consiglio è di non usare il telo.

Se lo mette, sa che dovrà lavorare di più nello stenderlo e per fare i buchi dove mettere le piante, ma poi non dovrà togliere le infestanti, consapevole del fatto che lo sviluppo della pianta potrebbe forse esserne ostacolato. Se invece non lo mette, dovrà essere paziente all'inizio per ripulire dalle erbacce ma ben presto la vinca, andando in copertura, farà il lavoro per lei.

In ogni caso, tuttavia, mettere il telo pacciamato non crea problemi irreversibili alle piante e può dunque scegliere in totale libertà se adottare questa soluzione o meno.

Cordiali saluti

Pedro Minto
Raziel Sas.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico
Minto Pedro Minto Pedro

È dal 1976 che Pedro Minto, italiano nato a Buenos Aires, si occupa di bulbi da fiore.

Raziel, il vivaio di Cittadella (PD) che porta il nome dell'angelo capace di compiere imprese impossibili, viene fondata poco dopo da Pedro, insieme alla moglie Antonella Bonato. L'azienda commercializza in Italia varietà particolari e pregiate di bulbi da fiore. La collezione fino ad ora costituita conta oggi 280 varietà di narcisi e 70 di tulipani botanici, 32 fritillarie e oltre 100 Allium, tutti mantenuti all’interno di barchesse, i tipici magazzini veneti.

Il vivaio produce inoltre più di 200 Agapanthus - www.raziel.it/agapanthus.php, un numero che è comunque destinato a crescere sempre più. Insieme agli Allium, Raziel propone una delle collezioni più ricche e complete di Agapanthus in Italia. Sono prodotti prevalentemente nei terreni di proprietà aziendale.

Ricerca e sperimentazione di nuovi fiori da bulbo sono condotte non solo rispetto alle proposte dei mercati internazionali, ma anche attraverso i viaggi compiuti in Estremo Oriente, America Latina e Sudafrica dal figlio Andrea, anche lui attivo in azienda come la sorella Margherita (spesso presente alle mostre mercato).

Grazie ai continui contatti con i numerosi fornitori e clienti, provenienti da tutta Europa, la Raziel si mantiene al passo con i tempi, con lo sguardo sempre proiettato alle nuove tendenze di mercato e alle nuove tecnologie. Tutto ciò, unito alla grande professionalità acquisita, proponze certezze e garanzie di qualità sulla qualità dei prodotti, sui prezzi che risultano sempre competitivi, e sulle consegne pronte ed attente. 

Il catalogo aziendale comprende una ricca selezione di bulbi da fiore, sia primaverili che autunnali, acquistabili online sul sito dell'azienda.

Raziel srl
Via S. Antonio 14
35018 San Martino di Lupari (PD)
Tel. 049-0990016
www.raziel.it