Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Questa pianta è davvero la Cudrania Tricuspidata? Negli alberi di Asimina o Banano del Nord stanno cadendo i frutti: perchè?

Questa pianta è davvero la Cudrania Tricuspidata? Negli alberi di Asimina o Banano del Nord stanno cadendo i frutti: perchè?

Il 08/06/2016, Fabio di Pola/Croazia chiede:

Salve. Vi scrivo per un paio di domande e sarei molto grato per le risposte. Ho allegato la foto di una pianta venduta per Cudrania Tricuspidata, ma non penso che lo sia e vorrei avere un parere di esperti in merito. In caso non lo sia, vi domando che pianta potrebbe essere. La seconda domanda riguarda i miei alberi di Asimina Triloba: quest'anno ho fatto l'impollinazione a mano e hanno attecchito. Noto però che stanno cadendo i frutti ed è successa la stessa cosa l'anno scorso. Vorrei saperne la ragione. Gli alberi sono alti più o meno 2 metri ed esposti in pieno sole. Scusate se ho sbagliato a scrivere qualcosa. Cordiali saluti dalla Croazia, Istria.

Il 10/06/2016, Fabio Di Gioia risponde:

Gentile Fabio,

riguardo alla prima domanda sulla pianta in foto, come può osservare, le foglie sono cuoriformi con l'apice acuminato, mentre se guarda la Cudrania Tricuspidata sono cuoriformi senza apice acuminato. È sicuro che si tratta di una pianta giovane e, in quella fase, la pianta produce foglie diverse da una pianta adulta, per un fenomeno detto "dimorfismo fogliare". Quindi le consiglio di guardare l'aspetto della pianta tra qualche anno, per vedere se le foglie sono cuoriformi senza apice acuminato, tenendo conto che la forma delle foglie è notevolmente variabile anche tra varietà diverse.

Quindi i casi sono due. Può trattarsi di:

  • Una pianta giovane che produce foglie di forma diversa da quelle adulte;
  • Una varietà diversa da quella considerata come la Cudrania Tricuspidata.

Riguardo invece alla seconda domanda sull'Asimina o Banano del Nord, il motivo per il quale i frutti allegati sono caduti, è dovuto al fatto che l'impollinazione manuale non è efficace, a causa della perdita di vitalità del polline quando viene prelevato e poi portato nella parte maschile.

Per avere una buona impollinazione è necessario piantare impollinatori femminili, soprattutto vicino alle piante che fanno i frutti, di modo che il polline possa spostarsi liberamente e non subire traumi che lo portino a perdere vitalità.

Per qualsiasi altra domanda sono a disposizione.

Grazie

Dott. Fabio Di Gioia
Agronomo esperto in Recupero varietà vegetali antiche
 

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico
Fabio Di Gioia Fabio Di Gioia

Fabio Di Gioia è nato a Montelupo Fiorentino nel febbraio del 1980, da una famiglia caratterizzata da una lunga e radicata tradizione contadina. Esperto di recupero e valorizzazione delle varietà vegetali antiche.

Dal 2010 a oggi organizza corsi e seminari sulle buone pratiche di conservazione e coltivazione delle varietà antiche vegetali sia in ambito erbaceo e orticolo che arboreo e frutticolo.

Lo scopo principale del suo lavoro è quello principalmente di recuperare le varietà locali e poterle reinserire in un contesto agricolo e produttivo, verso tutti coloro come le aziende agricole credono sempre di più nelle potenzialità di questo settore.

Blog: fabio13280 - fabio13280.wordpress.com