Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Piante rampicanti: le varietà più belle da far arrampicare nel balcone e in giardino

Le piante rampicanti sono ideali per abbellire giardini e balconi

Piante rampicanti: le varietà più belle da far arrampicare nel balcone e in giardino

Piante rampicanti: come riconoscerle

Le piante rampicanti si presentano in natura come delle specie dal fusto sottile e flessibile. Si tratta di una caratteristica molto importante che permette loro di arrampicarsi letteralmente lungo i tronchi degli alberi e raggiungere, nei boschi, i punti di maggiore luce. In ambienti urbani vengono utilizzate soprattutto per questa loro capacità di svilupparsi verticalmente e rendersi particolarmente adatte come piante d'abbellimento.

Coltivazione e supporti da utilizzare per le piante rampicanti

Coltivare una pianta rampicante può essere un processo molto delicato, soprattutto nella fase iniziale. Oltre al vaso in cui sceglieremo di collocare le nostre piante, è di fondamentale importanza anche il supporto che verrà utilizzato per permetterne la crescita.

Possono essere utilizzati infatti diversi tipi di supporti. Le griglie in plastica sono quelle più economiche e che richiedono minore manutenzione. E' importante però scegliere griglie ruvide, in modo da permettere alla pianta di innalzarsi con maggiore aderenza. Troviamo poi dei supporti di legno, dal prezzo leggermente più alto e con un livello di manutenzione diverso a seconda del tipo di legno utilizzato.
Le piante rampicanti possono però essere affiancate anche a semplici fili di ferro. In questo caso bisogna collocare il vaso accanto alla parete e il filo di ferro nella parte laterale del vaso per permettere alle pianta di poter attecchire sulla superficie verticale.

Quando piantare una rampicante

Il periodo di messa a dimora delle piante rampicanti può essere diverso a seconda della specie che avremo scelto. Le piante annuali come ipomee o piselli odorosi, vanno piantate quando è passato il periodo di freddo più intenso.
Le piante perenni già sviluppate possono essere piantate in qualsiasi periodo dell'anno, evitando però caldo o freddo troppo intensi. Le piante perrenni più giovani invece, possono essere piantate in primavera o in autunno.

Concimazione delle piante rampicanti

Una volta piantata la nostra rampicante è necessario prestarle cura ed attenzione affinchè possiate ottenere il risultato da voi desiderato. Le piante in vaso devono essere trapiantate ogni 3 o 4 anni e concimate in maniera regolare da marzo o aprile, fino a luglio, con un concime liquido da unire all'acqua.

La cura delle piante rampicanti coltivate direttamente nel terreno invece, richiede un concime granulare o organico da inserire in autunno o primavera.

Innaffiatura delle piante rampicanti

Le piante rampicanti richiedono un'innaffiatura costante soprattutto nei periodi particolarmente caldi. Ricordate sempre di monitorare l'umidità del terreno per evitare che questo si secchi troppo. Le piante sempreverdi e quelle coltivate in vaso, necessitano invece anche di un'innaffiatura invernale.

Come potare le piante rampicanti

Se avete piantato la vostra rampicante da poco tempo sarà necessaria semplicemente una potatura leggera in modo da sfoltire i rami più fitti ed evitare il sopraggiungere di eventuali malattie. Le piante più longeve invece, richiedono una potatura successiva alla fioritura. Se però fioriscono in estate o in autunno, è necessario potarle a inizio primavera. Per una sfoltitura migliore sarà necessario togliere dalla pianta rampicante i rami secchi, più vecchi, o quelli più disordinati. Se la pianta rampicante appartiene ad una specie che presenta colori variegati sarà opportuno eliminare i rami monocolore.

Piante rampicanti - Qualche altro consiglio

Essendo le piante rampicanti addossate al muro, è necessario lasciare uno spazio di 30 o 40 cm da porte e finestre per evitare che sgradevoli insetti o piccoli animaletti possano annidarsi in casa.

Ricordate infine di controllare, ad ogni primavera, i nodi che legano le piante rampicanti ai supporti per verifcarne la stabilità ed evitare che questi possano danneggiare i rami.

Leggi gli altri articoli sulle piante rampicanti:

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.