Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Rosmarino officinale: caratteristiche e coltivazione

Segui i consigli per farlo crescere nella maniera giusta

Pubblicato il 05/10/2016 da in Piante Perenni
Tag: Piante aromatiche
Rosmarino officinale: caratteristiche e coltivazione

Nei nostri vivai produciamo molte varietà di rosmarino sia eretto, che ricadente e tappezzante. Il rosmarino è una pianta robusta ed estremamente rustica, che si può acquistare sia in vaso che in zolla, per la messa a dimora nei giardini

Caratteristiche del rosmarino e varietà

La maggior parte delle varietà di rosmarino tollera bene il freddo e l'umidità invernale, anche se parte dei getti più giovani tendono a bruciarsi un po' con le gelate invernali. Il rosmarino è una pianta officinale, nonchè un arbusto di incomparabile bellezza. Il mio consiglio è quello di utilizzarlo soprattutto come siepe, perchè è una pianta molto profumata, sempreverde e ha una fioritura meravigliosa, che vira tra viola, blu, azzurro-violetto e bianco.

Anche la varietà di rosmarino ricadente può essere utilizzato in cucina e nei vasi del nostro terrazzo, grazie alle sue doti ornamentali. Esso infatti non perde le foglie in inverno e, rifiorendo, da agosto ad aprile, sta molto bene in giardino.

Il rosmarino è una varietà tappezzante, dotata di una incredibile capacità di crescita e sviluppo. La sua crescita è veloce e rigogliosa, quindi è la scelta giusta se dovete decorare un giardino spoglio in poco tempo. Sostiene bene il terreno delle scarpate e controlla anche le erbe infestanti.

Si tratta di una varietà che difficilmente prende malattie, quindi, se piantato in terra, necessiterà di pochissima acqua.

Come deve essere potato il rosmarino? Scoprilo leggendo la risposta dell'esperto!

Rosmarino: coltivazione

Quando comprate il rosmarino in vaso, il più delle volte per utilizzarlo nelle preparazioni culinarie, vi suggerisco di trapiantarlo entro poche settimane in un vaso più grande, della dimensione di almeno 30 cm di diametro. Dovrete posizionarlo in pieno sole o a mezz'ombra. Tollera e sopporta bene anche i lunghi periodi siccitosi, ma dovrete annaffiarlo regolarmente, per garantire alla pianta le giuste condizioni per la crescita e lo sviluppo.

Autunno ed inverno, ma anche primavera, sono le stagioni ideali per realizzare giardini e terrazzi: in questo periodo, infatti, abbastanza fresco o addirittura freddo, le piante non soffrono con il trapianto ed attecchiscono senza difficoltà, grazie anche all'elevata umidità. Per cui se desiderate fare un giardino e mettere a dimora rosmarino, vi suggerisco di affrettarvi e di preparare il terreno entro ottobre/novembre, in modo da poter trapiantare, oltre al rosmarino, anche altre piante perenni aromatiche come la lavanda e la salvia.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da