chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 
Trustpilot

Rosmarino officinale: caratteristiche e coltivazione

Segui i consigli per farlo crescere nella maniera giusta

Rosmarino officinale: caratteristiche e coltivazione

Il rosmarino è una pianta robusta ed estremamente rustica, che si può acquistare sia in vaso che in zolla, per la messa a dimora nei giardini

Caratteristiche del rosmarino e varietà

La maggior parte delle varietà di rosmarino tollera bene il freddo e l'umidità invernale, anche se parte dei getti più giovani tendono a bruciarsi un po' con le gelate invernali. Il rosmarino è una pianta officinale, nonchè un arbusto di incomparabile bellezza. Il mio consiglio è quello di utilizzarlo soprattutto come siepe, perchè è una pianta molto profumata, sempreverde e ha una fioritura meravigliosa, che vira tra viola, blu, azzurro-violetto e bianco.

Anche la varietà di rosmarino ricadente può essere utilizzato in cucina e nei vasi del nostro terrazzo, grazie alle sue doti ornamentali. Esso infatti non perde le foglie in inverno e, rifiorendo, da agosto ad aprile, sta molto bene in giardino.

Il rosmarino è una varietà tappezzante, dotata di una incredibile capacità di crescita e sviluppo. La sua crescita è veloce e rigogliosa, quindi è la scelta giusta se dovete decorare un giardino spoglio in poco tempo. Sostiene bene il terreno delle scarpate e controlla anche le erbe infestanti.

Si tratta di una varietà che difficilmente prende malattie, quindi, se piantato in terra, necessiterà di pochissima acqua.

PORTALE DEL VERDE CONSIGLIA

 
 

Di seguito un elenco di prodotti per il giardinaggio che abbiamo scelto per te (e che puoi acquistare online), che ti permetteranno di mettere in pratica, fin da subito, le indicazioni contenute in questo articolo.

1. Concime liquido --> https://bit.ly/concime_aromatiche

2. Terriccio piante aromatiche --> https://amzn.to/3fTSoLM

3. Olio di neem --> https://bit.ly/olio-neem-puro

4. Sapone molle --> https://bit.ly/sapone-molle

5. Vaso per propagazione --> https://bit.ly/3dKBzAL

Rosmarino: coltivazione

Quando comprate il rosmarino in vaso, il più delle volte per utilizzarlo nelle preparazioni culinarie, vi suggerisco di trapiantarlo entro poche settimane in un vaso più grande, della dimensione di almeno 30 cm di diametro. Dovrete posizionarlo in pieno sole o a mezz'ombra. Tollera e sopporta bene anche i lunghi periodi siccitosi, ma dovrete annaffiarlo regolarmente, per garantire alla pianta le giuste condizioni per la crescita e lo sviluppo.

Autunno ed inverno, ma anche primavera, sono le stagioni ideali per realizzare giardini e terrazzi: in questo periodo, infatti, abbastanza fresco o addirittura freddo, le piante non soffrono con il trapianto ed attecchiscono senza difficoltà, grazie anche all'elevata umidità. Per cui se desiderate fare un giardino e mettere a dimora rosmarino, vi suggerisco di affrettarvi e di preparare il terreno entro ottobre/novembre, in modo da poter trapiantare, oltre al rosmarino, anche altre piante perenni aromatiche come la lavanda e la salvia.

Terreno e clima ideali

Il rosmarino è uno dei protagonisti della macchia mediterranea: ama il caldo e cresce bene esposto ai raggi diretti del sole. Si adatta molto bene ai territori tendenti alla siccità e non ha bisogno di molta quantità di acqua. Cresce florido e rigoglioso in un terreno ben drenato e ricco di sostanze organiche, ma bisogna fare attenzione a non favorire l'insorgenza di ristagni d'acqua. La pianta del rosmarino cresce bene sia all'aperto, piantato nell'orto, ma anche in vaso, nel terrazzo e nel balcone.

Le piantine hanno bisogno di una dose costante di acqua, ogni giorno, finché la pianta diventa matura e sopporta molto bene anche i climi caldi e torridi, diventando resistente alla siccità.
In autunno e in inverno, quando le piogge sono più frequenti, è consigliato non dare da bere alla pianta e ripararla dal freddo con delle protezioni che la lascino respirare.

Concimazione e irrigazione del rosmarino

Per quanto riguarda la concimazione del rosmarino, deve essere effettuata ogni 15 giorni, arricchendo il terriccio con del fertilizzante organico, specifico per piante verdi. Un compost di fertilizzante organico è in genere formato da alghe, guano ed escrementi di volatili marini, sterco, letame, stallatico, acidi umidi e fibre legnose. Un concime organico è assorbito lentamente dal terriccio ma ha la qualità di nutrirlo in modo profondo, mantenendo il giusto livello di umidità del terreno.

La pianta del rosmarino deve essere irrigata tutti i giorni nel primo anno d'età, quando le infiorescenze stanno crescendo gradualmente. Quando la pianta è matura, resiste molto bene al caldo e alla siccità ed è necessario annaffiarla di frequente solo d'estate.

Le piante in vaso di rosmarino in casa hanno bisogno di un altro tipo di trattamento: vanno annaffiate di più se vivono a contatto con ambienti dall'aria molto secca o in terrazzi e balconi dove tira molto vento.

Metodi di moltiplicazione

Il rosmarino si riproduce attraverso il seme, verso l'inizio della primavera, ma anche per talea. La pianta, infatti ha una facilità naturale a generare radici e ramificazioni radicali. La riproduzione per talea si effettua di solito con la bella stagione e con l'approssimarsi delle prime giornate di caldo, ma può avvenire anche in inverno, proteggendo con cura la piantina dal freddo e dal gelo.

In una procedura normale il rametto di rosmarino viene ripulito e sfrondato; si effettuano dei tagli precisi inferiori sotto al nodo e si pianta in un compost di terriccio e sabbia di fiume, per poi essere annaffiato quotidianamente.

Proprietà benefiche del rosmarino

La pianta di rosmarino contiene delle proprietà benefiche per stimolare la memoria e delle virtù utilizzate nella cosmesi per la cura della pelle, dei capelli e delle unghie.
È ricco di flavonoidi, elementi che contrastano l'invecchiamento e la produzione di radicali liberi, ed è un toccasana per tutto l'organismo.
Per questo motivo vengono riconosciute alla pianta del rosmarino delle importanti proprietà antiossidanti e tonificanti che mantengono il corpo in salute.

Il rosmarino è un antidolorifico e un ottimo antinfiammatorio, con principi antibatterici e antisettici che prevengono le infiammazioni più comuni. Dai suoi estratti si ottengono, sin dalla medicina più antica, degli sciroppi contro i malanni di stagione e delle bevande per limitare mal di testa e dolori mestruali.
Ma il rosmarino è soprattutto una fonte di salute per l'apparato gastrointestinale:

  • contiene capacità digestive e carminative: con un decotto di rosmarino si possono contrastare reflussi gastrici, flatulenze e gas intestinali, gonfiori di stomaco;
  • consumato come bevanda calda, è un ottimo digestivo 100% naturale;
  • viene utilizzato per eliminare i parassiti intestinali;
  • è consigliato in caso di inappetenza perché stuzzica la fame;
  • è molto utile per stimolare il corretto transito intestinale: un decotto di rosmarino, consumato regolarmente, è un vero portento contro la stipsi.

Questa pianta virtuosa è conosciuta anche per le sue preziose proprietà benefiche contro la depressione, calma le emicranie e le nevralgie ed è utile contro il mal di denti. Viene utilizzato anche per curare i dolori reumatici e muscolari ed è un ottimo calmante 100% naturale, utile per contrastare ansia e stress.

Tra le proprietà benefiche del rosmarino, bisogna ricordare anche le sue virtù cosmetiche, utilizzate nei prodotti di bellezza sin dall'antichità.

Ad esempio, la sua azione purificante viene usata per ottenere scrub esfolianti e creme per il viso e il corpo; è molto utile anche contro forfora e capelli grassi.

Uno shampoo al rosmarino è un valido alleato per capelli puliti a lungo e per una chioma sana e forte: i principi attivi dell'erba aromatica contrastano la caduta dei capelli e stimolano il follicolo del cuoio capelluto, favorendo la crescita.
Il rosmarino azzera i cattivi odori e combatte la proliferazione dei batteri, per questo viene utilizzato per la produzione di deodoranti e creme astringenti per ascelle, lozioni per piedi e parti intime.

È il protagonista anche di dentifrici e collutori dal gradevole sapore.

Infine, in commercio esistono tante varietà di creme idratanti per viso al rosmarino, purificanti e utili per contrastare brufoli, acne e punti neri: si trovano facilmente anche in erboristeria.

Per quanto riguarda il sistema cerebrale, è risaputo che l'olio essenziale di rosmarino, usato moltissimo in aromaterapia, è un valido alleato per stimolare la memoria e le capacità cognitive, soprattutto in età avanzata.

Malattie più comuni della pianta del rosmarino

Il rosmarino officinale è una pianta molto resistente, amata soprattutto dagli insetti impollinatori come le api, ma meno dai comuni parassiti dell'orto.
Tuttavia, alcune specie di insetti, come il coleottero crisomelide americano, possono essere ghiotti delle sue infiorescenze, ma sono varietà molto rare nel nostro territorio.

Il maggior pericolo per questa pianta consiste in una scorretta irrigazione e nella formazione di ristagni d'acqua che possono farla marcire e causare le classiche foglie nere e gialle.

L'oidio, chiamato anche mal bianco o mal bianco, è un'altra malattia diffusa in tante piante che si può combattere con una soluzione in rame.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.