Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Le piante da interno: quali le varietà più verdi e più adatte

Le piante da interno: il magico e colorato mondo delle piante da interno

Le piante da interno: quali le varietà più verdi e più adatte

Le piante da interni sono delle piante di origine tropicale o subtropicale che generalmente vengono coltivate in vaso nelle proprio abitazioni. Le utilizziamo per decorare la nostra casa o come dono ai nostri amici. Questo articolo sarà uno strumento per introdurre, tutti coloro che sono interessati, nel magico mondo delle piante da interno. Esistono varie tipologie e specie che possono essere utilizzate come piante da interno che essendo differenti tra loro hanno bisogno di cure differenti.

Piante da interno

Provenienza

Le piante da interno generalmente sono di provenienza tropicale, cioè dalle foreste pluviali dell'America centrale e latina, o delle fasce caldo temperate africane e asiatiche. Questo perché nelle nostre case vi è un clima tendenzialmente caldo in tutte le stagioni dell'anno, quindi un habitat ideale per questo tipo di piante. Ovviamente queste piante avrebbero una crescita spropositata, ma il vaso contiene la loro crescita radicale, di conseguenza anche quella verticale.

Ad ognuno la giusta luce

In ogni casa esistono dei luoghi più ombreggiati, cioè poco esposti alla luce esterna. Anche in questi angolini si possono sistemare delle piante da interno. Le piante da foglia, cioè quelle piante che si notano per la virtù del loro fogliame, si adattano molto bene a queste zone poco luminose. Esistono piante che, invece, nascono in pieno inverno e che quindi devono necessariamente essere posizionale nelle aree più nascoste. Ne sono esempio le cosiddette Stelle di Natale e i Cactus di Natale. Esistono poi le zone luminose che sono appannaggio delle piante da fiore, che appunto per far sbocciare tutta la loro bellezza richiedono molta luce.

Idrocoltura

Ultimamente tra le piante da interno più di moda vi sono quelle coltivate con il metodo dell'idrocoltura; quest'ultimo è un innovativo sistema di coltivazione che permette di far crescere le vostre piante anche in assenza di materiale terroso. È possibile farlo con un apposito vaso di vetro riempito con dell'argilla espansa provvista di pori, che ospiterà l'apparato radicale della vostra pianta. Quest'ultima trarrà il nutrimento necessario dal liquido presente nel contenitore. È importante sottolineare che con questo metodo la durata della vita delle piante da interno quintuplica e riesce a resistere meglio a condizioni temporanee avverse, come le mancanze d'umidità e luminosità. Con questa nuova tecnica si evitano i fastidiosi ristagni d'acqua che si formano con le tradizionali tecniche di annaffiatura. È importante anche sottolineare che con questo metodo l'apparato radicale della pianta ha uno sviluppo più lento, questo ha dei vantaggi poiché richiede rinvasi meno frequenti ma potrebbe creare problemi alla pianta in quanto rallenterebbe anche la sua crescita verticale. Le piante che più si prestano a questa tecnica di coltivazione sono quelle tropicali come ad esempio i Ficus e i Philodendri.

Consigli generali

Le piante da interno che richiedono esposizioni alla luce prolungata devono essere posizionate nelle aree più luminose della casa, evitando che i raggi solari colpiscano direttamente la pianta. Bisogna tenere le piante il più lontano possibile dalle fonti irroratrici di calore. Il vaso non dovrebbe essere posizionato direttamente sulle superfici marmoree ma preferibilmente sul legno, poiché il marmo surriscaldandosi potrebbe creare problemi alla pianta. Ed è contro indicato fornire troppa acqua, se ne viene somministrata troppa le radici marcirebbero. Attualmente esistono anche due tecniche dell'innaffiatura che sono quella tradizionale, innaffiatoio e acqua, oppure con la tecnica della subirrigazione.

Accorgimenti al momento dell'acquisto

Al momento dell'acquisto bisogna stare attenti e seguire alcuni accorgimenti. Controllare sempre le foglie della vostra pianta; ad esempio se i margini delle foglie sono brunastri è indice di concimazioni squilibrate. Un altro punto molto importante da notare è il vaso in cui è inserita la pianta, se questo è molto più piccolo rispetto alla chioma vi sarà sicuramente un deficit volumetrico verso l'apparato radicale.

Leggi gli altri articoli su PIANTE INTERNO:

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.