chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Piante da appartamento: come purificare l'aria di casa

Piante da appartamento: come purificare l'aria di casa

Non tutte le persone hanno il tempo, lo spazio e la possibilità di prendersi cura di un giardino, è per questo motivo che alcuni hanno sulla propria scrivania una piccola e graziosa pianta d'appartamento. L'acquisto di piante appositamente selezionate per vivere in un appartamento non è di certo una novità, si tratta infatti di un'usanza che risale all'Europa del XIX secolo quando, nella lontana Inghilterra, aveva inizio la cosiddetta età Vittoriana.
I motivi che spingono le persone a coltivare piccole piante d'appartamento sono vari: alcuni sfruttano la loro forma per rinfrescare e decorare gli spazi della propria casa, altri per purificare l'aria dell'ambiente in cui vivono e altri ancora per pura passione. Ma vediamo alcune delle piante d'appartamento più richieste.

Agave

L'agave è una pianta originaria del centro America e viene esportata in Europa solo intorno al XVIII secolo per motivi di studio e per essere utilizzata come pianta ornamentale. A causa della sua crescita molto lenta, l'agave è soprannominata anche century plant, o pianta centenaria in italiano. Essendo una pianta d'appartamento grassa, è ottima per coloro che non hanno molto tempo da dedicare all'annaffiatura e vogliono un esemplare resistente e rigoglioso tutto l'anno.
Oltre che al famoso utilizzo come pianta decorativa, questo arbusto perenne è soprattutto apprezzato per le sue ottime proprietà medicinali.
L'agave conserva al suo interno l'inulina, un importante carboidrato in grado di abbassare il colesterolo, favorire il senso di sazietà e mantenerlo più a lungo, facilitare la digestione, riequilibrare la flora batterica dell'intestino e combattere la stitichezza grazie alle sue proprietà lassative. In commercio, inoltre, è possibile trovare il succo d'agave o sciroppo d'agave dolcificante, consigliato come surrogato dello zucchero per chi soffre di diabete. Ma non solo, l'agave è una scelta vincente per coloro che vivono in un'ambiente inquinato o più semplicemente hanno a cuore la salubrità dell'aria che respirano. Questa pianta d'appartamento, infatti, ha la capacità di purificare lo spazio in cui è inserita, garantendo un tenore di vita più sano.

Beaucarnea Recurvata

Anche la beaucarnea, comunemente chiamata Nolina, è una pianta d'appartamento giunta fino a noi dal centro America e che, nel suo Paese d'origine, il Messico, viene addirittura inclusa tra le specie protette per la sua importante proprietà. Questa piantina sempreverde, infatti, possiede la straordinaria capacità di assorbire i gas ed i fumi nocivi che la circondano senza subire alcun danno, non a caso è più comunemente conosciuta con il nome di pianta mangiafumo. Come l'agave, la beaucarnea non ha bisogno di eccessive cure per poter crescere sana e rigogliosa e ciò fa di lei un'ottimo esemplare di pianta d'appartamento. Grazie ad un rigonfiamento riposto nella parte inferiore del fusto, l'arbusto è in grado di immagazzinare acqua a sufficienza per idratarsi durante lunghi periodi di siccità e aridità del terreno.

Pianta d'incenso

La pianta d'incenso, o Plecthranthus, è una pianta che proviene dalle zone tropicali dell'India e dell'Oceania. Assume questo insolito nome da una sua caratteristica peculiare che l'ha resa tra le piante d'appartamento più amate. L'esemplare, pur non avendo nulla a che fare con la Boswellia sacra (l'albero dal quale si estrae la resina per la lavorazione dell'incenso), è comunemente chiamato in questo modo a causa del suo caratteristico profumo che ricorda molto quello dell'incenso. La gradevole fragranza non è piacevole solo all'olfatto, ma è anche un ottimo repellente per insetti, soprattutto le zanzare.

Falangio

Senza ombra di dubbio, la pianta d'appartamento più semplice da coltivare è il Falangio. Chiamato anche Nastrino a causa della forma delle foglie che ricordano dei lunghi nastri, il Falangio è un esemplare che prospera felicemente in zone tropicali. Non a caso proviene dalle zone più calde dell'Africa, dell'Asia e dell'Australia. Tra i soprannomi più divertenti dovuti al suo aspetto fisico, troviamo anche il termine inglese spider plant, pianta ragno in italiano, proprio a causa della somiglianza tra gli esemplari di Falangio ed i ragni. È una pianta che non ha bisogno di molte cure ed è anche questa caratteristica a renderla un'eccellente opzione tra le piante d'appartamento. Tra le sue proprietà troviamo un'interessante predisposizione all'assorbimento di monossido di carbonio nell'aria, è quindi ottima per le zone particolarmente inquinate della città dove piante di questo tipo sono la soluzione ideale per la purificazione dell'aria.
Per quanto riguarda l'annaffiatura, anche il falangio non ha particolari necessità. È di vitale importanza, però, che l'esemplare abbia a disposizione molta luce e sia sottoposto a frequenti vaporizzazioni con acqua distillata.

Spatifillo

Conosciuta anche con il soprannome di pianta cucchiaio, lo spatifillo è un'elegante pianta tropicale d'appartamento proveniente dal sud America, più precisamente dalla Malesia. Il nome originale dello Spatifillo deriva dalla lingua greca e significa "spathe", spada, e "phyllon", foglia, che nel linguaggio dei fiori si trasforma in "io ti difenderò", rendendola un rinomato regalo tra amici ed amanti. Anche questo esemplare, insieme al Falangio e alla Beaucarnea, rientra di diritto nella categoria delle piante antismog. Ha infatti l'utilissima capacità di assorbire in modo permanente i gas inquinanti dell'aria senza restarne danneggiata e produrre in cambio molto ossigeno. Lo spatifillo è una pianta facile da coltivare che, a differenza delle altre piante, cresce bene in condizioni di scarsa luminosità. Pur non essendo un giglio, l'infiorescenza bianca a forma di lingua ne ricorda le fattezze, tanto che in Inghilterra è comunemente chiamata peace lily, letteralmente tradotto in italiano con il nome di giglio della pace.

Sanseveria

Tra le piante perenni che possiamo coltivare comodamente in casa compare la sanseveria. Chiamata anche snake plant, ovvero pianta serpente in italiano, o lingua di suocera, questo esemplare è nativo di zone con temperature molto alte come l'Africa tropicale e l'India. Bisogna fare attenzione durante l'irrigazione di questa specie dato che annaffiature troppo abbondanti e frequenti potrebbero creare dei fastidiosi ristagni intorno alle radici della pianta, causandone la morte. Se coltivata nel modo giusto, la sanseveria è una perfetta alleata contro l'inquinamento degli spazi domestici dovuti a smog, fumo di sigarette o anche a deodoranti e detersivi tossici per la salute. Le dimensioni che non superano mai i 70 cm di altezza e la sinuosa forma allungata delle foglie la inseriscono per merito tra le piante più belle da avere in ufficio o in salotto. Il clima del nostro Paese, in realtà, è ottimo per la crescita di questa pianta, quindi è consigliabile farle prendere una boccata d'aria fresca sul balcone o su un davanzale, di tanto in tanto.

Pothos

Il pothos è una specie di piante rampicanti originarie delle isole del Pacifico e di alcune zone sub-tropicali dell'Asia. Queste piante d'appartamento sono molto facili da coltivare, tanto da essersi aggiudicate il nome di pianta degli smemorati proprio grazie alle ottime capacità di adattamento e resistenza alle condizioni sfavorevoli. La pianta di pothos è facilmente riconoscibile grazie alle sue foglie di un intenso verde brillante e dalla caratteristica forma a cuore che, molto probabilmente, le ha dato il nome. Pothos, infatti, deriva da un termine greco che significa desiderio, concetto fortemente legato all'amore, come ricordato dal particolare fogliame.
Tra le sue proprietà troviamo, come altri esemplari in precedenza, la capacità di depurare l'aria dello spazio in cui è immersa senza subirne le conseguenze. Tra le sostanze nocive che è in grado di eliminare ci sono alcuni componenti delle vernici usate per imbiancare gli interni delle abitazioni, tra cui il toluene e la formaldeide.

Areca

Un'altra piantina perenne ideale per coloro che sono alla ricerca di un po' di verde nelle loro case ma non hanno molto tempo da dedicare ad un vero e proprio giardino, è l'areca. Questa famosa pianta da appartamento è originaria del Madagascar e di alcune isole della Tanzania e richiede un clima temperato e costante per crescere bene, quindi la temperatura di un appartamento è l'ideale per un esemplare che teme il freddo ed i forti cambiamenti climatici. L'areca, a differenza delle altre piante d'appartamento, è una specie di palma molto piccola che nonostante la sua natura difficilmente raggiunge e supera i due metri d'altezza. La sua forma slanciata ed elegante e le sue fronde luminose la rendono un allettante elemento d'arredo, ma questo esemplare non è solo gradevole alla vista, è anche molto utile se coltivato bene. È raro che l'areca riesca a fiorire in vaso, ma dalle ricercatissime infiorescenze profumate germogliano delle bacche che, se masticate a lungo, secernano sostanze alcaloidi che favoriscono la digestione. Anch'essa, come gli altri esemplari citati, ha l'utilissima capacità di purificare lo spazio di casa e ufficio da gas nocivi, dannosi per la salute.

Dracena

Forse la più comune tra le piante d'appartamento, non tutti sanno che oltre alla sua bellezza ed eleganza la dracena possiede anche molte proprietà.
La dracena è una pianta che affonda le sue radici in territorio africano e comprende circa 40 specie. Il nome della pianta deriva dal greco "drakaina" che è letteralmente tradotto come femmina di drago. Questo nome è dovuto alla resina prodotta dalla pianta che, una volta secca, diventa rossa come il sangue di drago. Molti alchimisti, in tempi antichi, utilizzavano questa sostanza per guarire le ferite oppure per eliminare la ruggine dagli utensili in metallo.
Già sappiamo che l'ambiente domestico è un habitat ideale per un inquinamento tanto sottile quanto dannoso che comporta disturbi più o meno gravi per la salute. Un eterno alleato alla lotta contro l'inquinamento da ufficio è la dracena. Questo esemplare è noto per la sua capacità di assorbire anidride carbonica e rilasciare, in cambio, una generosa quantità d'ossigeno ottima per la concentrazione. Inoltre, la dracena è in grado di controllare l'umidità dell'ambiente in cui si trova, riducendo di gran lunga il rischio di patologie ad essa strettamente connesse.

In conclusione, si è potuto osservare come una semplice pianta d'appartamento possa portare con sè innumerevoli vantaggi per la salute, senza parlare della bellezza che un tocco di verde può aggiungere ad una casa con impegno pari a zero.

 

Se hai letto questo articolo potrebbe interessarti anche:

5 cose da non fare assolutamente con le piante d'appartamento

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.