chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Ipomoea: varietà e coltivazione

Piante rampicanti per ogni stagione

Ipomoea: varietà e coltivazione

L'ipomea appartiene alla famiglia delle Convolvulaceae e comprende circa 500 specie erbacee annuali o perenni, spesso rampicanti con fusti volubili, ed arbusti; diffuse per lo più nelle zone tropicali. Il nome deriva da due termini greci: “ipos” (lombrico, verme) ed “homoios” (simile a) a causa della volubilità del fusto di queste piante. La loro bellezza risiede nelle lunghe e prolungate fioriture, dall’estate al tardo autunno, con fiori dalla corolla a imbuto con colori che variano dal bianco al rosa, dal viola al blu.

Varietà di ipomoea

  • Ipomoea indica: liana perenne erbacea, alta sino a 5 metri, provvista di fusti volubili, con foglie spiralate, in genere trilobate, lunghe 3-7 centimetri, acuminate; i fiori, molto abbondanti, sono di colore blu, azzurro o porpora con varie sfumature, con centro bianco o giallo, imbutiformi, larghi 5-14 centimetri;
     
  • Ipomoea bona-nox: liana perenne erbacea, alta sino a 30 metri, provvista di fusti volubili, con foglie alterne, intere o trilobate, cuoriformi, lunghe 5-15 centimetri; i fiori, molto abbondanti, profumati, sono di colore bianco o rosa chiaro, imbutiformi, larghi 8-14 centimetri;
     
  • Ipomoea purpurea: pianta annuale erbacea, alta sino a 4 metri, provvista di fusti volubili e pelosi, con foglie cuoriformi, lunghe 5-15 centimetri; i fiori, che rimangono aperti solo il mattino, sono disposti in gruppi di 2-5 su peduncoli più lunghi delle foglie, la corolla è ad imbuto, larga 4-6 centimetri, di colore azzurro oppure purpureo-viola;
     
  • Ipomoea nil: liana annuale erbacea, alta sino a 5 metri, tormentosa, provvista di fusti volubili, con foglie intere o a 3-5 lobi, ovate, a base cordata, lunghe 5-15 centimetri, pubescenti; i fiori, molto abbondanti, solitari o in infiorescenze, sono di colore blu, azzurro, porpora o rosso (a seconda delle cultivars) con varie sfumature, con tubo bianco, imbutiformi, larghi 3-5 centimetri.

Leggi le risposte degli esperti su PIANTE RAMPICANTI:

Coltivazione dell'ipomoea

L'esposizione dell'ipomea deve avvenire in luogo soleggiato, al riparo dai venti freddi, su terreno fresco, ben drenato, con irrigazione regolare durante la stagione di crescita. Durante l’inverno rigido e nei climi temperati la parte aerea può soffrire. Dove l’inverno è rigido sono spesso coltivate come specie annuali in vaso.

Come si propaga l'ipomoea

Per seme in primavera, dopo che questo è stato scalfito e immerso in acqua tutta la notte.

Per le specie perenni si può optare anche per il tubero o le talee radicali, quest'ultimo processo velocizzabile con degli ormoni radicanti.

Dove utilizzare le ipomoea

Come piante ornamentali sono ideali per pergole, recinzioni e gazebo, avvolgendosi agevolmente ai supporti; quasi tutte le specie tendono però a invadere i terreni limitrofi.

Leggi gli articoli sulle piante rampicanti:

Come coltivare l'ortensia rampicante schizophragma hydrangeoides

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da marco_alberti

marco_alberti

Marco Alberti è Dottore Forestale, esperto in Piante Cactacee e Succulente, e autore di alcuni studi e volumi sulla flora spontanea e ornamentale. In particolare si occupa di piante succulente coltivate in Italia sia nei giardini pubblici che a livello amatoriale e acquistabili presso vivai specializzati.

La lunga carriera professionale del professor Alberti è costellata di esperienze lavorative di successo, arricchite da Studi botanici, ecologici e paesaggistici, Consulenze per progettazione di aree verdi con analisi paesaggistica, valutazione di impatto ambientale, studi d’incidenza ecologica, Pianificazione forestale per le proprietà di numerosi comuni ed istituzioni locali; Progettazione e direzione lavori in ambito forestale.

Il professor Alberti è docente e autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative ed è stato relatore in seminari e convegni.

Se desideri saperne di più sulle Piante Cactacee e Succulente, contatta Marco Alberti:

Dottore Forestale Marco Alberti
via Giulio Cesare, 61
18012 Bordighera (IM)
cellulare: 3293115080