chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Ficus Benjamin: come arricchire il vostro giardino e non solo

Ficus Benjamin: come arricchire il vostro giardino e non solo

Il Ficus Benjamin (o Ficus benjamina o Ficus beniamino), è una pianta originaria dell'Asia ed Oceania molto scenografica, capace di purificare l'aria e dalle foglie allungate di colore verde lucido.
In Europa è utilizzata come pianta d'appartamento, in Italia ed in particolare nei giardini botanici in Sicilia e ad Ischia viene coltivata in piena terra.
Il Ficus Benjamin può raggiungere fino a 30 metri di altezza, mentre in vaso può toccare i 2/3 metri.

Tipi di Ficus Benjamin

Esistono circa un migliaio di varietà di Ficus Benjamin, tra le più conosciute troviamo:

  • il Ficus Benjamina Exotica che ha foglie molto lucide con nervature scure
  • il Ficus Benjamina Golden King caratterizzato da foglie con i contorni bianchi e macchie verde-grigio
  • il Ficus Benjamina Nuda con foglie ondulate e strette
  • il Ficus Benjamina Mini Gold caratterizzato da foglie molto piccole con contorno bianco, simile per il contorno bianco delle foglie alla varietà Starlight.

Come potare il Ficus Benjamin

La potatura del Ficus Benjamin si effettua in primavera ed è finalizzata principalmente al controllo della sviluppo della chioma, così da dare una forma ben definita e non disordinata ai rami.
In inverno invece è meglio potare i rami di grandi dimensioni, questo perché la sostanza lattiginosa prodotta è minore in questo periodo.
I rami invece secchi o malati si potranno eliminare in qualsiasi periodo dell'anno.

Quale esposizione per Ficus Benjamin

La pianta vive bene sia in vaso che in piena terra, la scelta dipenderà da temperatura e clima.
La pianta necessita di temperature di circa 20/22°C e notturne non inferiori ai 13°C.
Si adatta ai diversi tipi di terreno ma preferisce quello ricco e subacido, l'ideale è una mescola di terriccio boschivo, stallatico ed un pò di argilla, in alternativa un terriccio con foglie in decomposizione o torba.
Il drenaggio è fondamentale, ottimo l'uso di argilla espansa, ciottoli o cocci da porre a fondo vaso o nella buca di piantagione.
Da preferire le zone luminose ma non con luce del sole diretta.

Quando annaffiare il Ficus Benjamin

La pianta non tollera i ristagni idrici quindi è necessario ottimizzare il drenaggio, sia in vaso che in piena terra.
Le innaffiature vanno regolate seguendo le stagioni: da Aprile ad Ottobre andrà bagnato più di frequente, mentre in inverno le innaffiature sono minori.
Per capire quando è necessario bagnare il Ficus, basterà inserire un dito nel terreno e verificare il grado di umidità.

Ficus Benjamin malattie

Il Ficus viene attaccato da insetti come gli acari che tessono ragnatele chiare sulle foglie, e dai tripidi che deformano le foglie e le scoloriscono.
Altri nemici sono la cocciniglia bruna che forma macchie scure sulle foglie, e la cocciniglia farinosa che ricopre le foglie con secrezioni simili al cotone.
Il ragnetto rosso invece provoca macchie gialle o marroni sul fogliame; in generale tutti questi parassiti compaiono a causa di un ambiente troppo secco.
Ficus Benjamin con foglie gialle o foglie secche possono essere sintomo di mancanza di luce o sostanze nutritive nel terreno.

Come riprodurre il Ficus Benjamin

Per riprodurre il Ficus Benjamin si usa il metodo per talea o per margotta.
Entrambe le tipologie di talea Ficus Benjamin vanno tagliate al di sotto del nodo con un coltellino ben pulito ed affilato, da effettuarsi tra Aprile ed Agosto.
Le talee vanno sistemate in un contenitore con terriccio ricco e tenute tra i 21 e 24°C.
Quando le piantine saranno abbastanza cresciute si potranno piantare.
La moltiplicazione per margotta è da effettuare tra Maggio e Giugno sui rami più alti.
Si effettua un taglio nella corteccia del ramo e si avvolge con torba la zona, si sigilla poi con pellicola forata per il passaggio di aria ed acqua.

Quando concimare il Ficus Benjamin

Il Ficus necessita di concimazione ogni due settimane in primavera ed estate, in autunno ed inverno ogni due mesi.
Si consiglia l'uso di concime liquido da aggiungere all'acqua delle innaffiature.

E' necessario che il concime abbia un buon contenuto di azoto, fosforo, ferro, potassio, manganese, zinco, boro, rame e molibdeno.

Scopri come coltivare il ficus benjamin con i consigli dell'esperto

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.