chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Bouganville: varietà e coltivazione

Bouganville: varietà e coltivazione

Il genere della Bougainvillea appartiene alla famiglia delle Nyctaginaceae e comprende 18 specie di arbusti e rampicanti spesso spinosi, originari delle aree tropicali del Centro e Sud America; si tratta di piante caratterizzate da piccoli fiori inclusi tra brattee vistose e colorate che hanno la funzione di vessillo per gli insetti impollinatori. Ovunque, sono coltivate per il loro alto valore ornamentale e sono disponibili in numerose cultivar e ibridi, differenti per il colore delle brattee.

Il genere fu descritto dal botanico francese Philibert Commercon che lo dedicò all’ammiraglio esploratore Louis Antoine de Bougainville, sulla cui nave viaggiò alla scoperta di nuove terre. Nei Paesi anglosassoni queste piante vengono anche chiamate “paper flower” per la consistenza cartacea delle brattee. Il genere è inoltre considerato il fiore ufficiale dell’isola di Grenada.

Leggi le risposte dell'esperto alle domande su BOUGANVILLE:

Bouganville: varietà 

Le bouganville si differenziano in tantissime specie diverse, ognuna avente le proprie particolari caratteristiche.

Tra le specie più comuni e diffuse vi sono:

  • la Bouganville glabra, che si caratterizza per un'altezza considerevole e per delle foglie estremamente brillanti;
  • la Bouganville spectabilis, una pianta molto robusta e vigorosa le cui foglie si distinguono per un colore verde scuro;
  • la Bouganville x buttiana, che non è altro che il risultato dell'incrocio di differenti piante;
  • la Bouganville aurantiaca, una pianta poco conosciuta e poco diffusa composta da foglie di colore marrone.
  • Bougainvillea x spectoperuviana ( tra B. spectabilis e B. peruviana);
  • Bougainvillea x spectoglabra (tra B. spectabilis e B. glabra).

Si tratta di robusti arbusti sempreverdi, alti sino a 15-20 metri, rampicanti, provvisti di fusti spinosi, foglie di colore verde scuro o chiaro, alterne, picciolate, intere, ovate, ad apice acuto, sparsamente pubescenti (B.glabra) o del tutto pubescenti (B.spectabilis); 3 brattee color magenta, bianco, giallo, arancione, rosa, rosso (a seconda degli ibridi e delle cultivar) ovate, acuminate, nervate; i fiori sono molto numerosi, tubulosi, inseriti sulla nervatura centrale della brattea, di colore giallo, in gruppi di tre, provvisti di 5 lobi.

Bouganville: poche regole per una splendida fioritura

Ottima un’esposizione soleggiata (almeno 5 ore di luce ogni giorno, poiché all’ombra fioriscono poco o nulla), al riparo dai venti freddi, meglio su terreno fertile e ben drenato; irrigazione iniziale, poi resistono abbastanza alla siccità.

Tollerano sino a -4°C, accusando comunque la perdita di gran parte delle foglie in inverno, a temperature prossime allo zero. Potare regolarmente a fine inverno, se si vuole contenere lo sviluppo equilibrato delle ramificazioni. Necessitano di sostegni per far arrampicare i rami. La propagazione avviene per talea legnosa di ramo prelevate in inverno, lunghe circa 15 centimetri, o più corte (7-8 cm) e semilegnose se prelevate in estate; la radicazione avviene in circa 3 settimane, in un miscuglio di sabbia a torba alla temperatura di 20-24 °C per le talee estive, o 18-19 °C per quelle invernali. Si può, in alternativa, utilizzare la margotta aerea.

Come potare la bouganville

La potatura della bouganville deve avvenire in primavera o nei periodo di febbraio e marzo, poiche fiorisce in estate.
Questa pianta non necessita di una potatura eccessiva: quello che bisogna fare infatti è solamente eliminare tutte le parti danneggiate come le foglie e i fiori più secchi. 

Bouganville: dove piantarla

Le bouganville devono essere piantate in un luogo dal clima mite e temperato. Generalmente esse vanno coltivate nei giardini, ma ciò non toglie che possano essere messe anche in vaso.
Nel primo caso il terreno deve essere fertile e abbastanza umido e la zona deve essere ben soleggiata e lontana da correnti fredde.
Se invece si decide di piantare la boungaville in vaso è possibile anche coltivarla in inverno in un'aerea riparata.

Malattie della Bouganville

BuganvilleLe bouganville possono essere oggette a diverse malattie, più o meno gravi.
Essa infatti può essere attaccata da vari parassiti che devono essere eliminati prontamente mediante l'uso di appositi insetticida.

Un'altro problema a cui sono sottoposte le boungaville è quella generata dai funghi, come la tracheomicosi, che fa seccare la pianta irrimediabilmente.
Bisogna inoltre stare molto attenti alle annaffiature abbondanti, dato che possono creare un ristagno di acqua che va ad attaccare le radici.

Quando annaffiare le bouganville

Le bouganville necessitano di annaffiature costanti e regolari. In modo particolare esse devono essere più frequenti durante la stagione estiva e soprattutto se esse sono piantate in vaso.
Pertanto è consigliabile annaffiare la pianta una volta al giorno durante le prime ore del mattino oppure di sera, prestando la massima attenzione a non esagerare.

Propagazione della bouganville

Generalmente la riproduzione delle bouganville avviene per talea e va eseguita durante il periodo estivo oppure durante quello invernale.
La talea legnosa, che misura all'incirca sette centimetri, deve essere piantata in un vaso abbastanza piccolo all'interno del quale bisogna inserire un composto di terreno e sabbia. Il vaso poi va riposto in una zona avente una temperatura pari a 20 gradi per almeno tre settimane. 

Concimazione della bouganville

BuganvilleLa concimazione delle bouganville non è un procedimento necessario ma è vivamente consigliato in quanto il concime aiuta a rendere le piante più forti, sane e rigogliose.
Se si vuole ottenere una pianta perfettamente in salute è consigliabile concimarla almeno una volta ogni quindici giorni. Si deve utilizzare un concime organico, il quale al suo interno contiene sostanze come il magnesio, il potassio, l'azoto, il ferro e molte altre.
Queste ultime infatti sono fondamentali se si vuole veder crescere la propria pianta in maniera ottimale. In commercio esistono anche delle tipologie di concime liquido, il quale deve essere versato direttamente sulla pianta oppure può essere aggiunto all'acqua durante la fase dell'innaffiatura.

Bouganville: varietà e coltivazione

I consigli dell'esperto per coltivare al meglio questo arbusto

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da marco_alberti

marco_alberti

Marco Alberti è Dottore Forestale, esperto in Piante Cactacee e Succulente, e autore di alcuni studi e volumi sulla flora spontanea e ornamentale. In particolare si occupa di piante succulente coltivate in Italia sia nei giardini pubblici che a livello amatoriale e acquistabili presso vivai specializzati.

La lunga carriera professionale del professor Alberti è costellata di esperienze lavorative di successo, arricchite da Studi botanici, ecologici e paesaggistici, Consulenze per progettazione di aree verdi con analisi paesaggistica, valutazione di impatto ambientale, studi d’incidenza ecologica, Pianificazione forestale per le proprietà di numerosi comuni ed istituzioni locali; Progettazione e direzione lavori in ambito forestale.

Il professor Alberti è docente e autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative ed è stato relatore in seminari e convegni.

Se desideri saperne di più sulle Piante Cactacee e Succulente, contatta Marco Alberti:

Dottore Forestale Marco Alberti
via Giulio Cesare, 61
18012 Bordighera (IM)
cellulare: 3293115080