chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Come coltivare le azalee in primavera

Come coltivare le azalee in primavera

L'azalea è una pianta dai fiori colorati e molto allegri. Per questa ragione la sua coltivazione è ampiamente diffusa.
Questa pianta è molto apprezzata per la decorazione dei giardini, in quanto tende a fiorire in primavera e i suoi fiori riescono a resistere parecchie settimane, conferendo un'atmosfera particolare allo spazio esterno.
Al momento si stima che esitano circa 10.000 varietà di azalee differenti coltivate dall'uomo in tutto il mondo. Ciascuna di esse è differente per taglia, colore e tipologia della fioritura e grazie alle tantissime varietà presenti è possibile trovare facilmente quella che si adatta al proprio giardino.

 PRODOTTI CONSIGLIATI PER LA COLTIVAZIONE E CURA DELLE AZALEE 

Di seguito un elenco di prodotti per il giardinaggio che abbiamo scelto per te (e che puoi acquistare online), che ti permetteranno di mettere in pratica, fin da subito, le indicazioni contenute in questo articolo.

1. Correttivo per terreno acidofile --> https://bit.ly/2XT87SA

2. Terriccio per acidofile --> https://amzn.to/2OPzBo0

3. Corteccia per pacciamatura --> https://amzn.to/2OwgPTT 

Esposizione dell'azalea

L'esposizione delle azalee dovrebbe avvenire preferibilmente in zone ombreggiate. Qualora venisse esposta al sole, l'azalea non dovrebbe soffrire ma si noterà piuttosto una maggiore produzione fogliare e una fioritura meno duratura in primavera.

Per quanto concerne il clima, questa pianta riesce a sopravvivere bene all'esterno anche durante i mesi più freddi, fatta eccezione per alcune specie tropicali che hanno bisogno di essere coltivate in casa oppure in una serra. L'azalea soffre molto di più il caldo estivo, specialmente se coltivata al meridione. Per questa ragione è fondamentale scegliere una zona ombreggiata in modo tale da garantire la conservazione della pianta negli anni successivi.

Come innaffiare l'azalea

L'azalea è una pianta che necessita il mantenimento di buoni livelli di umidità durante tutto il corso dell'anno.
Per questa ragione è bene irrigarla in maniera costante tenendo conto del clima, del livello di illuminazione e della stagione. Se l'azalea viene irrigata in maniera adeguata durante l'autunno, tenderà poi a produrre numerosi boccioli che sbocceranno alla primavera successiva, arricchendo il vostro giardino.

Quando si intende procedere con una bagnatura, è di fondamentale importanza controllare che il terreno non sia ancora umido dall'irrigazione precedente al fine di non provocare dei ristagni idrici ed il conseguente marciume radicale. Per quanto concerne l'acqua da utilizzare, sarebbe meglio sfruttare quella poco ricca in calcare come ad esempio quella demineralizzata, oppure quella piovana mentre sarebbe da evitare l'acqua del rubinetto.

Il terreno per l'azalea

Per quanto riguarda il terreno adatto alla coltivazione dell'azalea, deve essere piuttosto acido con un pH che si aggira attorno a 5.5 o 6. Qualora il substrato sul quale deve essere posizionata la pianta, non sia sufficientemente acido, è possibile adottare delle soluzioni, come ad esempio l'aggiunta di aghi di pino oppure della torba di sfagno.
Alternativamente è possibile riempire la buca del terreno con del terriccio prelevato da boschi di conifere.

Per quanto concerne le azalee coltivate in vaso, il problema non sussiste perchè si può utilizzare il tipo di terra che più si preferisce. Di fondamentale importanza è l'aggiunta di sostanze drenanti e organiche che riescano a filtrare l'acqua di irrigazione perchè l'azalea è una pianta molto sensibile ai ristagni idrici.
Al fine di evitare questo problema è bene anche effettuare una pacciamatura in grado che l'assorbimento dell'acqua avvenga in maniera graduale. 

La concimazione dell'azalea

La concimazione dell'azalea deve avvenire durante l'inizio della stagione primaverile, ovvero quando la pianta inizia la sua fioritura. Il fertilizzante che è necessario somministrare deve essere specifico per le piante acidofile e ricco delle tre sostanze chimiche fondamentali: azoto, fosforo e potassio. Si può procedere anche utilizzando dei prodotti granulari a lenta cessione che andranno posti nel terreno e cambiati ogni 3 o 4 mesi circa.
Se si sceglie di somminstrare il concime in forma liquida, esso andrà disciolto nell'acqua utilizzata per l'irrigazione e applicato una volta ogni 3 settimane.

Parassiti e malattie dell'azalea

Il problema principale dell'azalea è il marciume radicale, causato nel caso in cui si formino dei ristagni idrici a causa delle bagnature eccessive. Questi ristagni potrebbero portare anche all'attacco da parte di specie fungine come Exobasium Rhododendri, il quale causa la formazione di galle spugnose sulle foglie dell'azalea.
Alcuni tipi di parassiti possono infettare la pianta, come ad esempio la cocciniglia, che provoca delle macchie brune piuttosto visibile sul fusto e sulle foglie. Generalmente è possibile rimuovere questo parassita manualmente con del cotone imbevuto di alcool. E' possibile che la pianta subisca anche un attacco da parte degli afidi e del ragnetto rosso, che andranno sconfitti mediante i prodotti antiparassitari appositi.


Se hai letto questo articolo, potrebbe interessarti anche:

Terreno per azalee - I consigli dell'esperto per coltivarle al meglio

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.