Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Alberi da giardino con poche radici: quali sono i meno invasivi per la casa?

Guida alla scelta degli alberi da giardino più adeguati ad uno spazio casalingo

Alberi da giardino con poche radici: quali sono i meno invasivi per la casa?

La scelta degli alberi da giardino è una delle più difficili da compiere nel momento in cui si voglia adibire un giardino casalingo.
Spesso, infatti, il criterio guida che spinge a preferire una tipologia di albero anziché un'altra è puramente estetico; il colore del fogliame, la bellezza dell'albero e la sua fioritura tendono ad influenzare largamente le decisioni prese nel ruolo di giardinieri improvvisati. 
Tuttavia, questo modo di procedere è assolutamente sbagliato, in quanto potrebbe fare incorrere in una serie di problematiche da non trascurare, talmente importanti anzi, da compromettere l'assetto dell'edificio che sorge accanto al giardino.

Alberi da giardini: cosa valutare nella scelta

Il dato da tenere sempre in considerazione per compiere le giuste valutazioni nella scelta degli alberi da giardino più adeguati è quello che indica la crescita che il fusto in questione raggiungerà durante la sua maturità, ossia dopo circa 15-20 anni da quando viene piantato.

Bisogna considerare, infatti, che indipendentemente dalla fertilità del terreno e dal clima del luogo, esistono alberi da giardini che crescono molto di più di altri e che le differenze di forma e di volume delle chiome sono notevoli.

Occorre, allora, scegliere ponderatamente, in virtù delle dimensioni del giardino e facendo attenzione ai dati relativi alle dimensioni che gli alberi da giardino raggiungeranno una volta cresciuti. A tal proposito ecco una piccola guida che ordina i diversi alberi in categorie differenti.

Come mettere a dimora gli alberi da giardino: dal vivaio / garden center al tuo giardino

Alberi da giardino: tipologia di dimensioni

Questa suddivisione risulta utilissima per considerare le dimensioni raggiunte dai diversi alberi e poter, quindi, scegliere in maniera oculata.

Che siano alberi da giardino sempreverdi alberi da giardino a foglia caduca, eccone un elenco per grandezza:

  • grandezza: Querce, Pioppi, Cedri, Tigli, Platani, ecc. 
  • grandezza: Cipressi, Aceri, Catalpe, Betulle, ecc. 
  • grandezza: Ornielli, Kolereuterie, Cercis, ecc. 
  • grandezza: Ligustri, Biancospini, Clerodendri, ecc.

Tenendo, naturalmente, in considerazione il fatto che all'interno delle diverse categorie possono esserci specie che si sviluppano maggiormente rispetto ad altre o che presentano differenze nella dimensione o nella forma della chioma.

Inoltre, in riferimento alla parte ipogea, cioè quella relativa alle radici, il discorso è molto delicato, nonché fondamentale da considerare. Bisogna, infatti, prestare particolare attenzione nello scegliere gli alberi da giardino più confacenti alla superficie a disposizione, in riferimento allo spazio che gli alberi occuperanno non solo esteriormente, ma anche a quello di cui avranno bisogno le radici internamente al terreno.

Nonostante gli studi specifici all'aspetto delle radici siano scarni, esistono delle sommarie indicazioni circa il come catalogare le diverse tipologie di alberi.

Secondo tali indicazioni Querce, Bagolari, Robinie e Pioppi posseggono radici invadenti, mentre Frassini, Aceri, Ippocastani e Cercis, ne hanno di meno invasive.

Un aspetto da tenere sempre a mente è che se durante i primi anni di vita la maggior parte degli alberi genera radici fittonanti (o radici a fittone), cioè aventi la parte centrale della radice più spessa rispetto alle altre parti, e diretta verso il basso, con il passare del tempo le radici assumeranno un altro genere di conformazione, molto più complessa e diramata.

Ciò è importantissimo da considerare per poter non solo scegliere gli alberi da giardino più adeguati allo spazio a disposizione, ma anche per poter interrare le piante ad una distanza sufficiente dagli edifici, dai pavimenti, dai muretti e quant'altro, in modo da evitare possibili danneggiamenti dovuti allo sviluppo e alla diramazione delle radici.

A questo punto non ci rimane altro da fare che andare in un garden o in un vivaio per acquistare le nostre piante senza dimenticare che oggi è anche possibile ordinarle comodamente da casa affidansosi alla vendita online sempre più diffusa tra gli appassionati di giardinaggio: consegna a domicilio e prezzi convenienti sono i punti a favore per chi opta per questa scelta.

Articoli del Blog correlati:

Alberi da giardino piccoli (alberelli da giardino)

Sul piano pratico ciò si traduce nell'optare per tipologie di alberi appartenenti all'ordine di grandezza 3° e 4°, ossia aventi dimensioni più ridotte rispetto alle altre categorie. 

All'interno di queste categorie piante come il Pyrus calleryana, il Cercis siliquastrum, il Crataegus laevigata, l'Acer platanoides e la Catalpa risultano essere tra le più scelte per le caratteristiche estetiche e botaniche di cui sono ulteriormente dotate.

Spesso, parlando di alberi da giardino, si sente parlare di Pollice Verde quasi fosse un potere magico che alcuni possiedono e altri no. 

La verità è che bisogna conoscere alcune regole per avere un giardino rigoglioso e ricco di alberi. Infatti, il giardinaggio e, in particolare, la cura degli alberi, non sono attività da affrontarsi senza alcuna preparazione. Ma niente paura! Per avere un giardino da far invidia a tutti i vostri vicini, ciò che conta è seguire alcuni semplici principi di base nella coltivazione degli alberi.

Una domanda molto ovvia potrebbe essere "Dove posso trovare queste regole di base?". Sappiate che esistono libri e volumi specializzati in giardinaggio, come le guide pratiche di Collana del Verde, che sono progettati e formulati appositamente per consentire una facile lettura e per mostrarvi come è facile, con poche e semplici mosse, ricreare, negli spazi verdi intorno a casa vostra, un'oasi di piante e alberi da giardino tutta vostra.

Per diventare coltivatori, infatti, occorre fare continue sperimentazioni, sbagliare e ancora imparare, senza timore di combinare pasticci. Nel giardinaggio non si raggiunge mai il momento in cui si possa dire di sapere tutto, perché ogni albero, ogni arbusto e ogni fiore richiede conoscenze specifiche.

Gli alberi: come riconoscerli

A tutti, prima o poi, è capitato di rammaricarsi di non conoscere il nome di un albero.

Chi si dedica al giardinaggio, probabilmente, vuole superare proprio questa situazione e avvicinarsi al regno della flora. Per farlo ha bisogno di essere guidato con esperienza e competenza negli innumerevoli aspetti della cura delle piante, delle coltivazioni e delle varie specie vegetali.

Proprio per questo abbiamo creato una sezione dedicata al COME SI CHIAMA dove uno dei nostri esperti di giardinaggio risponderà alle vostre domande, per sapere il nome di una specifica pianta che avete comprato prendendo i lcartellino o che vi hanno regalato ma non ne sapete il nome.

Conoscere le caratteristiche specifiche dei singoli alberi, è il primo passo per poterli coltivare in giardino con successo.
Poi, una volta capite le esigenze della specie, basterà seguire alcune regole generali.

Per gli appassionati di giardinaggio, oltre ai libri, esistono anche applicazioni per smartphone in grado di riconoscere le piante!

Come coltivare alberi da giardino

È necessario innanzitutto conoscere quali sono i principali elementi che condizionano la vita di un albero.
Ecco un breve elenco:

  • Tipo di terreno
  • Esposizione solare
  • Lavorazione della terra
  • Semina
  • Talee
  • Potature
  • Antiparassitari e anticrittogamici
  • Concimazione
  • Annaffiatura
  • Pacciamatura

Leggi le risposte dell'esperto su COLTIVAZIONE ALBERI:

Scelta degli alberi da giardino

Ogni giardino ha una particolare caratteristica ed è fatto con un criterio ben preciso.

I giardini possono diversificarsi per:

  • Tipi di piante (aghifoglie, latifoglie, miste); 
  • Uso che se ne vuol fare (avere ombra, godere delle fioriture, averne dei frutti);
  • Estetica (la composizione del bello).

In ogni caso bisogna rispettare alcuni accorgimenti.

In primo luogo bisogna tenere presente che un giardino arboreo dura nel tempo, quindi bisogna essere molto attenti quando lo si progetta relativamente alla scelta degli alberi, alle loro caratteristiche e alle dimensioni che assumeranno nel tempo.

Leggi le risposte dell'esperto su ALBERI E ARBUSTI DA GIARDINO:

Tipo di terreno, tipo di clima e preparazione del terreno

Altro dato estremamente importante è quello di non impiantare alberi inadatti al clima e al terreno di cui si dispone.

Ogni albero ha un habitat preferenziale, dato dal clima, dall'escursione termica durante l'anno, dall'irraggiamento solare, dalla durata del ciclo luce/buio. Parametri che, se diversi, non permettono la buona crescita dell'albero. Altra cosa da non sottovalutare è il grado di acidità del terreno, il PH. Mentre per le piante in vaso è relativamente facile correggerlo, è praticamente impossibile farlo per gli alberi a dimora in piena terra.

Utile stumento per sapere se il nostro terreno è più o meno acido, è il tester digitale del suolo chiamato Phmetro

Come trattare il terreno in inverno? Leggi la risposta dell'esperto!

Prima di impiantare qualsiasi albero è necessario lavorare il terreno in profondità, eliminando grossi sassi, residui di radici, detriti. Il terreno deve essere sempre curato, con operazioni di aratura, erpicatura, zappettatura, rullatura.

Potatura di un albero da giardino

Le piante da giardino sono certamente belle se lasciate crescere naturalmente, come farebbero in natura. Spesso però è necessario sapere come potare le piante da giardino o come potare le piante da frutto, sempre più spesso presenti nei nostri giardini, sia per conferir loro la forma desiderata che per correggerne la crescita.

È un intervento che dà belle soddisfazioni, ma che non si può improvvisare se si vuole evitare di deturpare l'albero. Consigliamo vivamente di informarvi preventivamente in base al tipo di albero da potare e di dotarvi di una buona ed affilata cesoia così da effettuare dei tagli precisi.

Anche gli innesti richiedono una certa esperienza e competenza. Evitate di lasciare le operazioni al caso e, almeno le prime volte, seguite i consigli e gli schemi di una guida specializzata in potatura ed innesti, cercando di trarre le maggiori conoscenze possibili dagli esempi forniti.

Siccome molte persone eseguono questi interventi di potatura, talvolta molto pericolosi, su piante alte con rischi di caduta, è bene almeno dotarsi dell'attrezzatura di sicurezza di base, come:

Per lavori di potatura in altezza è bene usare:

Leggi le risposte dell'esperto su POTATURA ALBERI DA GIARDINO:

Concimazione e pacciamatura

A inizio primavera, con la ripresa vegetativa occorre concimare il terreno, per assicurare agli alberi il nutrimento necessario, per svilupparsi in maniera rigogliosa e resistere alle avversità e alle malattie.

In natura le piante ricevono nutrimento dall’acqua piovana e dai minerali disciolti nel terreno, ma queste condizioni non sempre sono presenti nei giardini le cui caratteristiche non sempre coincidono a quelle degli habitat da cui provengono gli alberi che abbiamo piantato.

Per questo bisogna concimare sistematicamente. I concimi sono di vari tipi: organici, minerali, organominerali o chimici.
Secondo noi sono preferibili quelli organici o biologici, come il compost maturo, la torba, lo stallatico, pollina, il guano, la cenere di legna e altri.

La pacciamatura è l’operazione di copertura del terreno con materiale inerte. È fatta sia per evitare la crescita di piante infestanti – che trasformerebbero il giardino in una selva dove sarebbe impossibile passeggiare – sia per tenere umido il terreno e per mantenerlo fresco e per proteggerlo dal gelo.
Sempre più spesso viene anche utilizzato un telo in materiale sintetico venduto a rotoli o a metri dal colore verde scuro tendente al nero che riesce a ben mimetizzarsi.

Il concime: quale tipologia utilizzare e quando è bene impiegarlo

Antiparassitari e anticrittogamici

Di antiparassitari e anticrittogamici ce ne sono di ogni tipo, da quelli chimici a quelli naturali.
Naturalmente il consiglio è di preferire questi ultimi ricordando che, ormai da parecchi anni, sono disponibili rimedi biologici di ogni tipo.

Se invece si opta per i primi, è bene ricordare che esistono delle maschere protettive dotate di filtro.

Il rimedio più adatto è quello di impiegare "insetti buoni contro insetti cattivi", cioè di insetti innocui che si nutrono degli insetti che danneggiano gli alberi.

Non rimane che augurare a voi buon lavoro e agli alberi del vostro giardino una lunga vita!

Leggi le risposte dell'esperto su PARASSITI, INSETTI  E MALATTIE:

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.