Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Guida completa alla coltivazione di pomodori in orto

Guida completa alla coltivazione di pomodori in orto

Il pomodoro è il principe dell'orto casalingo.
Un frutto bello, colorato, succoso, dolce, dai mille utilizzi in cucina e ricco di proprietà benefiche, grande fonte di vitamina C. Utilizzabile da mangiare crudo in insalata, da cuocere ripieno al forno, da farne salse e sughi anche da conservare per l'inverno o da seccare per renderlo uno sfizioso contorno.

È originario del Perù ed è una pianta antichissima, importata in Italia centinaia di anni fa e diventato un prodotto simbolo della cucina italiana.
Impossibile non menzionare la pizza e la pasta condita al pomodoro, che tutto il mondo ci invidia e copia.

Varietà di pomodoro

Il pomodoro esiste in numerosissime varietà. Le più conosciute, apprezzate e di buona resa in un orto domestico, comunque, sono:

  • il ciliegino, piccolo e tondo, molto dolce
  • Il pomodoro cuore di bue, grosso e dal colore intenso, adatto per sughi e salse
  • Il pomodoro cosiddetto "da insalata": una di forma oblunga, che va colto a mezza maturazione, ancora un po' verde, per prenderlo nel momento migliore del suo sapore, con un retrogusto asprigno che rende benissimo a crudo nelle insalate.
     

Coltivazione e potatura del pomodoro

Quando la pianta di pomodoro è adulta e produttiva, produce le cosiddette "femminelle", ossia piccole escrescenze sotto la foglia, all'attaccatura del picciolo che, se non vengono prontamente recise, rubano nutrimento alla pianta fino ad indebolirla ed ucciderla.

Quando si notano questi germogli è quindi necessario tranciarli di netto, utilizzando una forbicina o l'unghia. Questi stessi germoglietti possono essere mescolati al terreno in cui crescono i pomodori ed utilizzati come concime naturale, perché contengono moltissimi principi nutritivi.

Dove piantare il pomodoro

La pianta di pomodoro va interrata in un terreno lavorato e concimato adeguatamente: questo è imprescindibile per la buona riuscita della coltivazione.

A fine febbraio si possono iniziare a piantare i semi in vasetti da tenere in casa. La temperatura per favorire la germogliazione deve superare i 20 gradi e bisogna evitare tutti gli sbalzi di clima in questa fase, insieme a tutti gli eventuali spifferi.
Si consiglia, quindi, di posizionare i vasi in un luogo al riparo, lontano da porte e finestre.

Quando si è sicuri che la temperatura all'esterno non scenderà più al di sotto dei 13/15°, la pianta di pomodoro può essere trapiantata in orto. Se ha già raggiunto un'altezza ragguardevole, necessiterà di un supporto. Vanno posizionati di fianco ad ogni pianta dei paletti di legno o plastica e le piante andranno assicurate ad essi tramite legacci.
Il sostegno è molto importante, non solo per permettere alle piante una crescita dritta e rigogliosa, ma anche per evitare che, alla nascita dei frutti, il fusto soccomba sotto il loro peso, spezzandosi.

Malattie del pomodoro

La pianta di pomodoro coltivata in orto è soggetta a diverse malattie.
Per minimizzare i rischi è importante agire in prevenzione: un buon terreno, molto ricco e nutriente ed il trapianto di piantine forti e sane sono il primo passo per assicurarsi la salute del pomodoro.

La pianta di pomodoro è sensibile a diversi funghi e parassiti, tra i quali peronospora, alternaria, afidi e pidocchi. Contro questi microorganismi esistono in commercio diversi rimedi, acquistabili nei vivai. Sono antiparassitari da spruzzare, che non tolgono commestibilità ai frutti, e preparazioni erboristiche contenenti zolfo, che curano le micosi.

Il pomodoro, però, va incontro anche ad altre malattie, raggruppate nella categoria delle cosiddette fisiopatie: sono malformazioni, in definitiva, che producono pomodori dall'aspetto poco gradevole ma comunque mangiabili.
Tra queste si annoverano:

  • la colorazione anomala, cioè poco rossa o sfumata in maniera fantasiosa
  • il marciume apicale che si manifesta come una macchia nera su tutti i frutti della stessa pianta
  • la pelle screpolata e raggrinzita
  • la spaccatura del frutto.

Non esistono cure per le fisiopatie: una buona coltivazione, attenta, è l'unico modo di evitarle.

Quando annaffiare il pomodoro

II pomodoro va annaffiato abbondantemente ma non troppo spesso. È necessario, per garantire un giusto nutrimento al pomodoro coltivato in orto, impiegare almeno 600 litri per metro quadro di coltivazione ma non più di due volte alla settimana.

È preferibile bagnare la mattina presto o la sera, per evitare shock termico, che potrebbe causare una delle fisiopatie discusse precedentemente, e bagnare solo la base della pianta, evitando di gettare acqua sui frutti e sulle foglie, che potrebbero rovinarsi.
Se piove è possibile ridurre l'annaffiatura ad una sola volta a settimana, e solo se necessario.

Propagazione del pomodoro

Il pomodoro si riproduce utilizzando i semi ricavabili dal frutto stesso della pianta, per ottenerne un'altra in tutto simile a quella madre. L'altro metodo di propagazione è per talea.

A questo scopo si usano le "femminielle", i germogli da potare di cui parlavamo prima.
Anziché usarli come concime, si mettono in acqua e si lasciano al riparo dalla luce diretta del sole, fino a quando matureranno e potranno essere trapiantati nell'orto insieme alle piante adulte.

Concimazione del pomodoro

Il terreno per la coltivazione in orto del pomodoro va concimato abbondantemente, sia in fase di trapianto sia durante la fase produttiva della pianta. I concimi migliori sono quelli organici pellettati o compost.
Un ottimo concime per il pomodoro è quello ricavato dagli scarti della lavorazione della barbabietola.

Leggi le risposte dell'esperto su POMODORI:

Scopri i consigli dell'esperto per la coltivazione e la cura del pomodoro!

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.