chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Come coltivare le patate nell'orto

Come coltivare le patate nell'orto

Come coltivare le patate nell'orto

Qualora si disponga di un piccolo orto, la coltivazione della patata è ampiamento consigliata.
Prendersene cura è molto semplice e i prodotti saranno sorprendenti.
Questo tubero fa parte della famiglia delle solenacee e cresce specialmente a 2000 metri di altezza nelle Ande Peruviane.
L'utilizzo delle patate in cucina è molto comune e, dunque, un'idea interessante potrebbe essere proprio la loro coltivazione qualora si dispone dello spazio sufficiente. 

Dove e come seminare le patate

La semina delle patate avviene una volta terminata la stagione fredda.
E' necessario scavare buche nel terreno profonde circa 10-15 cm dove andranno piazzate le patate con i germogli rivolti verso l'alto. È bene distanziare le buche di circa 30 cm l'una dall'altra.

Per quanto concerne la semina delle patate è possibile anche procedere sfruttando il metodo delle talee. In questo caso è bene utilzzare dei tuberi da circa 50 g. Queste patate devono essere munite di due germogli ed è necessario effettuare dei tagli a spicchi e non a metà per conservare i germogli. Queste parti della patata andranno conservate in un luogo caldo ed inumidite fino alla completa crescita dei germogli. Meglio eseguire questi tagli con un coltello da innesto ben affilato e pulito.

Leggi le risposte dell'esperto su PATATE:

Come innaffiare le patate

I tuberi non necessitano di bagnature eccessive. Se le patate vengono coltivate in zone di montagna, è possibile sfruttare la sola acqua piovana. Se si procede con delle irrigazioni, queste devono essere moderate per i germogli e leggermente maggiori per i tuberi.

È consigliato pacciamare il terreno per fare durare le bagnature più a lungo. Qualora si procedesse con delle irrigazioni eccessive si rischia di causare il marciume radicale, una malattia che può portare anche alla morte della stessa pianta in pochissimo tempo. Dunque, prima di procedere con delle bagnature è fondamentale controllare che il terreno sia completamente asciutto dall'irrigazione precedente

Concimazione delle patate

E' bene procedere con la concimazione delle patate verso l'autunno o in inverno se si intende effettuare una nuova semina in primavera oppure se si vuole conservare i tuberi rimasti nel terreno da una coltura precedente.
E' fondamentale non abbondare in quantità di concime perchè le patate potrebbero andare incontro alla peronospora che rende i tuberi più sensibili e favorisce lo sviluppo delle foglie piuttosto che del tubero stesso. E' consigliato sfruttare anche il letame compostale perchè può fornire alla patata tutti gli elementi nutritivi neccessari. 

La rincalzatura delle patate è quel processo secondo il quale viene ammucchiata la terra alla base dello stelo mano a mano che i tuberi tendono a crescere.

Questo procedimento è piuttosto delicato ed è bene fare attenzione a non danneggiare i tuberi in crescita.
La prima rincalzatura deve essere effettuata quando la patata è alta circa 25 cm, mentre la seconda verrà praticata prima che gli riusciranno ad arrivare al terreno.
Questo processo ha molti scopi come ad esempio la prevenzione della patata dagli insetti oppure dall'eccessiva illuminazione. Inoltre questo processo riesce a favorire il mantenimento del terreno umido.

Malattie delle patate

Le patate vengono attaccate principalmente da funghi. Queste malattie possono essere prevenute con trattamenti a base di rame ed evitando di irrigare troppo i tuberi formando i ristagni di acqua.
Tra i vari funghi che possono infestare questi tuberi troviamo il Fusarium, che tende ad essiccare il fusto e il tubero stesso.

Una volta che questa malattia si estende fino al tubero è impossibile fermarla e la patata sarà inutilizzabile.
Le patate possono andare incontro anche a peronospora una malattia crittogama che causa delle macchie brune prima sulle foglie e poi sul tubero stesso.
L'unico trattamento da fare è a titolo preventivo ed è a base di rame. Va applicato una volta dopo la rincalzatura e un'ulteriore volta dopo la fioritura. 

Raccolta delle patate

La resa normale delle patate coltivate è solitamente pari a circa 3.4 kg/m2 coltivato. Qualora si volessero ottenere delle patate novelle è possibile procede alla raccolta anticipando leggermente i tempi e raccogliendo quando la pianta è ancora verde.

Per la raccolta delle patate di normali dimensioni, invece, è possibile procedere anche una volta che la pianta si è completamente seccata perchè il tubero tende a conservarsi.
I tempi di formazione delle patate possono variare sulla base del terreno, delle irrigazioni e delle condizioni climatiche a cui sono sottoposte.

Comunque la prova per controllare se questi tuberi sono pronti per essere coltivati consiste nello strofinare la buccia: se questa tenderà a restare attaccata alla patata allora potremo raccoglierla. 

Leggi le altre risposte dell'esperto su PATATE:

Peronospora del pomodoro e della patata: ecco i consigli dell'esperto

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.