chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Mirtilli - Informazioni e Potatura

Mirtilli - Informazioni e Potatura

Mirtilli a grandi frutti

Perché questo titolo di mirtillia grandi frutti”? Perché di solito si crea confusione. Quando si parla di mirtilli, molta gente pensa a piccoli arbusti di 25 o 30 cm di altezza, che prosperano nei sottoboschi nelle zone cespugliose delle regioni montagnose e subalpine, a circa 1000 metri di altitudine, e che producono piccole bacche da 5 a 8 mm di diametro. Si tratta del Vaccinium myrtillus (mirtillo nero).

Ma esiste un'altra specie, il mirtillo a frutto rosso, Vaccinium vitis-idea, di identica altezza, che si trova in zone di montagna, al confine del bosco e nei pascoli, a partire dai 2.000 m, e che cresce in piena luce, ma che produce frutti acidi, più amari e farinosi del mirtillo comune. Entrambi non si coltivano; quello di cui si parlerà qui appartiene alla specie americana Vaccinium corymbosum, il cui nome comune delle varietà orticole è 'Blueberry'. Si tratta di piante a forte sviluppo (da 1,20 a 1,50 m, e oltre, in altezza), dalle quali si raccolgono grandi frutti di 10 a 12 mm di diametro in media. Nei cataloghi dei vivai vengono chiamati, di solito, mirtilli americani o mirtillo da giardino a grandi frutti.

Leggi le risposte dei nostri esperti alle domande sul MIRTILLO:

Nozioni di anatomia, fisiologia ed agronomia

Questi mirtilli a grandi frutti si coltivano in piena luce, al contrario di quanto indicano molti manuali. Inoltre, il suolo di cui hanno bisogno è molto speciale: deve essere sabbioso o contenere torba e si deve mantenere costantemente fresco ma filtrante, vale a dire ben drenato e senza argilla. Il suo pH deve essere acido (fra 4,5 e 5,5) e ricco di humus. Questo tipo di terreno non è molto frequente in giardino, per cui bisogna crearlo artificialmente in giardino.

Per la coltivazione di frutti destinati alla produzione commerciale, si possono realizzare piantagioni:

  • al posto di un'antica torbiera drenata alla quale si sia aggiunta della sabbia;
  • nel posto di un'abetaia, che si dovrà arricchire con un misto di torba bionda e torba bruna.

Si devono anche aggiungere solfato di potassio e di zolfo. Il terreno di piantagione sarà, così, sufficientemente acidificato (a volte i mirtilli si associano alle piante decorative che hanno bisogno di una terra di brughiera).

Si devono preparare delle buche di piantagione di 50 cm di diametro e profondità, con una distanza, fra loro, che può variare da 1,20 a 1,50 m nella stessa linea e da 2 a 2,50 m da un filare all'altro.

Si raccomanda, soprattutto, l'impagliatura del terreno (= pacciamatura), realizzata con 15-20 cm di spessore di paglia, per l'apporto dell'humus e per mantenere la freschezza del suolo. L'irrigazione goccia a goccia alla base di ogni pianta è indispensabile, nella quantità di 20-30 mm d'acqua per settimana nel periodo di vegetazione. L'acqua non deve essere calcarea né contenere cloro. Per quanto concerne la fecondazione, abitualmente si precisa nei manuali di giardinaggio, e a ragione, che le varietà americane coltivate sono debolmente autofecondabili e che è meglio piantare un secondo soggetto il cui polline fecondi i Fiori del primo. Questa raccomandazione è utile a condizione che la seconda pianta sia di un'altra varietà; le varietà disponibili sono di solito di fioritura concomitante e interfeconde.

I raccolti hanno luogo in luglio-agosto e durano 3 o 4 settimane. Il rendimento medio è di 800 g per pianta e anno.

Potature

Dato che il fogliame è semi-persistente e le radici sono costituite da una fine capillizio, le piante si consegnano sempre in zolla in contenitore; pertanto non si effettuerà la potatura delle radici, invece si dovrà lasciare bagnare la zolla di terra per alcuni minuti, prima di piantarla.

Per quanto riguarda la parte aerea, l'arbusto si forma da solo (a partire da una talea), con un asse più o meno marcato e 3 o 4 germogli laterali che non si devono potare nella piantagione.

Verso il terzo anno e negli anni seguenti è opportuno effettuare una potatura leggera per sopprimere il legno morto e i germogli deboli e per evitare che il cespuglio risulti eccessivamente fitto. Si devono selezionare 5 o 6 fusti principali, ben cresciuti e si sopprimono quelli del centro, che hanno già dato frutti, in modo da aerare il cuore delle piante.

Leggi anche l'articolo "Frutti di bosco: le varietà più utilizzate".

Come si coltiva il mirtillo siberiano?

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.