chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Orto biologico: consigli sulla coltivazione

Orto biologico: consigli sulla coltivazione

L'orto, appezzamento di terreno adibito alla coltivazione di piante che danno ortaggi, verdura, frutta e fiori, può essere realizzato anche a casa propria in piccolo o in un luogo diverso e adeguato, ottenendo così prodotti freschi e biologici.
Coltivare un orto permette inoltre di imparare a conoscere la natura e rispettarla semplicemente prendendosi cura delle piante e rispettare i tempi della loro crescita. 
Ma vediamo come fare l'orto considerando alcuni aspetti fondamentali per ottenere risultati ottimali e gratificanti.

Orto: scegliere il luogo migliore

Per iniziare a coltivare un orto bisogna scegliere un luogo adatto e comodo da raggiungere.
Sarà inoltre necessario preparare il terreno liberandolo da erbacce e nutrendolo accuratamente con sostanze organiche. Inizialmente sarà bene prendersi cura di un orto di piccole dimensioni così da poter occuparsi a pieno delle piantine coltivate, per poi ingrandirlo in seguito.
Sarà inoltre utile avere una zona da adibire al compostaggio degli scarti così da ricavarne nutrimento e concime per il terreno; è possibile optare per una compostiera da balcone o fai-da-te.

Leggi le altre risposte dell'esperto su CURA E COLTIVAZIONE ORTO:

Terreno per l'orto

Il terreno deve essere ben irrigato e ben livellato cosi da poter subito iniziare con la semina. Le sostanze ottenute dalla compostiera saranno ottime per fertilizzare e nutrire il terreno e di conseguenza le nostre piantine.

Orto: acqua per l'irrigazione

L'acqua deve essere sempre disponibile sia per l'irrigazione che per tenere puliti i nostri strumenti da lavoro.
L'acqua non deve mai mancare ma non deve essere eccessiva in quanto ristagni d'acqua tendono ad attirare parassiti nocivi per i nostri prodotti.
Per evitare sprechi inutili di acqua sarà possibile far uso di un'irrigazione goccia a goccia. E' fondamentale bagnare il terreno e non le foglie delle piante in quanto con il sole e il calore forte potrebbero ammuffire o marcire

Esposizione delle piante nell'orto

L'orto deve essere ben esposto al sole così che le piante possano essere illuminate, in quanto la maggior parte delle piante da orto necessitano di luce almeno per 7 ore al giorno per dare buoni frutti.
Uno spazio poco luminoso e perlopiù all'ombra non ci consentirà di avere i risultati sperati.

Distanza delle piante dell'orto

Molto importante è che le piante siano tra loro ben distanziate perché se troppo fitte possono faticare a svilupparsi.
Ogni pianta infatti necessita di spazio per crescere bene, quindi sarà bene lasciare fino a 100 cm tra una piantina e l'altra sulla stessa fila, distanziando inoltre tra loro le file stesse.
La distanza dipende dalla grandezza delle piante coltivate: piantine piccole richiedono una distanza minore, piante più grandi richiederanno uno spazio vitale più grande. 

La semina delle piante nell'orto

Per iniziare la semina sarà necessario informarsi dei periodi adeguati in cui porre i semi nell'orto così da avere la sicurezza del raccolto.
Per quanto riguarda il periodo della giornata in cui effettuare la semina, sarebbe preferibile provvedere la mattina presto o la sera al calare del sole. E' possibile inoltre coltivare in semenzai coperti da teli in cui far germinare i semi per poi trapiantare in orto le piccole piantine ottenute.

Orto: parassiti delle piante

Per ottenere un raccolto del tutto naturale sarà necessario non utilizzare pesticidi sintetici.
Un modo naturale per tener lontano insetti e parassiti tipici degli orti come gli afidi, mosche, acari, e cocciniglie sempre più utilizzato dagli agricoltori sostenitori di un'agricoltura bio è quello di coltivare tra le piantine delle teste di aglio, che proteggono senza avvelenare.

Leggi le risposte dell'esperto su MALATTIE E PROBLEMI ORTO:

Orto: il raccolto

Il momento più atteso è sicuramente quello del raccolto, dopo tante cure e tanto lavoro nell'orto questo ci compenserà con frutta e verdura di alta qualità.
Un consiglio sicurmente utile è evitare di strappare verdure e frutta con le mani ma sarà meglio agire con un coltello ben affilato o con delle forbici.
Alcune piante e ortaggi, come insalata e cavolo, tendono a rigenerarsi e a produrre nuovi frutti dopo il raccolto quindi sarà utile tagliare i frutti alla base evitando di eliminare l'intera pianta.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.