chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

I bulbi da fiore più conosciuti: come coltivarli?

I bulbi da fiore più conosciuti: come coltivarli?

Molte persone amanti del giardinaggio si pongono domande sui bulbi da fiore e soprattutto sau quando piantarli. La risposta non è difficile da fornire; infatti, i bulbi da fiore come ad esempio tulipani, narcisi, giacinti e tanti altri vengono seminati in autunno, crescono le loro radici in inverno, poi germogliano e fioriscono in primavera. Oggi tra natura ed ibridi esistono svariate specie di bulbi da fiore ed ognuno produce degli esemplari bellissimi che vale la pena coltivare. La maggior parte sono resistenti e poco esigenti, ed alcuni in grado di fornire colore anno dopo anno indipendentemente se piantati in vaso o in un terrapieno. In tutti i casi si tratta di esemplari che meritano un posto in ogni tipo di giardino sia esso classico che roccioso.

I bulbi da fiore dei tulipani

I tulipani sono dei preziosi bulbi originari della Turchia piuttosto grandi ed i petali rimangono sempre un pò socchiusi creando la classica forma a coppa. I petali (in genere otto) sono a tinta unica, mentre nella parte interna e precisamente accanto ai pistilli hanno una colorazione scura che forma un occhio centrale davvero molto suggestivo.

Quando e dove piantare i bulbi di tulipano

I bulbi di tulipano vengono piantati in autunno per la fioritura primaverile che li presenta eretti e con un singolo fiore su uno stelo privo di nodi e di foglie. In genere prima della semina vengono fatti raffreddare in un frigo per almeno 10 settimane.
I tulipani crescono meglio in pieno sole al nord e ombra parziale al sud, mentre per quanto riguarda la semina vanno inseriti con la punta rivolta verso l'alto in un terreno ben drenato e con un pH compreso tra 6 e 7. Per migliorare la fertilità del suolo è tuttavia necessario aggiungere del compost sabbioso e argilloso per favorirne il drenaggio. Tradizionalmente, i tulipani vanno piantati a circa 12-14 cm di profondità.

Irrigazione e concimazione

Per favorire la crescita del sistema radicale prima della dormienza invernale, bisogna evitare che i bulbi siano troppo pieni d'acqua dopo la semina. Tale accortezza serve a scongiurare che le radici possano marcire o incorrere in malattie. Per quanto riguarda la concimazione, i bulbi durante la semina in autunno e di nuovo all'inizio della primavera, quando spuntano i germogli, hanno bisogno di un fertilizzante organico specifico per bulbi da fiore.

Leggi l'articolo del nostro blog sui TULIPANI!

I bulbi da fiore dei giacinti

I giacinti appartengono alla famiglia delle Asparagaceae, i giardinieri li prediligono per i loro fiori vistosi, colorati e molto profumati. Si tratta tra l’altro di bulbi da fiore primaverili facili da coltivare, e con un'attenta preparazione è possibile persino farli fiorire in casa in tempo per Natale. Sia che scegliate di piantarli in un terrapieno del giardino o in contenitori per ottenere il meglio dai vostri giacinti, è necessario leggere attentamente quanto di seguito descritto.

Quando e dove piantarli

Coprire i contenitori con all’interno i bulbi di giacinto e metterli in un luogo freddo e oscuro come ad esempio una cantina, un capannone o un garage ad una temperatura di circa 9° C è l'ideale per lasciarli riposare per 10 settimane, controllandoli regolarmente e annaffiandoli con parsimonia se il compost appare piuttosto asciutto.

Irrigazione e concimazione

Per creare ed ottenere una fioritura costante ogni anno, è opportuno lavorare il suolo con un po’ di fertilizzante specifico per bulbi a rilascio lento da inserire sulla superficie del compost all'inizio di ogni primavera. Di fondamentale importanza per ottimizzare la crescita di questi fiori è di controllare e annaffiare il compost per mantenerlo umido ma non eccessivamente impregnato d'acqua.

I bulbi da fiore dello zafferano

Per coltivare i bulbi da fiore dello zafferano, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, bisogna innanzitutto decidere se piantarli in contenitori o nel terrapieno. I fiori emessi dai bulbi di zafferano vantano dei petali di colore viola con due antere della tonalità gialla e tre fili di colore rosso da cui si ricava la spezia dopo averli essiccati.

Quando e dove piantarli

Per piantare i bulbi dello zafferano in un contenitore è importante sottolineare che in ognuno ci devono essere almeno 10 cm di terriccio sul fondo, dopodiché è possibile interrarli a circa 6 cm l'uno dall'altro. Ciò significa che in una cassetta di 60x20 cm si possono ottenere almeno 3 volte 10 file di bulbo di zafferano. Dopo la semina il contenitore deve essere coperto con altri 5-8 cm di terriccio e in superficie con un compost specifico per bulbi da fiore in grado di fornire allo zafferano il nutrimento necessario per crescere sano e rigoglioso.

Irrigazione e concimazione

Annaffiare accuratamente ogni cassa dopo aver terminato la stratificazione del terriccio è molto importante; infatti, specie nella fase iniziale, l’acqua somministrata regolarmente aiuterà a dare il via al periodo di crescita attiva dopo l'iniziale irrigazione che deve durare massimo una settimana. Nei periodi successivi bisogna innaffiare i bulbi ogni 15 giorni poiché lo zafferano proviene originariamente da un clima molto secco e arido. Queste piante non richiedono molta concimazione per cui basta aggiungere del fertilizzante una volta a stagione. Infatti sono autosufficienti e non richiedono molto tempo per crescere.

Leggi le risposte dei nostri esperti sui BULBI DA FIORE:

I bulbi da fiore dei narcisi

I bulbi da fiore dei narcisi sono a fioritura primaverile e perenni quindi si riproducono anno dopo anno. Per coltivare i narcisi, appartenenti alla famiglia delle Amaryllidaceae, ed assistere ad una rigogliosa fornitura è importante scegliere il clima adatto e adottare una serie di accorgimenti. I fiori sono generalmente di un bianco candido e alla base presentano una spata decisamente ampia ed hanno un perigonio di colore verde e di forma ovoidale. Nella parte centrale è visibile una corona giallastra che ha delle estremità dentellate di una tonalità rossastra.

Quando e dove piantarli

I narcisi per crescere bene amano un luogo luminoso con almeno 6 ore di sole ogni giorno. Se piantati in ombra parziale le piante produrranno foglie verdi ma non fioriranno. Come la maggior parte dei bulbi, i narcisi preferiscono il terreno ben drenato altrimenti sono inclini a marcire ed il momento migliore per piantarli è quello autunnale. Il terreno tra l’altro deve essere accuratamente preparato mescolandolo con un compost specifico per bulbi da fiore.

Irrigazione e concimazione

I narcisi hanno bisogno di molta acqua ma solo nel momento della semina; infatti, dopo circa due settimane è sufficiente irrigarli una volta ogni 7 giorni per le successive 3 settimane. Di solito le piogge primaverili forniscono molta umidità, ma se la vostra zona non ne prevede per 2 o 3 settimane, sono necessarie allora delle innaffiature di supporto per sopperire a questa mancanza d’acqua. Infine per quanto riguarda la concimazione va detto che un buon terriccio ed il giusto fertilizzante rappresentano un binomio perfetto per ottenere magnifici narcisi in giardino.

I bulbi da fiore degli amaryllis

Se state cercando una pianta d'appartamento che fiorisca in inverno per aggiungere un tocco di colore alla vostra casa, l'amaryllis, che come si evince dal nome botanico appartiene alla famiglia delle Amaryllidaceae, è una scelta eccellente. Famosi per gli steli alti ed i fiori grandi e audaci, questi esemplari di bulbi da fiore è possibile goderseli in qualsiasi momento da Natale fino alla primavera.

Quando e dove piantarli

Piantare i bulbi degli amaryllis è possibile farlo con un vaso un po’ più grande del bulbo ovvero che ne copra i due terzi. Il terriccio invece deve essere di un compost generico. Tuttavia per mantenerlo costantemente umido e nel contempo ben drenato in prossimità dell’orlo del vaso, è opportuno aggiungere delle tavolette di torba o quella sminuzzata. Essendo una pianta tenera il bulbo di amaryllis prima di essere inserito nel terreno ha bisogno di una temperatura costante di 20-25°C allo scopo di favorirne la crescita. Alla comparsa delle prime foglie si può poi procedere con la messa a dimora in un vaso (consigliato) o nel terrapieno di un giardino.

Irrigazione e concimazione

Per quanto riguarda la cura dell’amaryllis il vaso pronto per la fioritura primaverile si può posizionare in un luogo dove la luce del sole non è troppo forte e innaffiarlo di rado ma senza lasciare asciugare completamente il terreno. Una volta che le foglie iniziano a morire è opportuno ridurre l'irrigazione fino a quando il compost non è solo umido, permettendo ai bulbi di amaryllis di diventare dormienti o semi-dormienti.

I bulbi da fiore delle calle

La fioritura delle calle, un bulbo appartenente alla famiglia delle Araceae, è tra le più romantiche grazie alle linee morbide ed eleganti dei teneri semi-coni e perchè secondo il linguaggio dei fiori se si ricevono in regalo dalla persona amata significa che vi vuole davvero bene.

Quando e dove piantarli

I bulbi delle calle si possono piantare direttamente nel suolo in tarda primavera, ovvero quando il pericolo delle gelate è completamente passato. Nello specifico si tratta di inserire nel suolo i rizomi con circa 4 centimetri di terriccio ricco e umido.

Irrigazione e concimazione delle calle

Per quanto riguarda l'irrigazione è fondamentale quando si tratta di calle; infatti, tenerle umide dal momento in cui vengono piantate fino a quando non fioriscono e iniziano a morire è fondamentale per prevenirne l'essiccazione precoce. Per la concimazione invece dei prodotti organici arricchiti con del fertilizzante di natura vegetale è la giusta opzione per massimizzare il risultato dal punto di vista della fioritura.

I bulbi da fiore degli anemoni

Uno dei bulbi da fiore primaverili più accattivanti e produttivi è l’anemone appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae. Si tratta infatti di un esemplare che fiorisce appena tre mesi dopo la semina. Questi bulbi tra l'altro sono facili da coltivare e fioriscono abbondantemente e con svariate tonalità di colore durante la primavera producendo spesso fino a 20 fiori per bulbo, e rendendoli quindi un vero cavallo di battaglia del giardino.

Quando e dove piantarli

A seconda di dove vivete, potete piantare gli anemoni in un vaso sia in autunno che in inverno inoltrato o anche all'inizio della primavera. Mentre i cormi primaverili non saranno tanto prolifici quanto quelli piantati in autunno, si può ancora avere un bel raccolto.

Irrigazione e concimazione

Durante il periodo di crescita gli anemoni richiedono l’annaffiatura due volte a settimana e solo quando si sono stabilizzati e nel momento in cui i fiori fanno la loro comparsa in modo vigoroso si può procedere con quelle regolari. Per quanto riguarda la concimazione è importante sottolineare che nel periodo primaverile è vivamente consigliato l’uso di un fertilizzante a base di azoto ma ricco anche di potassio a lento rilascio.

Se hai letto questo articolo, potrebbe interessarti anche:

I bulbi: come si piantano e tanto altro

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.