Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Arbusti da siepe: come sceglierle per il proprio giardino

Arbusti da siepe: come sceglierle per il proprio giardino

L'utilità della siepe

La siepe è una barriera naturale che fornisce grandi vantaggi a chiunque possegga un giardino.

Lasciar fuori gli sguardi indiscreti proteggendo la privacy, riparare dal vento, dal sole e dalla polvere della strada, bloccare il passaggio di intrusi e animali indesiderati, delimitare una proprietà senza dover alzare un muro, sono tanti i vantaggi che si ottengono con una siepe adatta.

Scegliere gli arbusti da siepe in base all'altezza

Quando piantiamo una siepe dobbiamo chiederci, prima di tutto, quanto vogliamo che diventi alta e quale tipo di aspetto e di utilità essa dovrà avere.
Piante come l'agrifoglio e la rosa canina, oltre a dare un tocco vivace con i colori dei fiori e delle bacche, non crescono molto in altezza ma, grazie alle loro spine, sono perfette come recinzione protettiva.

Per siepi colorate di media altezza si potrebbe scegliere il lillà. Se invece avete bisogno di una barriera di dimensioni considerevoli, faranno al caso vostro le conifere. In particolare, a questa famiglia appartengono numerose specie dalle diverse qualità e sarà quindi facile trovarne una adatta al vostro giardino.

Le conifere possono raggiungere diversi metri di altezza, sono sempreverdi e quindi rendono bene anche nel periodo invernale e, inoltre, sono facili da mantenere ordinate in forme geometriche con potature periodiche.

Leggi le risposte dell'esperto su SIEPE:

Scegliere gli arbusti in base all'estensione della siepe

Bisogna tenere conto che alcune piante sono più adatte a mantenere una forma ben ordinata con una potatura regolare. Per eseguirla, se non ci si vuole affidare ad un professionista, si può utilizzare uno strumento realizzato appositamente per eseguire tagli sulle siepi, il più precisamente e pulito possibile, ovvero il tagliasiepi.

Ad esempio, l'agrifoglio richiede un impegno costante per mantenere una forma ordinata ed è quindi da preferire solo nella composizione di siepi poco estese. Specie come il bosso che, invece, hanno una crescita piuttosto lenta, sono adattissime a siepi più lunghe.

Se preferite siepi con una crescita naturale (senza tagliarle in forma geometrica ordinata) potreste optare, ad esempio, per il ginepro e l'aucuba. Entrambi sono sempreverdi e non si spogliano nel periodo freddo.

L'aucuba ha vivaci bacche rosse e foglie larghe con un ottimo risultato di schermatura da luce, polvere e sguardi. Il ginepro ha delle belle bacche viola e spine che tengono lontani gli intrusi.

Potete anche immaginare di unire più specie in una sola siepe.

Ad esempio unendo thuja e pitosforo. La varietà arbustiva della tuia compone barriere dense, ben compatte e profumate, facili da ordinate con la potatura. Gli arbusti del pitosforo hanno foglie verdissime e allungate e fiori bianchi profumatissimi. Entrambe le piante rimangono verdi anche in inverno e raggiungono altezze superiori ai due metri. Unendole si ottiene una siepe alta, densa e sempreverde, fiorita e profumata!

La cura della siepe

Quando piantiamo una siepe, dobbiamo premurarci di preparare bene il terreno.

Questo va ammorbidito e smosso, bisogna scavare buche di ampiezza e profondità sufficienti ad accogliere le nuove piante, soprattutto nel caso queste siano già grandi.

Una volta interrate le radici il terreno va ricompattato ed annaffiato.

Lo spazio vitale di ogni pianta va rispettato quindi i nostri arbusti andranno piantati ad una distanza ottimale l'uno dall'altro e da eventuali muri e costruzioni che possano ostacolarne lo sviluppo radicale.

La siepe va sempre tenuta libera da piante spontanee ed erbe infestanti.

Per fare questo, o procederete manualmente alla pulizia periodica o stenderete dei teli appositi alla base delle piante, a maggior ragione se la vostra siepe è molto estesa.

Sempre in caso di siepi di notevole estensione, sarà conveniente organizzare un impianto di irrigazione a gocciolamento per mantenere le piante sempre adeguatamente irrigate.

In questo caso è bene calcolare bene l'apporto di acqua perché l'eccessiva irrigazione fa marcire le radici.

Contro carenze di minerali, provvederemo annualmente con l'aggiunta di terricci arricchiti. Per i parassiti, tratteremo le piante con prodotti specifici (ogni specie ha i suoi parassiti) che si trovano facilmente in commercio.

Il consiglio è sempre quello di scegliere fin dall'inizio piante appartenenti a specie resistenti.

In tal senso, le conifere sono sempre un'ottima scelta.

Leggi anche "Il mio giardino", e-book scaricabile gratuitamente dal nostro Portale!

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.