chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Il taglio delle siepi

Il taglio delle siepi

Piantare una siepe è spesso il primo gesto che il proprietario fa in una casa appena inaugurata. La siepe delimiterà la proprietà e ne proteggerà l'intimità. Potrà essere lasciata libera o tagliata, composta da una sola specie o da un assortimento di varietà. Le siepi che combinano varietà differenti sono molto di moda, oltre ad essere molto belle esteticamente. ln effetti, la diversità delle specie consente di ospitare ed alimentare una fauna importante e varia. D'altra parte, in caso di malattie o di un attacco parassitario, la siepe mista, per la sua diversità, sarà meno vulnerabile alle aggressioni e resisterà meglio.

Funzioni e caratteristiche delle siepi

Le diverse funzioni di una siepe

Puramente estetica o di utilità, la funzione della siepe nel giardino può consistere in:

  • recintare e delimitare la proprietà con siepi che, possono oltrepassare i 2 m d'altezza. La siepe può essere anche «difensiva››, se costituita da specie spinose.
  • Dividere le diverse parti del giardino: orto, frutteto, zona dei bambini o zona del barbecue, etc.
  • Nascondere luoghi sgradevoli: una vecchia tettoia, un muro in cattivo stato, una vista non piacevole. ln questo caso si utilizzeranno piante a sviluppo grande.
  • Sottolineare prospettive, soprattutto nei grandi giardini, o accompagnare le aiuole.
  • Rappresentare una protezione contro i venti dominanti, (frangivento);
  • contro il rumore (barriere antirumore).

Secondo la funzione, si dovranno scegliere le specie, prendendo in considerazione criteri precisi: fogliame caduco o persistente, altezza finale desiderata, fioritura decorativa, presenza di spine, etc.

Leggi gli altri articoli del blog sulle siepi:

Altezza delle siepi

La maggior parte delle siepi appartiene a 2 categorie d'altezza: le siepi medie (fino a 2 m d'altezza) e quelle alte (che vanno da 2 a 6 m). Gli alberi a sviluppo grande, utilizzati come frangivento, oltrepassano facilmente i 10 m (persino i 20 m). Esistono siepi molto basse, che non superano 1 m d'altezza, chiamate anche bordure.

Influenza della siepe sulla scelta della vegetazione vicina

L'altezza che ci si aspetta da una siepe adulta è molto importante. Ad esempio, si veda l'immagine a sinistra: nel momento di compiere la scelta degli esemplari che si possono piantare a nord o a sud di questa siepe, con orientamento ovest-est, si terrà in considerazione l'altezza. Questo tipo di siepe proietta, verso nord, un'ombra equivalente ad una volta e mezza la sua altezza, sia in primavera sia in autunno: per tanto, si devono piantare degli esemplari che non richiedono molta esposizione al sole. lnvece, a sud di questa siepe, le piante devono appartenere a delle specie da esposizione a pieno sole, che sopportano il calore estivo; mentre non sarà importante che non tollerino il freddo invernale o il vento del nord.

Influenza della tipologia di siepe sull'altezza finale

L'altezza finale dipende in gran parte dal modo in cui vengono condotti gli alberi e gli arbusti. Una piantagione in cui le piante sono molto vicine, come succede nelle siepi, provoca, tra gli esemplari che la compongono, una concorrenza spinta per l'accesso alla luce, all'acqua e agli elementi nutritivi. Questo ne limita, pertanto, lo sviluppo. Per questo, si deve fare attenzione al terreno secco o, durante un anno di siccità, si deve controllare che non manchi acqua. Ad esempio, il Carpinus betulus, piantato isolato, raggiunge 20 m d'altezza e 8 m di larghezza. Ma piantato in una siepe densa, ossia, a 80 cm di distanza da ogni lato, e tagliato 3 volte l'anno, non supererà mai i 4 m d'altezza, formerà un viale fitto di vegetazione a sviluppo arbustivo piuttosto che arboreo.

Normativa

Si deve tenere in considerazione la distanza autorizzata tra la posizione della piantagione e il confine di due proprietà.

Tipi di siepi

Le siepi libere

Sono composte da una o varie specie con altezze differenti. Si formano con arbusti a fogliame caduco o persistente. Generalmente sono decorative per la loro fioritura o fruttificazione. La potatura è di solito molto limitata o inesistente, proprio per non danneggiare questo aspetto decorativo, ma anche col fine di conservare un portamento naturale (uno degli aspetti attraenti di questo tipo di siepe). Assumono così la sagoma tipica naturale di ogni specie di arbusto che le compone: alcuni con portamento eretto, altri con portamento aperto o con rami arcuati, a volte ricadenti per il peso dei propri fiori, eccetera.

Le siepi tagliate

Si realizzano con specie e varietà a fogliame caduco e, soprattutto, persistente o semipersistente, la cui fioritura o fruttificazione è di solito poco interessante (per questo si può eseguire regolarmente un taglio).

Le distanze di piantagione sono generalmente più ridotte di quelle delle siepi libere. Le siepi tagliate si modellano secondo il gusto del proprietario, tenendo in considerazione le caratteristiche di ogni specie e varietà, ma anche in funzione dei criteri d'altezza e larghezza desiderati per ragioni d'estetica o di utilizzo. Le sagome possibili sono 3:

  • quelle a cima arrotondata, le meno utilizzate;
  • quelle a cima rettangolare, le più abituali;
  • quelle a cima trapezoidale: le più consigliate, soprattutto nelle siepi di conifere, ma poco frequenti nei giardini privati. Tuttavia, possiedono qualità importanti: evitano l'allargamento della cima della siepe, che di solito si produce per effetto dei ripetuti tagli orizzontali di quest'ultima, eseguiti sempre allo stesso livello e per anni.
    Questa forma di siepe permette anche, in caso d'abbondanti nevicate, una caduta più veloce della neve. E, inoltre, permette una migliore illuminazione dei rami bassi, cosa che contrasta la tendenza all'impoverimento basale in piccoli organi secondari.

Leggi le risposte dell'esperto su SIEPE:

Le siepi frangivento

Generalmente si classificano in funzione dell'altezza: i piccoli (da 5 a 10 m d'altezza) e i grandi (da 10 a 20 m). La loro funzione è soprattutto di utilità, dato che hanno lo scopo, per esempio, di proteggere le coltivazioni dai venti. In questo tipo di siepe si trovano specie arboree a diverso portamento e altre arbustive e tagliate alla base regolarmente. Sono costituite dall'associazione di piante di 3 altezze differenti, alternate per creare un insieme resistente, alla penetrazione di parte del vento. Non è consigliabile che i frangivento siano totalmente impermeabili al vento. Si pone in evidenza che un frangivento, piccolo o grande, protegge le coltivazioni fino ad una distanza 6 volte la sua altezza (ossia, da 50 a 80 m in media quando il frangivento è impermeabile al 100%) o addirittura da 10 a 12 volte la sua altezza (vale a dire 100 o 150 m quando lascia penetrare solo il 50% del vento). In questo secondo caso, il 50% del vento che penetra la siepe si troverà dall'altro lato e si opporrà ai mulinelli creati dal 50% del vento restante, che sarà salito lungo la siepe per ricadere al suolo dal lato opposto.

Criteri di scelta

Le piante utilizzate nella formazione dei frangivento devono:

  • essere adatte alla zona;
  • raggiungere rapidamente l'altezza desiderata;
  • avere un portamento piuttosto eretto, ma mantenendo una base ben fitta;
  • sopportare una potatura periodica nella loro fase giovanile; e poi abbandonarla.

Frangivento piccoli

Sono un insieme di alberi allevati a ceppaia e di arbusti. Si esegue una potatura laterale per limitare lo spessore della siepe e ridurne l'invasione nella superficie di coltivazione. Gli arbusti hanno un ruolo di «riempimento» e si piantano al sud della linea degli alberi oppure intercalati. Gli alberi formano la ceppaia a partire da cespugli (e non da fusti), che si possono tagliare alla base periodicamente.

Frangivento grandi

Sono insiemi di alberi a fusto alto, alberi a ceppaia (provenienti da una svettatura eseguita ogni 10-15 anni) e di arbusti di riempimento (anche questi svettati, ogni tanto, nel ceppo). Di solito la composizione è la seguente:

  • specie di alberi ad alto fusto;
  • specie di alberi allevati "a ceppaia";
  • specie di arbusti di riempimento.

Le fasce alberate

Sono frangivento, 2 o 3 volte più ampi di quelli classici e che quindi comprendono un maggior numero di filari di piante. Si usano per proteggere coltivazioni professionali, riparare campi sportivi, fabbriche, serre, etc. Non si usano in spazi ridotti né in giardini piccoli dato che hanno bisogno di grandi spazi. Non si tornerà a parlare di loro.

Leggi gli altri articoli del blog sulle siepi:

Scopri come creare una bella siepe!

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.