Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Echeveria - Scopri le caratteristiche di questa particolare pianta grassa

Nelle foglie il segreto della sua bellezza

Pubblicato il 30/01/2016 da Marco Alberti in Piante Grasse
Echeveria - Scopri le caratteristiche di questa particolare pianta grassa

Echeveria è un grande genere di piante succulente, con più di 100 specie e numerosi ibridi e varietà orticole, originarie dell’America centrale e meridionale.

La maggior parte di quelle coltivate proviene dal Messico. Il nome "Echeveria" deriva da quello del pittore naturalista Atanasio Echeveria y Godoy che viaggiò in Messico alla fine del '700.

Il loro fusto si presenta assai corto oppure, a volte, piuttosto allungato, portante rosette di foglie carnose, con differenti tonalità di verde o azzurro-grigio. Molte specie attecchiscono facilmente e questo rappresenta un metodo di propagazione insieme alle talee di fusto, foglia o addirittura tramite il rachide dell’infiorescenza provvisto di brattee (follicoline).

Le infiorescenze, più o meno lungamente peduncolate, sono costituite da racemi di fiori eretti o ricurvi a cinque petali riuniti in una corolla tubulosa gialla, rossa o arancione.

Si tratta di piante resistenti alla siccità e capaci di tollerare per un po' il freddo per brevi periodi, nonché condizioni di semi-ombra. Per una crescita migliore, comunque, è meglio approvvigionarle regolarmente di acqua. Si rinvasa ogni 1-2 anni in primavera usando un terriccio apposito per cactacee, facendo attenzione che ci sia un buon drenaggio nel vaso.

In piena terra, in zone a clima mite, è opportuno mescolare sabbia e terriccio con perlite.

Echeveria - la pianta grassa dalle foglie morbide e villose

Echeveria pulvinata, questo è il nome di una pregevole specie messicana, di piccola statura, provvista di un fusto ramificato alto sino a 40 centimetri, con foglie disposte in una rosetta rada, coperte di fittissimi peli bianco-argentei, sfumati di rosso nelle foglie più giovani.

Bella l’infiorescenza tra fine inverno e inizio primavera, con fiori di colore rosso-arancio o rosso-giallo. Resiste sino a -4°C, vuole acqua moderata in estate, esposizioni soleggiate o semi-ombra. Particolare e molto decorativa la varietà denominata ‘Frosty’ ossia "ghiacciata", con foglie più piccole e densamente coperte di peli candidi.

Echeveria setosa è una specie molto simile, anch'essa con foglie pelose ed eleganti fiorellini rossi a margini gialli.

Echeveria con le foglie lucidamente colorate

Echeveria "Perle Von Nurnberg", un ibrido orticolo privo di un fusto visibile e provvisto di una rosetta, con diametro medio di circa 20 centimetri, densa di foglie carnose spatolate e brevemente appuntite, di colore grigio-porpora. In primavera spuntano fiori di colore rosso-arancione, piccoli, in infiorescenze lunghe sino a 30 centimetri.

Echeveria agavoides, piccola succulenta provvista di fusto assai breve, con foglie in rosetta basale verdi o bianco-verdi, a volte sfumate di rosso, carnose, di forma lanceolata od ovale e apice acuto munito di una breve spina scura. Piccoli e delicati i suoi fiori, di colore rossiccio sfumato di giallo, in primavera.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da marco_alberti

marco_alberti

Marco Alberti è Dottore Forestale, esperto in Piante Cactacee e Succulente, e autore di alcuni studi e volumi sulla flora spontanea e ornamentale. In particolare si occupa di piante succulente coltivate in Italia sia nei giardini pubblici che a livello amatoriale e acquistabili presso vivai specializzati.

La lunga carriera professionale del professor Alberti è costellata di esperienze lavorative di successo, arricchite da Studi botanici, ecologici e paesaggistici, Consulenze per progettazione di aree verdi con analisi paesaggistica, valutazione di impatto ambientale, studi d’incidenza ecologica, Pianificazione forestale per le proprietà di numerosi comuni ed istituzioni locali; Progettazione e direzione lavori in ambito forestale.

Il professor Alberti è docente e autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative ed è stato relatore in seminari e convegni.

Se desideri saperne di più sulle Piante Cactacee e Succulente, contatta Marco Alberti:

Dottore Forestale Marco Alberti
via Giulio Cesare, 61
18012 Bordighera (IM)
cellulare: 3293115080