chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Gigli: messa a dimora e coltivazione

Pubblicato il 02/09/2016 da in Fiori
Gigli: messa a dimora e coltivazione

Per procedere con la coltivazione dei gigli, occorre scegliere prima di tutto la posizione adatta.

Messa a dimora dei gigli

Il sito ideale dovrebbe essere esposto al sole per almeno sei ore il giorno, con un’opportuna protezione dal vento e dai raggi solari durante le ore più calde. La cosa migliore sarebbe che questa protezione fosse fornita da piante d’accompagnamento, come perenni, altre bulbose, arbusti

La messa a dimora dei bulbi di gigli, il più possibile freschi, prevede una profondità di circa 10-15 cm, fatta eccezione per Lilium candidum, il cui bulbo deve avere la sommità alla superficie del terreno.

Inoltre i gigli dovrebbero poter disporre di uno spazio piuttosto ampio (circa 20 cm fra l’uno e l’altro) e una buona circolazione d’aria a partire dal momento in cui emergono in superficie dal suolo, quando arriva la primavera: un eccessivo affollamento potrebbe generare marciumi e varie malattie, come l’oidio.

Gigli: caratteristiche del terreno

È essenziale che il terreno sia ricco, ben strutturato e sciolto, ma soprattutto perfettamente drenato. Si può incorporare nel suolo una abbondante quantità di concime organico ben maturo e di composta, in aggiunta ad una parte di ghiaietto grossolano e sabbia. La maggior parte dei gigli predilige un suolo moderatamente acido, così che è indispensabile aggiungere un ammendante per contenere eccessi sia d’acidità sia d’alcalinità.

Ricordate che i gigli sopportano l’alcalinità se vi è un considerevole strato di humus.

Non si deve mai esagerare con le annaffiature, perché queste possono rischiare di creare problemi di oidio e di funghi: l’irrigazione a goccia è la migliore. Anche per questo fine, vi consiglio di eseguire una buona pacciamatura, che preserva fresco l’apparato radicale.

Ultimo consiglio: i gigli non sopportano affatto gli spostamenti! Cercate sempre di metterli a dimora nella posizione definitiva, dove, una volta rispettati tutte le norme che fino ad ora vi ho suggerito, i vostri bulbi vivranno a lungo e in salute.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da