Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Rosa rossa 'William Shakespeare 2000' - Caratteristiche

Una delle rose inglesi di colore rosso cremisi più affascinanti che ci siano

Pubblicato il 25/06/2016 da Stefania Pianigiani in Rose
Rosa rossa 'William Shakespeare 2000' - Caratteristiche

Con la rosa 'William Shakespeare' è stato davvero un colpo di fulmine! Al celebre drammaturgo e poeta inglese, la David Austin Roses ha deciso di dedicare, qualche anno fa, una rosa e io, dalla prima volta che l’ho vista, me ne sono perdutamente innamorata.

Se il poeta e scrittore inglese William Shakespeare scriveva: "Non desidero una rosa a Natale più di quanto possa desiderar la neve a maggio, d’ogni cosa mi piace che maturi quand’è la sua stagione", un motivo ci sarà senz'altro stato.

Ma cosa ha questa rosa di così peculiare?

Per prima cosa è bellissima e per essere una rosa rossa inglese, ha davvero un meraviglioso profumo intenso e sa di buono. Si, sa proprio di buono, annusarla mette di buon umore e fa sognare. Si tratta di una rosa sensuale, che seduce coloro che la guardano, con i suoi tanti petali di un rosso cremisi vellutato, che gradualmente muta in porpora intenso.

È una varietà di rosa molto resistente alle malattie e rifiorisce di continuo.

E il suo nome completo è 'William Shakespeare 2000', ricordatevelo. È una rosa inglese, il cui gradevole profumo è quello intenso e caldo tipico della Rosa Antica, ma che non sempre si incontra in una varietà a fiori rossi.

Questa pianta, da sola, basta con la sua bellezza a persuadere gli occhi degli uomini, senza bisogno di oratori.

Leggi le risposte dell'esperto su COLTIVAZIONE E CURA ROSE:

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da stefania_pianigiani

stefania_pianigiani

Giardiniera da una vita nell’amata Toscana, un’estate per caso Stefania è rimasta folgorata dal libro "Aglio e Zaffiri" di Ruth Reichl e, dopo averlo letto, ha esclamato: "Che bello girare per ristoranti e poterli giudicare!"

Ha aperto un blog personale "La Finestra di Stefania" - www.lafinestradistefania.it e la sua vita è cambiata.

Continua a fare la giardiniera, perché senza fiori e profumi non potrebbe vivere, ma nel frattempo è diventata giornalista e sommelier; e oltre a scrivere di cibo e giardini,  collabora con la testata "Agrodolce" - www.agrodolce.it.

Stefania Panigiani "Enogastrogiardiniera"
Giornalista
Blogger
Sommelier Ais

Scopri il mio libro "Appetiti Estremi"

Blog www.lafinestradistefania.it

www.agrodolce.it/autore/s-pianigiani

LINKEDIN it.linkedin.com/in/stefania-pianigiani-29b3a828

TWITTER https://twitter.com/enogastrogarden

FACEBOOK www.facebook.com/Lafinestradistefaniait