Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Le rose a cespuglio: ecco la Gina Lollobrigida

Pubblicato il 20/01/2016 da Giampietro Boninsegna in Rose
Le rose a cespuglio: ecco la Gina Lollobrigida

Le rose si dividono in due grandi classi: le Rose Sarmentose, ovvero con lunghi rami e portamento rampicante, e le Rose Cespugliose. Queste ultime a loro volta, a seconda del'altezza, si dividono in Rose nane, Rose medie, Rose basse.

Come si effettua la potatura delle Rose a cespuglio?

Che cosa si intende per "rose a cespuglio"? 

Quando la pianta è formata da un gruppo di rami nascenti da una stessa radice senza un fusto principale. Le rose a cespuglio vengono utilizzate molto frequentemente per decorare ed abbellire parchi e giardini, ma sono molto adatte anche per la coltivazione in vaso.

Le loro foglie, di colore verde chiaro, rendono le rose a cespuglio particolarmente decorative: alcune foglioline più piccole, in particolare, si presentano con un contorno seghettato molto grazioso. Particolarmente deocorativa è anche la presenza degli splendidi fiori.

Le rose a cespuglio più "mature" presentano uno sviluppo più basso e compatto, mentre quelle più recenti possono anche raggiungere un’altezza di due metri. Le rose a cespuglio sono caratterizzate da una continua e abbondante fioritura, che si prolunga dalla primavera all'inverno. 

Non richiedono particolari esigenze nella coltivazione, cosa che rende le rose a cespuglio abbastanza facili da coltivare. Nel volume "Alberi e Arbusti", c'è un'ampia sezione dedicata alle Rose ed ai segreti per farle crescere sane e rigogliose nel vostro giardino: tantissime varietà di Rosai, Rose antiche e Rose inglesi, Rosai con fiori a mazzi, Rosai rampicanti, Rosai arbustivi.

È proprio ad una Rosa a cespuglio, la Rosa Gina Lollobrigida, che voglio dedicare questo post. Si tratta di una rosa non particolarmente rara ma molto bella, che ha un colore che ricorda l'estate, il caldo, il sole.

Leggi le risposte dell'esperto su CURA E COLTIVAZIONE ROSE:

Gina Lollobrigida. Elegante e affascinante come l'attrice italiana di cui porta il nome

Si tratta di un ibrido di Tea, creata da Meilland del 1989 (progenitori Laura 81 x Tchin-Tchin). Questi ibridi hanno normalmente steli lunghi che le rendono perfette per recidere e rifioriscono regolarmente 

La rosa Gina Lollobrigida è definita rosa a grande fiore, ha portamento arbustivo che raggiunge un'altezza di 150 cm  e una larghezza di 100 cm. Queste dimensioni la rendono estremamente duttile, infatti può essere usata per la coltivazione in vaso, ma anche per creare siepi colorate di media altezza.

È adatta anche per abbellire ed ingentilire aiuole, ove si voglia colorare zone un pò scure, soprattutto se si accompagna questa rosa a cespuglio con erbacee perenni o graminacee a portamento morbido, come la Stipa tenuifolia oppure la Muhlenbergia capillaris o il Pennisetum in varietà, che attenueranno il portamento un pò rigido di questa rosa.

Il fiore è composto da molti petali giallo oro più chiari all'estremità superiore e più scuro nella parte inferiore, che non schiariscono al sole. Essi hanno una dimensione di 13 cm e un profumo delicato e dolce. 

La rosa Gina Lollobrigida sboccia singolarmente ed è portata su lunghi steli. Il fogliame di questo cespuglio è verde scuro brillante, che esalta il colore del fiore. Questa pianta è resistente alle malattie e si adatta anche a terreni difficili.

La potatura dovrà essere piuttosto drastica perchè la pianta essendo vigorosa, se lasciata crescere liberamente, può assumere un portamento sgraziato.

Come la maggior parte delle rose andrà posizionata in zona assolata, possibilmente in un terreno di medio impasto ricco di sostanza organica e annaffiata regolarmente nel periodo estivo.

Leggi le altre risposte dell'esperto su MALATTIE E PROBLEMI ROSE:

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da 25_mq_di_verde

25_mq_di_verde

La passione di Giampietro per il mondo vegetale è abbastanza recente.

Fino a pochi anni non pensava neanche all'idea di occuparsi di una piantina o un fiore. Poi tutto è iniziato con qualche vaso sul balcone, da qui l'esigenza di trovare una casa con uno spazio esterno, per quanto piccolo. 

25mq-di-verde è un blog nato insieme al piccolo giardino che rappresenta.

JampyB

http://25mq-di-verde.blogspot.it/