Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Anthurium - Cura e Coltivazione

Anthurium - Cura e Coltivazione

In questo articolo vengono descritte le caratteristiche di questa pianta da appartamento e le precauzioni necessarie per mantenerla in perfette condizioni.
In genere di piante Anthurium rappresenta un tipo di piante a fogliame decorativo, che fa parte delle Aracae dell'America tropicale.

All'interno della famiglia della pianta anche comunemente denominata Anturio è possibile trovare diverse specie, alcune ornamentali e apprezzate per i fiori utilizzati come decorazione.
Le foglie dell'Anthurium sono molto grandi, e la fioritura della pianta ha una durata che va da giugno a settembre.

Introduzione alla coltivazione dell'Anthurium

La pianta Anthurium ha bisogno di ambienti umidi e caldi, con una luminosità forte ma allo stesso tempo non ricadente direttamente sulla pianta.
Inoltre occorre un terreno leggero e umido, con una concimazione mensile in formato liquido e nella bella stagione.
Le annaffiature devono essere frequenti così come le nebulizzazioni, mentre nel periodo invernale le innaffiature alla pianta vanno diminuite.
Le foglie dell'Anturio devono essere pulite con un panno bagnato e senza utilizzare artificiali lucidanti per foglie.
Una rinvasatura con terriccio leggero comune deve essere effettuata ogni due anni nel periodo primaverile, con argilla espansa o ciottoli che vanno posizionati sul fondo per consentire un ottimale drenaggio idrico.

Anthurium: le principali problematiche legate a questa pianta

Le foglie possono subire un ingiallimento a causa di sbalzi di temperatura e di correnti d'aria, mentre si deve porre particolare attenzione a infestazioni di cocciniglia farinosa e afidi.
Si deve anche stare attenti alle possibili infezioni fungine causate da eventuali ristagni d'acqua eccessivi.
Gli insetti rischiano di causare malattie gravi nella pianta, ma anche attacchi di marciumi e di crittogame sono portatori di problematiche anche serie per la salute dell'Anthurium.
Se la pianta non è tenuta all'interno di un edificio (la situazione più comune) ma viene anzi esposta all'esterno gli attacchi più frequenti e pericolosi possono derivare da lumache e chiocciole, con quest'ultime che possono provocare infestazioni molto dannose.

Le nebulizzazioni vanno dosate nella giusta quantità e senza esagerare, per evitare il rischio di attacchi da parte delle crittogame.
Se queste evenienza fosse già avvenuta, conviene sospendere immediatamente il trattamento per evitare la diffusione del problema e una situazione ancora peggiore; in questo periodo di sospensione le piante vanno cosparse di anticrittogamico.
Parlando di problemi di decomposizione, il marciume o i suoi residui che si trovano nel colletto o nelle radici della pianta potrebbero rappresentare la problematica più frequente, a causa di un pessimo drenaggio o di un eccessivo numero di irrigazioni che rischiano di generare ristagni d'acqua.

Anthurium: le varietà maggiormente coltivate in Italia

  • Anthurium contum: una pianta che presenta foglie verdi e coriacee e che è originaria del Brasile del Sud.
    Le foglie della pianta sono caratterizzate da una disposizione a rosetta, con nervature evidenti e un picciolo di piccole dimensioni. Questa specie di Anthurium ha grosse difficoltà a fiorire all'interno di una serra ed è adatta anche ad ambienti meno luminosi, anche se rispetto ad altre varietà di Anthorium questa specie richiede una maggiore umidità nell'ambiente dove viene situata la pianta.
  • Anthurium andreanum: si tratta di una varietà di Anthurium proveniente dalla Colombia, capace di raggiungere un'altezza di 45 centimetri.
    Le foglie di un colore verde scuro, bello e luminoso, sono cuoriformi e che possono arrivare a misurare 25 centimetri di lunghezza.
    Nel periodo compreso tra maggio e settembre questa pianta produce uno spatice bianco-giallastro e di forma cilindrica, caratterizzato da una base composta da una spata, con un colore corallo e cremisi e con una consistenza cerosa.
  • Anthurium miquellanum: varietà di pianta poco diffusa, con foglie di colore verde chiaro e originaria del Brasile.
  • Anthurium crystallinum: questa pianta è proveniente da Colombia e Perù ed è caratterizzata da foglie ovate, cordate e da una pesante tessitura.
    Le stesse foglie misurano una lunghezza di 40 centimetri e una larghezza di 25 centimetri.
    La parte superiore delle foglie hanno un particolare riflesso composto da venature con strisce brillanti e con un colore bianco-argento; tuttavia il suo colore principale è un verde rossastro o un verde scuro accentuato.
Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.