Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Il bosco della Ragnaia

Un' oasi di verde da scoprire a San Giovanni d'Asso Siena

Il bosco della Ragnaia

San Giovanni d’Asso è un piccolo paese, incastonato nel cuore delle crete senesi, che offre anche una vera e propria oasi di verde da scoprire: Il “Bosco della Ragnaia”. Situato alla fine del centro abitato sulla sommità della collina, prende il nome dalla “ragna” una tela distesa sugli alberi che serviva per catturare gli uccelli. Nato nel 1996 per mano dell’artista americano Sheppard Craige, la creatura è un giardino contemporaneo ricco di lecci secolari, querce, iscrizioni e statue.  Craige si è trasferito qui da oltre venti anni e accantonato provvisoriamente la pittura, si è lanciato in questa impresa.

Un giardino contemporaneo con un mix di arte e verde

File di giovani cipressi, sono intervallate dalle azzurre siepi di “teucrium”, andando a formare figure geometriche ben definite, ma soprattutto seguendo una linea dolce e precisa nel terreno. Curioso scoprire opere come l’”Altare dello Scetticismo” l’”Oracolo di Te Stesso” che suggerisce un percorso riflessivo, la “Fontana del Buonsenso”, consiglia di non bere acqua oppure il “Centro dell’Universo”.  Dentro una fitta siepe di bosso si congiungono travi di legno a formare un cubo cavo che rappresenta il padiglione del niente.

L'Altare dei Dubbi

Tante domande, poche risposte, che portano sino all’”Altare dei Dubbi” posto sotto una gigantesca quercia, e sul quale è inciso il motto di Montaigne “Que sais je? Chi sono io? Vale la pena passeggiare tra i suoi camminamenti, protetti dalle fronde dei lecci e lasciarsi guidare tra fontane, gongs, colonne di acciaio e legno, citazioni antiche e moderne. Il parco è un giardino privato aperto a tutti e tra le regole da rispettare c’è quella del silenzio.
 

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da stefania_pianigiani

stefania_pianigiani

Giardiniera da una vita nell’amata Toscana, un’estate per caso Stefania è rimasta folgorata dal libro "Aglio e Zaffiri" di Ruth Reichl e, dopo averlo letto, ha esclamato: "Che bello girare per ristoranti e poterli giudicare!"

Ha aperto un blog personale "La Finestra di Stefania" - www.lafinestradistefania.it e la sua vita è cambiata.

Continua a fare la giardiniera, perché senza fiori e profumi non potrebbe vivere, ma nel frattempo è diventata giornalista e sommelier; e oltre a scrivere di cibo e giardini,  collabora con la testata "Agrodolce" - www.agrodolce.it.

Stefania Panigiani "Enogastrogiardiniera"
Giornalista
Blogger
Sommelier Ais

Scopri il mio libro "Appetiti Estremi"

Blog www.lafinestradistefania.it

www.agrodolce.it/autore/s-pianigiani

LINKEDIN it.linkedin.com/in/stefania-pianigiani-29b3a828

TWITTER https://twitter.com/enogastrogarden

FACEBOOK www.facebook.com/Lafinestradistefaniait