chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Malattie delle Orchidee - Quali sono e cosa fare

Malattie delle Orchidee - Quali sono e cosa fare

A dispetto delle cure a loro dedicate può accadere che le nostre orchidee presentino i segni di una sofferenza in corso. Per questo è importante conoscere quali sono le più comuni malattie delle orchidee, come identificarle e come curarle.

Alcuni dei più comuni tipi di malattie delle orchidee possono essere causate da parassiti e insetti, o da funghi, batteri e virus.

 PRODOTTI CONSIGLIATI PER LA COLTIVAZIONE E CURA DELL'ORCHIDEA 

Di seguito un elenco di prodotti per il giardinaggio che abbiamo scelto per te (e che puoi acquistare online), che ti permetteranno di mettere in pratica, fin da subito, le indicazioni contenute in questo articolo.

1. Orchidea --> https://amzn.to/32R7zxT

2. Terriccio per orchidee --> https://amzn.to/2Au7CDG

3. Concime --> https://amzn.to/2Ars5c7

4. Antiparassitario --> https://amzn.to/2V21dsC

5. Vaso trasparente --> https://amzn.to/32KQjtW

Malattie orchidee: prevenzione

Per ridurre al minimo i problemi da parassiti delle orchidee è opportuno implementare le strategie di gestione colturale come la prevenzione, l'igiene, l'ispezione della pianta. La giusta quantità di acqua, di temperatura, umidità e luce minimizzerà potenziali danni da parassitosi

Prevenire i parassiti, anche rimuovendo detriti vegetali e vecchie guaine fogliari che costituiscono un possibile nascondiglio per i parassiti, significa eliminare un veicolo di trasmissione per virus e batteri. 

Malattie parassitarie

Afidi, acari e cocciniglie sono alcuni dei parassiti che più comunemente possono infestare le piante di orchidea. Mentre cocciniglia e afidi sono facili da individuare perché visibili ad occhio nudo, gli acari sono microscopici e la loro infestazione è più subdola. Vediamo alcuni esempi:

  • la cocciniglia bruna ha un guscio circolare marrone scuro che aderisce come una ventosa su foglie, petali, sepali o anche su rizomi e radici;
  • la cocciniglia cotonosa, o farinosa, si presenta con il dorso ricoperto da una cera biancastra;
  • gli afidi sono vettori di altre malattie delle orchidee e si combattono con insetticidi specifici che agiscono sia per contatto che per ingestione. Alla base delle gemme, sui fiori e sulla pagina inferiore delle foglie, le colonie di afidi sono facilmente individuabili ad occhio nudo;
  • gli acari si rivelano solo al verificarsi dei primi danni considerevoli. All'inizio rendono la foglia della pianta argentea. Questo caratteristico aspetto è dovuto al fatto che il parassita succhia via dalla foglia la clorofilla di cui si nutre;
  • l'acaro ragno lascia invece la traccia di una caratteristica ragnatela sulla pagina inferiore della foglia. Sono le forme alate a trasmettere i parassiti da una pianta all'altra.

Sono molto difficili da debellare. Rimedi efficaci consistono nel tamponare le parti aggredite con alcool isopropilico rimuovendo le incrostazioni con uno spazzolino. Il trattamento va ripetuto in seguito per eliminare uova e larve. Anche oli minerali e saponi insetticidi costituiscono un metodo di controllo di queste infestazioni. 

Scarsa crescita e foglie arricciate sono il segno tardivo dell'infestazione rivelata dall'ammucchiamento degli insetti e dall'abbondante melata sparsa sul fogliame. Una sospetta infezione può essere rivelata precocemente dalla lente d'ingrandimento o anche passando un panno bianco su entrambi i lati della foglia: se presenti, acari o uova lasceranno sul panno striature brune o rossastre.

L'infestazione si tiene sotto controllo aumentando l'umidità della pianta attraverso le frequenti nebulizzazioni.

Micosi 

Anche alla base delle malattie fungine vi sono spesso cattive tecniche di coltivazione: mancanza di ventilazione, eccessiva umidità, substrati inidonei che degradano facilmente o l'utilizzo di strumentazioni non disinfettate.

Gli attacchi del Botrys spp, della Glomorella o del fungo Fusarium spp si manifestano con macchie brune circolari, rammollimento e infine necrosi dei tessuti quando il fungo attacca le radici dell'orchidea.

La lotta si imposta eliminando fisicamente le parti danneggiate e trattando l'orchidea con antiparassitari.

Malattie batteriche

La necrosi fogliare è indice anche di malattie delle orchidee di origine batterica. Come quelle causate dallo Pseudomonas spp e dall'Acidivoras spp. Le elesioni a macchia d'olio provocate da questi agenti inizia dalle foglie e man mano si diffondono a tutto il fusto.

Le colonie batteriche producono un essudato, utile a distinguere queste lesioni da quelle fungine. Piccole macchie gialle oleose sono il sintomo di un altro attacco, quello dell'Erwinia spp, che raggiungendo i tessuti interni della pianta la trasforma in una massa putrescente.

Tutte le patologie batteriche sono difficilmente controllabili. Anche contro gli attacchi dei batteri sono preventive le corrette tecniche colturali. L'uso degli antiparassitari invece, va limitato in quanto si tratta di prodotti tossici, poco adatti all'uso domestico.

Le virosi

Sono al momento circa 25 i ceppi virali conosciuti che causano malattie delle orchidee.

La trasmissione avviene per lo più attraverso gli attrezzi non disinfettati. Si tratta sempre di agenti virali non specifici delle orchidee e che hanno una grande varietà di piante ospiti. 

Il virus del mosaico e il virus della maculatura sono i principali e più comuni agenti virali che possono essere trasmessi alle orchidee. In ambedue i casi i sintomi possono essere estremamente vari anche a seconda del genere di orchidea colpita.

Punteggiature, striature e maculature necrotiche sulle varie parti della pianta possono essere sintomo dell'attacco di uno di questi virus. L'andamento a mosaico delle macchie è però un segno inequivocabile della presenza di una virosi.

In presenza di una malattia virale gli attrezzi vanno sterilizzati con varichina al 10% poichè molti virus sono resistenti al calore.
Non esiste terapia per le piante infette, così come non esistono sintomi precoci.

Leggi altre risposte dell'esperto su MALATTIE ORCHIDEE:

Cocciniglia sulle orchidee - Cosa fare - I consigli dell'esperto, con Giancarlo Pozzi

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.