Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Guida alla scelta della piscina per il tuo giardino

Perché dovresti pensare di avere una piscina a casa (spendendo magari meno di quello che pensi)

Guida alla scelta della piscina per il tuo giardino

Parlando di piscine a casa propria, sono subito evidenti i benefici misurabili sia in termini di comfort, che relax e benessere. Da non trascurare, inoltre, che una casa con piscina, assume immediatamente un maggiore valore estetico ed economico.

Nuotare e rilassarci quando vogliamo, nell'intimità della nostra casa, senza essere disturbati da nessuno e senza dovere prendere l'automobile per cercare un posto al mare o al lago tra la folla. L'idea di non dover cercare parcheggio per fare una nuotata è già un grande vantaggio per noi. E se tra una nuotata e l'altra volessimo pranzare, cenare o vedere un bel film, il relax di una domenica in famiglia è assicurato!

Possedere una piscina è anche un modo per poter fare attività fisica durante tutto l'anno, (vista la possibilità di riscaldare l'acqua, anche per le piscine fuori terra), così da mantenerci in forma senza pagare la retta della palestra.

Altri vantaggi non da poco sono la sicurezza e l’igiene, poiché fare un bagno in piscina, ci permette di evitare qualsiasi contatto con l'inquinamento, alghe o meduse, facendoci comunque gustare l'atmosfera della natura nel nostro giardino.

Quale Piscina Scegliere? 

La scelta della piscina giusta è fondamentale e per questo è importante analizzare alcuni fattori.

In commercio ne esistono di svariate forme, dimensioni e materiali. Tra i materiali più utilizzati troviamo acciaio zincato, vetroresina e calcestruzzo trattato con impermeabilizzanti specifici.

Ma sostanzialmente esistono due tipi di piscina: le piscine interrate e le piscine fuori terra.

Per quanto riguarda le piscine interrate, si tratta di un lavoro abbastanza complesso che va progettato, seguito e realizzato da professionisti qualificati nel settore piscine. Inoltre, la piscina in generale è anche un elemento di arredo che una volta costruito caratterizzerà la vostra casa diventandone una importante parte strutturale.

Se si sceglie quindi di costruire una piscina interrata, sarà ancora più importante valutare attentamente l’esposizione, il tipo di terreno ed il tipo di piscina, considerando che, una volta effettuato lo scavo, non si avrà più modo di lasciare spazio a dubbi o ripensamenti.

La piscina fuori terra, invece ci permette di evitare lo scavo, la gettata di cemento e i tempi di realizzazione. Una piscina fuori terra è una soluzione ideale per abbattere i costi e le spese edili, permettendoci di avere comunque un ottimo risultato anche nell'ambito di una scelta di lusso. In questo senso sono disponibili in commercio, diverse tipologie di piscine fuori terra di design, con scalini e solarium integrati e con effetto piscina a filo.

Oltretutto queste strutture, non essendo fisse, possono essere spostate (ovviamente una volta svuotate e con le dovute precauzioni).

Una piscina fuori terra è quindi una soluzione economica, alla portata di tutti e comoda, che ci permette di risparmiare tempo, anche per quanto riguarda le autorizzazioni e la burocrazia.

Quali autorizzazioni servono per installare una piscina?

Che si tratti di una piscina interrata o di una piscina fuori terra, le Autorizzazioni Comunali sono sempre necessarie al fine di non incappare in multe e sanzioni, tuttavia, queste autorizzazioni sono più articolate per la piscina interrata che per la piscina fuori terra. Se vogliamo costruire una piscina interrata bisogna infatti chiedere un sopralluogo ad un Architetto o Geometra e recarsi, sempre accompagnati da queste figure professionali, al Comune di appartenenza per chiedere di visionare il Regolamento per i permessi di costruzione edilizia.

Inoltre, si devono conoscere a fondo gli eventuali vincoli paesaggistici da rispettare, pertanto anche se dovesse essere approvata la costruzione della piscina interrata, si dovranno rispettare regole in termini di dimensioni, colori ed eventuali decorazioni come statue, modanature o muretti. In molti comuni infatti, le decorazioni eccessive non sono ammesse, in quanto violano la bellezza del paesaggio. È inoltre molto importante puntualizzare che se si dovesse decidere di procedere alla costruzione di una piscina interrata, bisogna presentare la pratica DIA, ovvero Denuncia di Inizio Attività, da richiedere all'ufficio tecnico comunale, poiché si tratta di una costruzione edile.

Questo invece non è necessario se si sceglie di installare una piscina fuori terra. La piscina fuori terra infatti non è considerata una costruzione edile, poiché non è fissa e non prevede alcun intervento di scavo. Ecco che anche dal punto di vista burocratico posare una piscina fuori terra è certamente una soluzione molto più semplice ed efficace. In ogni caso, qualora si scelga una piscina fuori terra, è sempre bene puntualizzare che per scongiurare sanzioni, è opportuno rivolgersi sempre al Comune di appartenenza, per prendere visione di eventuali regolamenti relativi alla posa di piscine fuori terra.

Questo avviene perché ogni comune italiano ha una differente legislazione in merito alle piscine private, pertanto è sempre meglio essere informati prima di procedere con i lavori. Esistono anche particolari regolamenti in alcuni comuni italiani, che sanzionano chi omette di coprire la piscina nei periodi invernali, poiché se non coperte, l'acqua stagnante può favorire una massiccia formazione di zanzare, che trasmettono alcune malattie pericolose per la salute. Questo ovviamente vale per tutti i tipi di piscine.

Ecco che visionare il regolamento è sempre importante, anche se sappiamo che installare una piscina fuori terra è comunque molto più semplice, sia da un punto di vista progettuale-costruttivo che da un punto di vista di permessi e vincoli comunali.

La scelta del luogo di installazione

La scelta del luogo di installazione della vostra piscina è un momento molto importante da valutare prima di iniziare la progettazione. Questa va fatta mediante un sopralluogo da parte di professionisti del settore che valuteranno la tipologia del terreno e lo spazio a disposizione, per assicurare la buona usabilità della piscina una volta ultimati i lavori.

Se si vuole procedere alla costruzione di una piscina interrata, si deve essere sicuri di operare su un terreno libero da vincoli in materia di beni paesaggistici e si devono ottenere i relativi permessi.

Queste pratiche richiedono solitamente tempi abbastanza lunghi. Se invece si vuole posare una piscina fuori terra bisogna solo assicurarsi che il terreno sia pianeggiante, battuto e pieno, poiché il peso dell'acqua potrebbe creare dei cedimenti. L'unica cosa che bisogna assolutamente evitare, è quella di posare la piscina fuori terra su servizi come tubature, pozzi, ingressi sotterranei di cantine o fosse Imhoff. Il terreno deve essere solido e molto ben livellato. In generale è meglio evitare di posare la piscina troppo vicina ad alberi per non sporcare l'acqua, tuttavia, per eludere questo inconveniente, si possono comunque usare teli e reti adatte allo scopo.

Preparazione del terreno

Per installare correttamente la piscina è necessario procedere accuratamente alla preparazione del terreno. Prima di posare una piscina fuori terra, bisogna livellare il terreno e "metterlo in bolla" ossia assicurarsi che sia ad un perfetto livello orizzontale. Se si posa su cemento pianeggiante, non occorre alcuna preparazione. Si sconsiglia di posare la piscina su ghiaietto.

Manutenzione

Per manutenere la piscina bisogna sempre assicurarsi, per prima cosa, di trattare l'acqua con la giusta dose calcolata di cloro, controllare spesso il PH, e trattare con anti alga. Tutto ciò assicura acqua cristallina ed igiene. Sarà poi necessario coprire la piscina quando non è in uso.

Cosa fare a fine stagione

Contrariamente a quanto si pensi, non è necessario svuotare la piscina durante l'inverno. L'acqua trattata con cloro, se mantenuta sotto i 19° non produce alghe. I filtri devono essere smontati, puliti e riposti. Successivamente si copre la piscina con un telo pesante e scuro, in modo che non filtri la luce. In questo modo la proliferazione di batteri sarà evitata.

Bene, ora che sai tutto su come scegliere la piscina dei tuoi sogni, non ti resta che andare in un negozio specializzato o su google e cominciare la tua ricerca.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.