Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: Illegal string offset 'elenco' in /home/portaledelverde/public_html/configs/set-vars.inc.php on line 388

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given in /home/portaledelverde/public_html/class/blog.class.php on line 556

Warning: Illegal string offset 'link' in /home/portaledelverde/public_html/class/blog.class.php on line 667

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given in /home/portaledelverde/public_html/class/blog.class.php on line 556

Warning: Illegal string offset 'link' in /home/portaledelverde/public_html/class/blog.class.php on line 667

Warning: mysqli_query(): (HY000/1030): Got error 28 from storage engine in /home/portaledelverde/public_html/libs/class/dbMysql.class.php on line 114

Warning: array_keys() expects parameter 1 to be array, null given in /home/portaledelverde/public_html/configs/assign-vars.inc.php on line 265

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/portaledelverde/public_html/configs/assign-vars.inc.php on line 265
Il giardino inglese
chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Il Giardino Inglese

Il Giardino Inglese

Il giardino inglese è una costante trasformazione, ogni giorno è diverso dal giorno prima, pieno di sorprese affascinanti nascoste dietro l’angolo.

Il giardiniere inglese è laborioso e paziente, ma anche invisibile: lavora per assecondare il flusso stagionale di ogni pianta ed esaltarne la forma naturale, pota di rado le chiome degli alberi e limita l’ordine rigoroso e geometrico alle siepi di bordura e i sentieri tra le aiuole, tanto che i migliori giardini smbrano meravigliosamente scompigliati e maestosamente caotici: un insieme corale magistralmente pensato di foglie, fiori e anche verdure.

Può sembrare strano, ma con il termine “Garden” in inglese si indicano sia i giardini di fiori e piante ornamentali sia gli orti con piante commestibili (vegetable garden), tanto che a volte le due cose si fondono e troviamo orti ornamentali, fiori tra le verdure e aiuole di aromatiche.

Osservando i giardini inglesi ho imparato che non è una singola pianta che fa il giardino, ma un insieme coreografico di specie che si esaltano l’una con l’altra. Per fino i fiori più piccoli, quasi insignificanti se presi singolarmente, riescono ad esaltare l’insieme e arricchiscono con freschi particolari un bel bordo erbaceo.

In effetti il “bordo erbaceo” è ciò che istantaneamente viene in mente pensando ad un giardino inglese: un’aiuola composta da piante  perenni o annuali a fusto erbaceo che sviluppano la parte aerea in
una stagione e poi seccano, lasciando spazio ad altre piante in un continuo susseguirsi di fioriture. Immaginate un cottage con aiuole colme campanule blu e candidi fiori di aglio orsino che con i primi caldi lasciano spazio ad un tappeto di geranium, spighe di digitale o lupini che si innalzano sopr a la massa verde, peonie, e deliziosi “sweet peas” (piselli odorosi) che si arrampicano su strutture di legno e canne.

< Great Dixter Gardener EastSussex

Il legno è uno dei materiali più utilizzato nei giardini anglosassoni, nonostante la limitata resistenza agli agenti atmosferici rispetto a materiali più longevi, pensate a panche, staccionate, bordi per aiuole rialzate: qui è quasi sempre tutto costruito in legno. I giardinieri inglesi prediligono i materiali naturali e forse provano anche un certo piacere a dover rinnovare di tanto in tanto gli arredi del giardino, con una fresca mano di pittura protettiva o qualche lavoro di manutenzione. E poi la patina del tempo è sempre un elemento che arricchisce ogni oggetto in modo spontaneo e lo fa perfettamente diventare parte integrante della natura, un modo romantico per immettere elementi funzionali tra il verde.

Questa tendenza a lasciare fare al tempo si rispecchia anche nel mercato floricolturale, me ne sono accorta tornando a visitare qualche vivaio italiano di recente: in Italia tutte le piante sono esposte al massimo della loro bellezza, in piena fioritura, complice anche il clima caldo e soleggiato, c’è una abbondanza di colori sgargianti che rapisce al primo sguardo.

In Inghilterra i garden centre sono più discreti, molte delle piante esposte per la vendita sono giovani, i fiori appena dei boccioli, talvolta neppure quelli: quello che si compra non è un fiore, è un prospetto per il futuro, è compito del giardiniere infatti prendere quella pianta, curarla e farla diventare un bellissimo fiore, è uno dei legami che i rende il giardiniere orgoglioso del proprio operato. Se poi dai fiori si possono anche ricavare semi per l’anno seguente: tanto meglio.

In autunno alcune aiuole verranno ripulite dalle ormai secche piante annuali, altre piante verranno lasciate come struttura ornamentale o riparo per i piccoli animali durante i mesi più freddi e altre ancora verranno spostate o aggiunte per creare una nuova combinazione l’anno seguente: è un continuo lavoro per creare quel perfetto caos controllato che rende ogni aiuola così spettacolare.

Insomma nel giardino inglese non ci si annoia mai!

Dalla nostra referente in UK, Clyo Parecchini

 

Sissinghurst Garden Kent

                                    Great Dixter EastSussex                                                       Sissinghurst Castle and Garden K

Rosemoore Garden Devon

Guarda il video e scopri come si coltiva la Zinnia, molto usata nei giardini inglesi!

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.

INFORMAZIONI