Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Coltivazione della ninfea nana sul balcone - Scopri come

Coltivazione della ninfea nana sul balcone - Scopri come

Quello che pochi sanno è che la Ninfea, dalla bellezza difficilmente comparabile, non è presente solo nei laghetti e nelle ville con un giardino. Le Ninfee, in particolare le varietà Nane, possono essere coltivate anche su un semplice balcone o su un terrazzo. Alcune di queste piccole meraviglie vegetali possono fiorire persino in una ciotola piena d’acqua, con corolle che addirittura non superano la dimensione di una moneta da 50 centesimi!

È vero che esistono ninfee che possono vivere sul terrazzo?

Certo che è vero. Le ninfee nane hanno la capacità di crescere felicemente in 10-30 cm di profondità, che può tranquillamente essere la dimensione di una ciotola.

Coltivare una ninfea nana non è difficile. Ciò che conta è riempire il contenitore destinato ad ospitarle con acqua di rubinetto decantata e, quando la temperatura è particolarmente elevata, vi consiglio di rabboccare il livello, in modo che la ninfea abbia sempre acqua sufficiente per poter crescere adeguatamente.

Vi suggerisco di piantare la vostra ninfea in un miscuglio di sabbia, argilla e lapillo vulcanico, oppure in sassolini decorativi. All’inizio è preferibile posizionare la ciotola in posizione di mezz’ombra in modo che, appena piantata, la pianta possa approfittare di qualche ora di sole. Poi la si colloca definitivamente in pieno sole: le ninfee così fioriscono meglio e più abbondantemente.

L'operazione fondamentale da compiere è quella di fertilizzare: di norma si usano le tablet di Osmocote da infilare sotto la ninfea due volte l’anno.

Se poi potete disporre di una ciotola abbastanza capiente, potete affiancare alla ninfea altri piccoli esemplari di piante acquatiche e persino dei piccoli pesciolini, generando quindi un ecosistema in miniatura. Per mantenere l’acqua limpida e libera da alghe, potete aggiungere piante ossigenanti come Elodea densa e Myriophyllum.

Le zanzare: una minaccia da contrastare

Le ciotole ricolme d'acqua in genere facilitano il diffondersi delle zanzare, in quanto si tratta di vasche d'acqua ferma e stagnante. È proprio questo il problema che molti si pongono quando si parla di ninfee sul balcone o in terrazzo. La soluzione esiste.  Oltre ai pesciolini, le gambusie, i copepodi, minuscoli gamberetti che predano le larve di zanzara, ci sono anche delle fialette di azoto, una soluzione sempre biologica, che, formando un velo sull’acqua, evita che le larve respirino dall'atmosfera, senza tuttavia generare problemi ai nostri animali domestici, qualora andassero a bere nella ciotola. Si utilizzano di norma nella lotta biologica: basta versarle nelle vasche e delle zanzare se ne occupano loro.

Quando fioriscono le ninfee nane?

La fioritura delle ninfee nane inizia, quando le temperature d'inverno non sono rigide, già nel mese di Aprile. Dove invece l'inverno è molto rigido e severo, la fioritura inizia molto più tardi. Esiste però uno stratagemma per anticipare l'arrivo della fioritura: ovvero riparare la ciotola dal freddo e rimetterla fuori nei primi mesi caldi. La fioritura nella bella stagione si estende per alcune varietà particolari, tra cui le ninfee nane selezionate dall”ibridatore Perry Slocum, addirittura fino al mese di dicembre.

Le varietà che vorrei consigliarvi sono la Ninfea pigmea ‘Helvola’, caratterizzata da un fiore giallo a foglia variegata, la Ninfea pigmea alba, che è piccola come una monetina ma è un vero gioiellino, la Ninfea ellisiana, che è rossa con l'interno giallo per creare un delizioso e pregevole contrasto forte di colori. Con stupendi fiori cangianti c’è poi la Ninfea ‘Indiana’, che è capace di regalare abbondaneti fioriture e produrre corolle di più di un colore sulla stessa pianta: è davvero meravigliosa perchè, in un unico vaso, pare davvero ci siano tante ninfee diverse! Direi che la varietà e la scelta delle varietà non manca davvero quando si parla di piante acquatiche.

Come ci si deve comportare in inverno con le ninfee nane?

Le ninfee nane rustiche tollerano la superficie ghiacciata, ma l’acqua non deve gelare in profondità fino a raggiungere l’apice vegetativo: può accadere, per esempio, qualora il contenitore sia molto piccolo. In quella specifica circostanza è preferibile coprire la ciotola o ritirarla, oppure prendere la pianta e conservarla fino a marzo anche senz’acqua ma assolutamente in torba umida, affinchè non si disidrati. Se invece la ciotola è grande e profonda, può anche restare fuori senza problemi. Sparirà andando in riposo e ricomincerà a produrre foglie a primavera.

Leggi le risposte dell'esperto su NINFEE:

Ninfea nana: consigli di coltivazione dall'esperto!

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Davide_La_Salvia

Davide_La_Salvia

Davide La Salvia è titolare del vivaio Water Nursery, specializzato nella produzione e vendita di piante acquatiche, piante palustri, impianti di fitodepurazione e felci.

Water Nursery
www.waternursery.it
Telefono: 320.0266380 - 329.1611639
Via  Appia km 63.500
Latina, (LT)
04100 - Italia