chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Pistacchio: coltivazione e potatura

Pistacchio: coltivazione e potatura

Pistacchio - Pistacia vera

Il pistacchio è originario del Medio Oriente. Dall'Antichità, si coltiva in Egitto, Grecia e a Roma. In Italia viene coltivato quasi esclusivamente in Sicilia.

Caratteristiche del pistacchio

A differenza del lentisco, Pistacia lentiscus, ma come il terebinto, Pistacia terebinthus, specie vicine che crescono spontanee, il pistacchio, Pistacia vera, è un albero a fogliame caduco. Si tratta di una specie dioica, cioè caratterizzata dalla presenza di piante che presentano solo fiori maschili e piante che presentano solo fiori femminili (alcuni sono impollinatori e gli altri portano i frutti).

È un albero piccolo che riesce a raggiungere solo i 5-7 m di altezza; il tronco è corto e il portamento generale della pianta è aperto, per questo motivo, conviene fissare i rami, poiché tendono a pendere; presenta inoltre un'abbondante rami- ficazione.

I fiori del pistacchio appaiono nelle ascelle fogliari, su legno di 1 anno e prima che germoglino le foglie. Il pistacchio inizia a dar frutto a partire dal quinto anno.

Coltivazione del pistacchio: requisiti territoriali, propagazione e varietà

Il clima ottimale per la coltivazione del pistacchio è il clima temperato e secco, anche con una lunga e calda estate. Allo stesso tempo richiede inverni con un minimo di 800 ore di freddo, sotto i 7°C, per abbandonare la fase di latenza.

Si sviluppa su un gran numero di terreni, perfino poveri, benché in quelli ricchi e profondi la produzione possa arrivare a raddoppiare. È una specie calcicola e la presenza di calcare nel suolo è un elemento importante per la qualità dei frutti.

ll pistacchio si moltiplica per piantine innestate su Pistacia terebinthus, e si piantano in un sesto di 6 x 7 m. Poche sono le cultivar coltivate e valutate in funzione della produttività e delle caratteristiche qualitative dei frutti.

Le varietà di pistacchio più comuni sono: 'Bianca' o 'Napoletana' (la piu' diffusa e a fruttificazione precoce), 'Cerasola' o 'Femminella', 'Cappuccia', 'Insolia', 'Agostina' e 'Natalora'. Inoltre ricordiamo la 'Kerman', con frutti di grande calibro e gusci che si aprono facilmente, 'Larnaka', 'Kastel', 'Mateur" e 'Avdat'.

Potatura del pistacchio

  1. La potatura di formazione del pistacchio consiste nel formare una struttura con 3 o 5 rami principali; progressivamente, bisogna eliminare la freccia, per equilibrare la forma dell'albero, e interrompere quindi la forte dominanza apicale.
     
  2. Il primo anno, la piantina innestata si pota all'altezza a cui si desidera sviluppare la chioma, formata dai rami principali, secondari e terziari.
     
  3. Nella potatura di fruttificazione bisogna evitare che ci siano rami che proiettino ombra sugli altri e favorire l'arieggiamento della chioma.
     
  4. Quando sia necessaria una potatura di risanamento o ringiovanimento, si elimineranno i rami secchi, quelle inariditi e quelli danneggiati.

 

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.