Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Quali sono le piante che provocano maggiori problemi di allergie?

Quali sono le piante che provocano maggiori problemi di allergie?

Alcune persone sono sensibili ad un solo tipo di polline, altre invece lo sono a quello di due o più specie. I test allergologici consentono di individuare con precisione a quali piante si è allergici.

Sul territorio di Firenze ci sono piante che possono causare disturbi: le graminacee nell’ 82% dei casi. In questo caso i sintomi legati alle allergie da graminacee sono rinite e asma.

Il cipresso causa allergie nel 24% dei casi. I sintomi sono rinite e congiuntivite. L’olivo provoca allergie nel 21% dei casi. I sintomi sono rinite e asma. Anche la parietaria può portare all'insorgere di allergie nel 19% dei casi. I sintomi sono sempre rinite e asma. 

Piante e polline

Nei fiori sono situati gli organi sessuali della pianta. Se il fiore è completo li contiene entrambi: le antere sono l’organo maschile e producono il polline. L’ovario è l’organo femminile e contiene gli ovuli. 

Come si diffonde il polline

Il polline si diffonde nell’atmosfera prevalentemente secondo due meccanismi: tramite il vento (impollinazione anemofila) e tramite gli insetti (impollinazione entomofila).

Qual è la funzione del polline

Quando un granello di polline giunge a contatto con un ovulo avviene l’impollinazione e si origina il frutto e il seme.

A causare problemi di allergie è soprattutto il polline che si diffonde tramite il vento (anemofilo). Esso infatti è prodotto in grandi quantità, è molto piccolo, leggero e spesso contiene al suo interno delle proteine capaci di scatenare reazioni nel corpo umano.

Il polline entomofilo, cioè movimentato dagli insetti, viene prodotto in quantità minori, è più grossolano, pesante e appiccicoso. Raramente contiene sostanze allergeniche.

Le piante entomofile hanno fiori molto vistosi, grandi e colorati.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da francesco_zangari

francesco_zangari

Francesco Zangari è libero professionista dell'Ordine degli agronomi e forestali di Firenze e più volte ha collaborato con l'Ufficio Ambiente del Comune di Firenze e con l’Ufficio Igiene del Comune di Catanzaro.

Nato a Borgia (CZ) e residente a Bagno a Ripoli (FI), Francesco è laureato in Scienze Agrarie e specializzato in Tecniche di gestione degli spazi verdi. Dal 1997 al 2001 ha collaborato, nell’ambito del Progetto POLIS presso la Direzione Ambiente del Comune di Firenze, alla redazione della pubblicazione “Il Piano Regolatore del Verde” proponendo tra l’altro l’impiego di specie ipoallergeniche nei nuovi impianti cittadini. Iscritto all’ordine degli agronomi, insegna giardinaggio.

Oltre che della progettazione di giardini “ipoallergenici”, si occupa del controllo della stabilità delle alberature e della gestione di parchi e giardini.

Francesco Zangari
www.giardinisenzapolline.com