Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Claudio Campanini, progettista e realizzatore di giardini e spazi verdi, ci spiega come si crea un'attività a 360°

Claudio Campanini, progettista e realizzatore di giardini e spazi verdi, ci spiega come si crea un'attività a 360°

Abbiamo rivolto a Claudio Campanini, titolare dell'azienda El Patio Florido, alcune domande sulla sua professione e attività nel campo del verde e del giardinaggio.

"Come e quando è nata in lei la passione per questo specifico genere di piante?"

"Sono un "figlio d’arte", mio padre si è sempre occupato di piante fin da ragazzino… inizialmente nel ramo forestale e dal '74 nell’ornamentale."

"Cosa l'ha spinta a diventare vivaista? Era il suo sogno nel cassetto sin da bambino?"

"Il sogno da bambino ma anche da bimbone cresciutello era quello di fare il pilota automobilistico. I soldi non lo hanno permesso; quindi, avendo messo su famiglia molto presto, ho dovuto scegliere un lavoro un po' più sicuro. Dal momento che avevo studiato per questo, mi ci sono buttato a capofitto con ottimi risultati fin da subito. Con il mio apporto a tempo pieno, l’azienda si è evoluta da semplice vivaio a studio di progettazione."

"Qual è il fiore all'occhiello del suo vivaio o della sua azienda?"

"La conoscenza a 360° del verde."

"Come si caratterizza la vostra attività?"

"Progettazione e realizzazione di giardini fuori dal comune."

"Come si vede tra 10 anni?"

"Vecchio."

"Ricorda il suo primo “incontro” con il giardinaggio? Provi a raccontarcelo."

"Ero troppo piccolo… No dai, qualcosa mi ricordo: a tre anni ho rubato l’accetta a mio padre e ho cercato di abbattere una pianta mezza secca del giardino del condominio… c’ero quasi riuscito."

"Quanto sono cambiati il vivaismo e il giardinaggio negli anni rispetto a quando l'ha conosciuto lei?"

"Ritengo di aver visto crescere notevolmente il mio settore fino agli anni 2007. Ora, tutti i cani e i porci ci si sono buttati, rovinandolo completamente (complice la crisi economica). In pochi anni siamo tornati ad una qualità del verde paragonabile agli anni '60. Questo è triste."

"Pensa che la tecnologia possa fornire al giardinaggio e al verde un buon trampolino di crescita per le nuove generazioni? Nell'era del web e dello smartphone quali sono oggi gli strumenti che utilizza per approfondire la conoscenza e lo studio delle varietà e per avere informazioni certe?"

"La tecnologia si può definire tale quando diventa per tutti (cit. Henry Ford). Oggi tutti non hanno manco i soldi per pagarsi un progetto fatto col pc (molto più economico di un disegno a mano libera). Quindi, a noi progettisti è stato dato tanto dalla tecnologia, cosa che non possiamo girare a tutti i possibili clienti in quanto non viene recepita; per cultura o per crisi economica."

"C'è un libro o un volume di giardinaggio a cui è particolarmente affezionato?"

"A tutta la mia fornitissima libreria."

"Qual è il libro che si sente di consigliare ad un ragazzo che vuole approcciarsi per la prima volta allo studio del verde?"

"Qualsiasi testo di marketing."

"Qual è il primo consiglio che si sente di dare a chi si vuole cimentare nel cam"

"Come disoccupato si prendono circa 800 euro mensili: non c’è da sputarci sopra."

"Qual è la varietà di pianta che preferisce e perchè?"

"In questo momento sono innamorato delle graminace, per eleganza e leggerezza."

"Ci sono stati momenti difficili nel corso della sua carriera professionale, in cui ha pensato di abbandonare il vivaismo?"

"Sì, oggi."

"Ha dei figli? Lavorano con lei nel settore del vivaismo oppure hanno seguito altre strade? Se ne dispiace?"

"Ho una figlia agronomo-paesaggista e lavora nel mio studio. Ne sono molto orgoglioso, ma la capirei se decidesse di prendere altre strade. Oggi in italia c’è poco posto per i bravi (minuscola voluta), poi ho un figlio di due anni: se volesse fare il pilota automobilistico avrebbe tutto il mio appoggio, un po' meno quello di mia moglie."

"Come considera il vivaismo europeo di oggi? Conosce o ammira delle realtà vivaistiche estere?"

"Si, ammiro molto la cultura del verde negli altri paesi, anche i nordici, che hanno ben meno opportunità di noi di vivere il giardino, dedicano molta parte del loro tempo libero, a vivere il verde. Un esempio: in Italia ci sono in tutto 160 biolaghi circa; in Germania sono 13000 (tredicimila) ed in Austria 6000…a buon intenditore…."

"Se non fosse progettista del verde, quale potrebbe essere il mestiere che le piacerebbe praticare?"

"Il restauratore di auto d’epoca (lo faccio già a tempo perso)."

"Ha scritto pubblicazioni di settore? Se sì, quali?"

"Molti articoli per riviste specializzate, molte note colturali su diverse colture anche non ornamentali, molti programmi per la nutrizione delle piante per le migliori ditte produttrici di fertilizzanti europee ed un e-Book per la redazione di Portale del Verde."

"La zona in cui abita e lavora è un'area “amica del verde” o pensa che si dovrebbe fare ancora tanto per avvicinare la gente alle piante e al mondo del verde?"

"Purtroppo è tutto da ricostruire. In Emilia eravamo arrivati ad un'idea di verde pubblico e privato assai avveniristica. In pochi anni di crisi, si è distrutto tutto."

"La sua famiglia o gli amici condividono con lei la passione per il verde?"

"Con gli amici condivido la passione per le automobili e la mia famiglia lavora tutta in azienda da me."

Claudio Campanini, che ringraziamo per questa simpatica intervista, è autore dell'e-Book "Il Biolago balneabile", pubblicato nella nostra sezione online di libri di giardinaggio, e di alcuni interessanti articoli dedicati alla progettazione del verde e all'architettura del paesaggio, nella sezione Blog di Giardinaggio del Portale.

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.