chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Esistono Ortensie commestibili?

Sedersi a tavola con le Ortensie: attenzione alla varietà che ingerite

Pubblicato il 03/09/2016 da in Ortensie
Esistono Ortensie commestibili?

Parlare di alimenti che provengono dalle ortensie sembra un po' assurdo, per la semplice ragione che le Ortensie Hydrangee, se ingerite, sono tossiche.

Solamente le ortensie del gruppo Oamacha, le famose ortensie del tè dolce, sono commestibili. Infatti in Giappone le foglie di queste Ortensie vengono utilizzate come dolcificante, al posto dello zucchero, e per produrre il tè. La note particolare di questo tè è che viene celebrato durante la festa dei fiori, la famosa "Hana Matsuri", ogni anno, l'8 Aprile, come ricorrenza della nascita del Buddha.

Secondo quando narra la leggenda, Buddha alla sua nascita fece dei passi e indicando l’alto e il basso disse: “Sono solo in cielo e in terra”. Fu proprio in quel momento che scesero dal cielo nove draghi, che lo battezzarono con l’acqua. La tradizione vuole che proprio l’8 aprile, in tutti i templi, venga preparata una sala dei fiori, detta "Hanamido", al centro della quale viene collocata una piccola statua del Buddha su un fior di loto e lavata con il tè.

Comincia così un rito detto "Kambutsu", per il quale ogni persona che passa per tre volte dovrà versare sulla testa del Buddha una piccola quantità di tè di Oamacha. Questo gesto costituisce l’acqua versata dai draghi sulla testa del Buddha.

Le foglie di oamacha possono essere utilizzate non solo per fare il tè, ma anche per produrre marmellate, a cui queste foglie conferiscono un sapore molto particolare. Infine, vengono anche ricavati dei liquori.

Leggi le risposte dell'esperto su ORTENSIE:

Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da