Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Il boom in Italia della frutta secca

Il boom in Italia della frutta secca

Consumo e diffusione della frutta secca in Italia

Il consumo di frutta secca (e in particolare delle noci) in Italia è aumentato negli ultimi anni a conseguenza di un cambiamento nei gusti dei consumatori.

In effetti, anche se il più alto consumo continua a essere centrato tra i mesi di ottobre e dicembre, l'uso della frutta a guscio è aumentato in tutto il mondo.

Sicuramente il boom è dovuto al fatto che sono stati inseriti in molte ricette di cucina; Ie noci, per esempio, possono essere assaporate in varie salse, insalate, torte, pani e marmellate.

Inoltre gli italiani iniziano ad apprezzare qualità sconosciute fino a poco tempo fa come effetti benefici della frutta secca nella lotta contro le malattie cardiovascolari, prevenzione del cancro, prevenzione della salute mentale, etc.

La somma di questi due fattori, la gastronomia e la salute, è riuscita a ridurre i pregiudizi che molti italiani avevano (le noci erano infatti considerate un alimento "pericoloso", a causa dell'elevato apporto calorico e, quindi, "dannoso" per mantenere la linea) e ha aumentato cosí la produzione e vendita di frutta disidratata.

Da dove arrivano le noci che mangiamo?

Il mercato delle noci in Italia è legato alla stagione e si trova in espansione. A causa della scarsa produzione nazionale di noci, le importazioni sono in continua crescita e rappresentano un elemento essenziale per lo sviluppo del mercato di questo prodotto; arrivano specialmente dalla California, dal Cile e dall'Argentina.

Le importazioni della California sono le più rilevanti per il mercato italiano e qui i frutti sono prodotti soprattutto in inverno, mentre durante i mesi estivi vengono importate dal Cile e dall'Argentina.

Le noci cilene sono considerate quelle con la migliore qualità, seconde quelle provenienti della California.

I frutti secchi francesi sono meno apprezzati (a causa del loro basso valore economico) e quelli italiani sono ancora meno apprezzati e molto poco richiesti.

Le piante da frutta secca maggiormente coltivate in Italia

  1. Il noce: monocromo e deciduo della famiglia delle Juglandaceae nell'ordine di Fagales. È la specie del genere più diffuso in Europa, che si estende per tutto il sud-ovest fino all'Himalaya e al sud-ovest della Cina. È coltivato per il suo legno, le foglie aromatiche e la frutta commestibile, le noci, ma anche come pianta ornamentale.
  2. Il mandorlo: Il frutto del mandorlo è la mandorla. L'olio di questo frutto è usato come emolliente e l'essenza delle mandorle amare viene spesso utilizzata in profumeria, per il suo aroma. Almendruco o alloza è il frutto tenero e immaturo. L'olio di mandorle viene utilizzato in molteplici occasioni, per curare la pelle, per fare creme, nella manutenzione di strumenti musicali come la dulzaina.
  3. L’albero del pistacchio: gli alberi del pistacchio sono piantati nei frutteti e hanno bisogno di sette-dieci anni per raggiungere una produzione considerevole. La produzione è alternata (generalmente biennale) poiché il raccolto è più abbondante ogni due anni. La produzione massima è raggiunta a circa 20 anni d’età dell’albero. In generale, gli alberi vengono potati a una dimensione che consente una raccolta più facile. Un albero “maschio” produce abbastanza polline per dare frutti da otto a dodici volte superiore alla quantità prodotta da alberi “femminili”. Spesso, il raccolto negli Stati Uniti viene effettuato utilizzando l'attrezzatura per scuotere l'albero e far cadere la frutta.
Ti è piaciuto e ti è stato utile questo articolo? Condividilo con i tuoi amici tramite i tasti social qui sotto. Aiuterai così il nostro portale a crescere!
Stampa la pagina Invia ad un amico

Questo articolo è stato scritto da Redazione

Redazione

Portale del Verde è l'enciclopedia online del giardinaggio e delle piante con oltre 5000 schede di varietà botaniche e oltre 17.000 aziende che operano nel settore orto florovivaistico. È l'unico portale web in Italia che dà la possibilità a tutti gli appassionati di giardinaggio di fare domande e ricevere una risposta gratuitamente da una redazione formata da oltre 50 esperti autorevoli, uno per ogni specifica nicchia, provenienti dal mondo del verde. 

E' presente inoltre l'unica libreria online GRATUITA con 27 e-book di altissima qualità sul mondo del Giardinaggio.

E per chi amasse approfondire tramite video, può visitare il canale Youtube dove gli esperti approfondiscono varie tematiche sulle specifiche varietà di piante e fiori da loro trattate.