Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Albicocco

Famiglia: Rosaceae

Prunus armeniaca

Albicocco - Descrizione generale

L'albicocco è un albero, scientificamente noto come Pronus Ameniaca, appartiene alla famiglia delle Rosacee e al genere Pronus. Ha origine cinese. È una pianta di piccole dimensioni che può raggiungere un'altezza compresa tra 3 ai 5 metri. Possiede una particolare chioma ad ombrello e sia il tronco sia i rami sono sottili. Le foglie sono ellittiche generalmente larghe 8 cm. I fiori sono singoli ma fioriscono in gruppetti. Possiede la caratteristica di autofertilità. Il frutto generato da questa singolare pianta è l'albicocca, un particolare frutto carnoso che possiede un seme al suo interno. Ha una dimensione che è compresa tra i 3,5 e i 6 cm; ha inoltre un colore variabile tra il giallo e l'arancione e presenta inoltre lievi sfumature rosse. La buccia è inoltre vellutata. La polpa inoltre è molto tenera.

Leggi le risposte dell'esperto su ALBICOCCO:

Albicocco 'Paviot'

Albicocco 'Paviot'

Albicocco 'Canino ex Bulida'

Albicocco 'Canino ex Bulida'

Albicocco 'Luizet'

Albicocco 'Luizet'

Albicocco 'Pesca di Nancy'

Albicocco 'Pesca di Nancy'

Albicocco 'Precoce di Colmer'

Albicocco 'Precoce di Colmer'

Albicocco 'Rossa di Roussillon'

Albicocco 'Rossa di Roussillon'

Albicocco 'Royal Rose'

Albicocco 'Royal Rose'

Albicocco 'Bella di Imola'

Albicocco 'Bella di Imola'

Albicocco 'Palumella'

Albicocco 'Palumella'

Albicocco 'Pisana'

Albicocco 'Pisana'

Albicocco 'Portici'

Albicocco 'Portici'

Albicocco 'Reale di Imola'

Albicocco 'Reale di Imola'

Albicocco 'Sabbatani'

Albicocco 'Sabbatani'

Albicocco 'San Castrese'

Albicocco 'San Castrese'

Albicocco 'Sungiant'

Albicocco 'Sungiant'

Albicocco 'Tyrinthos'

Albicocco 'Tyrinthos'

   1  2   Avanti » 

Varietà dell'albicocco

Essendo l'albicocco un albero molto conosciuto, troviamo un vasto numero di varietà, aventi però una diffusione limitata e piuttosto ristretta, che lo compongono. Tra le tante tipologie di albicocca possiamo trovare la Preole, una varietà coltivata in modo particolare in Campania. Possiamo ricordare la Reale di Imola: questa varietà veniva coltivata in Emilia-Romagna. Infine a questo punto non possiamo non nominare la varietà chiamata Valleggina. Essa è conosciuta anche con il nome di  albicocca di Valleggia e viene coltivata nel savonese.

L'esposizione dell'albicocco

L'esposizione sole non è una cosa da sottovalutare, infatti questa pianta necessita di una totale esposizione alla luce del sole per poter crescere nel migliore dei modi e poter quindi produrre frutti succosi e appetitosi. Il sole deve raggiungere tutti i rami della pianta per poter avere un raccolto fruttuoso e più adeguato possibile. 

L'albicocco e la fioritura

I fiori dell'albicocco sbocciano molto precocemente ed è importante ricordare che essi sono singoli, ma sbocciano generalmente raggruppati in gruppi che si trovano all'attaccatura delle foglie. Possiedono rispettivamente 5 sepali e petali, variando dal colore bianco ad un colore rosato.
L'impollinazione delle piante cosiddette sterili invece viene svolta in modo particolare dagli insetti.

L'albicocco e la concimazione

Per far in modo che la pianta dell'albicocco cresca nel migliore dei modi è necessario tener presente che essa perde una netta percentuale di energie. Questo comporta che essa ha bisogno in modo continuo ma non troppo elevato di alcuni elementi per poter conseguire il fine desiderato: la buona crescita e riuscita dei frutti.
Gli elementi in questione sono l'azoto, il potassio e il calcio.

L'irrigazione dell'albicocco

Irrigare l'albicocco in modo corretto ed efficace è fondamentale per un frutteto di albicocco per supportarlo già dalle prime fasi di vita dello stesso. È importante predisporre un'irrigazione automatica del frutteto per permettergli di crescere e conseguire poi alla maturazione di frutti. È importante sottolineare però che questa pianta non tollera i ristagni d'acqua

La potatura dell'albicocco

La pianta di albicocco non gradisce le potature particolarmente drastiche. Essa si inizia a praticare dalle piante più giovani per dare loro una forma, ma non va comunque tralasciata; deve essere svolta in modo costante e continuo per poter dar risultati efficaci. La potatura si effettua in modo particolare per far in modo da liberare la pianta dai rami in eccesso o rovinati e per favorire la raccolta dei frutti. Va svolta nel periodo invernale.

L'albicocco e le malattie

Le avversità che colpiscono l'albicocco sono molteplici, primi fra tutte i funghi che sono generati dall'umidità. Tra i tanti tipi di funghi troviamo il corineo e la monilia. Troviamo inoltre l'oidio o mal bianco. Oltre a questo rientrano nella categoria della avversità anche particolari insetti che possono danneggiare in modo irreparabile la pianta sia a livello dei fiori sia al livello dei frutti, come l'afide, la cocciniglia bianca, la tignola. 

Le particolarità dell'albicocco

Il frutto di questo albero è peculiare e molto importante perchè è ricco elementi quali magnesio, fosforo, ferro, calcio e potassio. Proprio per queste sue proprietà viene utilizzato molto in ambito culinario, in particolare l'albicocca viene sfruttata nella preparazione di dolci.
Infine si è riscontrato come il consumo di questo particolare frutto vada a rafforzare in modo particolare il sistema immunitario prevenendo particolari e indesiderate patologie come il cancro. 

Leggi le altre risposte dell'esperto su ALBICOCCO:

La temperatura dell'albicocco

La pianta dell'albicocco benchè riesca a sopportare con risultati efficaci sia il freddo sia le temperature estremamente rigide, fiorisce molto presto. Questo di conseguenza comporta che il frutto non sia in grado di reggere le gelate che possono verificarsi durante il periodo primaverile. Questa è stata la causa che ha determinato l'espanzione di questa pianta soprattutto in luoghi dove primeggia il clima caldo con l'assenza o quasi di gelate. 

Il rinvaso dell'albicocco

Il rinvaso dell'albicocco non è un'attività da sottovalutare, infatti esso è molto importante per la futura pianta. Bisogna compire questa attività in modo altresì meticoloso e preciso per raggiungere i risultati previsti ed avere buoni resoconti a livello dei frutti. Bisogna tener conto anche qui della tipologia e del drenaggio del terreno che si sceglie di utilizzare. Deve avere un buon numero di radici per permettere l'attecchimento e deve essere innaffiato costantemente per non essiccare o non fa rovinare la pianta. Bisogna inoltre scegliere un adeguato posto per rinvasare la piantina

Il substrato dell'albicocco

Il substrato non è un elemento da sottovalutare perchè tramite esso si porta a compimento la buona o cattiva riuscita della crescita della pianta; esso è talmente importante che deve contenere in modo inderogabile delle precise caratteristiche, deve essere quindi fertile e di ottima qualità. Si deve inoltre possedere un terreno abbastanza drenato per far si che esso non incorra in ristagni d'acqua, i quali sono la maggior causa di malattie per questa specifica tipologia di pianta.

L'albicocco e la propagazione

L'albicocco si propaga generalmente in due differenti modi: tramite l'innesto o attraverso il seme. L'innesto è una tecnica molto particolare e al contempo particolarmente diffusa che consiste nel far riprodurre una pianta sopra un'altra. Per quanto riguarda il seme invece si tratta semplicemente di inserirne uno in un terreno nuovo e appositamente scelto.

Se vuoi saperne di più sulla coltivazione dell'albicocco ti consigliamo di scaricare gratuitamente l'ebook "L'Albicocco facile e generoso" dal nostro portale!

Come potare l'albicocco


Abbiamo parlato di Albicocco anche qui:

L'Esperto risponde

I miei alberi di albicocco non producono frutti: quale può essere la causa?

Buonasera, sono un appassionato di giardinaggio e ho scaricato e letto con piacere, di recente, l'e-Book sull'albicocco del sig. Dalmonte. Grazie mille innanzitutto per questi contenuti che fornite gratuitamente a noi appassionati. Approfitto dell'esperto per porgli una domanda. Ho 2 alberi di albicocco che non hanno ancora prodotto frutti. Quali cure o trattamenti posso effettuare, per favorire la crescita delle albicocche. C'è qualche segreto particolare? Grazie mille al sig. Dalmonte per la risposta.

La mia pianta di albicocco si è appassita e seccata nel giro di una settimana: qual è la ragione? Cosa posso fare?

Ho un albicocco in un terreno vicino al fiume a Santarcangelo. Ai primi di giugno di quest'anno tutto ad un tratto è appassito e si è seccato nel giro di una settimana. L'unico dubbio che ho avuto è che l'aiutante fosse passato troppo vicino alla pianta con la zappatrice e avesse toccato le radici da una parte (perchè dall'altra non era passato). Secondo voi, cosa è successo?

Blog Giardinaggio

Conservazione dei semi delle piante da frutto

È una delle fasi più importanti e consiste nel porre il seme in appositi locali al fine di garantirne la loro vitalità nel tempo. Per quanto riguarda l'aspetto della conservazione dei semi è...

Alberi da frutto: ecco cosa devi sapere prima di piantarli nel tuo giardino

Piantare alberi da frutto nel proprio giardino dà un duplice risultato: da un lato disporrete della vostra frutta preferita e dall'altro avrete una pianta gradevole da...