Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Conifere a grande sviluppo

Dato che possono raggiungere facilmente 10 o 20 m di altezza e 3 o 5 m di larghezza, le conifere a grande sviluppo saranno utilizzate in situazioni particolari, in giardini medi e grandi, saranno piantate isolate per valorizzarle.

Occorre tenere presente le dimensioni in età adulta indicate nel capitolo e prevedere lo spazio necessario al loro futuro sviluppo considerando anche gli elementi presenti nell'ambiente circostante (strada, abitazioni, finestre, terrazza, altre piante…) prima di scegliere la posizione definitiva.

Conifere a grande sviluppo: perfetti alberi da giardino

Quando si possiede un angolo di terra da poter adibire a giardino, spesso non si considera l'importanza di includere anche delle specie arboree tra le altre piante che s’intendono adottare. Gli alberi da giardino offrono angoli ombrosi e spesso creano l'habitat ideale anche per altre piante. Per poter coltivare gli alberi da giardino, occorre disporre di uno spazio adeguato affinché le radici possano crescere in modo corretto e in secondo luogo, si deve scegliere con molta cura quale albero può essere più adatto al clima, all'esposizione e alle caratteristiche del terreno del giardino. Le conifere, ad esempio, sono spesso usate come alberi da giardino a scopo ornamentale proprio per  la loro bellezza e per il fatto che, essendo sempreverdi, non lasciano mai parchi e giardini del tutto spogli.

Le numerose varietà di conifere

Il termine "conifera" vuol dire, in greco antico, "portatore di coni". Infatti, con questo nome, vengono indicate circa 600 specie di piante diverse, accomunate dalla produzione di frutti conici all'interno dei quali si sviluppano i semi. Le conifere, del resto, hanno caratteristiche molto variegate, ma normalmente prediligono terreni leggeri e privi di ristagni di acqua. Possono sopravvivere anche con pochissima terra. Ci sono conifere che crescono in montagna e altre in fasce marittime; molte hanno la caratteristica forma alta e affusolata conica appunto, ma ce ne sono anche con chioma ampia. Ci sono poi le cosiddette conifere a grande sviluppo.

Le conifere a grande sviluppo

Sono definite “conifere a grande sviluppo”, come fa intuire il loro stesso nome, quelle varietà di conifere che raggiungono le dimensioni maggiori, sia in altezza che in larghezza. Ciò vuol dire che possono essere impiegate come alberi da giardino solo se si hanno spazi adeguati affinché possano crescere in modo costante e libero. Basti pensare che alcune conifere a grande sviluppo, come la sequoia, possono raggiungere anche i 100 metri di altezza, benché sia raro che ciò accada se non in natura. Come tutte le altre conifere, le conifere a grande sviluppo hanno una corteccia molto legnosa e non hanno necessità di molte cure. Solitamente sono alberi che non richiedono potature e sopportano bene anche le basse temperature. Tra le conifere a grande sviluppo, oltre alla sequoia, ci sono alberi come cedro, il cipresso, il pino, la thuja, il tasso e l'abete.

Gli alberi sempreverdi

Le conifere sono piante sempreverdi: ma cosa vuol dire esattamente che un albero è sempreverde? Sostanzialmente, il termine “sempreverde” indica quegli alberi (che si trovano in natura o gli alberi da giardino) che non perdono le foglie in un'unica volta durante l'autunno, ma che rinnovano gradualmente la chioma. Il vantaggio di piantare in giardino un albero sempreverde, dunque, consiste nel fatto che non rimane mai del tutto spoglio e anche in inverno, offre un angolo di verde. Le conifere sono tutte piante sempreverdi ed è questo uno dei motivi che le rende tanto amate da chi cerca alberi da giardino o alberi ornamentali per pachi. Inoltre, le conifere hanno sempre un gradevole profumo di resina.

Le piante aghifoglie

Un'altra caratteristica delle conifere sta nelle loro foglie: non solo non cadono tutte insieme in autunno, ma hanno anche una particolare conformazione ad ago. Le piante aghifoglie, a differenza di quelle latifoglie, hanno foglie strette e piccole, dalla forma appuntita e aguzza. Se le conifere sono sempreverdi e aghifoglie non è un caso: questa peculiare forma delle foglie serve a diminuire la superficie traspirante e quindi a consentire un ricambio della chioma più graduale rispetto alle piante a foglie caduche.

La conifera per eccellenza: l'abete

Esistono tanti tipi diversi di conifere, ma quando si parla di alberi sempreverdi e aghifoglie il primo che viene in mente è di certo l'abete. In realtà, non esiste un unico tipo di abete ma ce ne sono circa 60 specie diverse. L'abete è una conifera a grande sviluppo: la sua chioma cresce tanto in altezza che in larghezza. L’abete bianco può essere alto anche fino a 50 metri, ed arrivare a misurare una circonferenza di quattro metri e oltre. L'abete è l'albero di Natale per eccellenza e in passato se ne acquistava uno vero per metterlo in casa ed addobbarlo. Ora per fortuna si è maggiormente diffuso l'utilizzo di alberi sintetici, perché l'abete non sopravvive a lungo in un vaso, ma sarebbe più opportuno piantarlo in terra. Non è un caso se è l'abete che tradizionalmente si decora per le feste invernali: sicuramente tra le conifere è uno di quelli dalla forma più aggraziata e già di per se ornamentale.