chiudi X
chiudi X
Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Zucca - Cucurbita spp.

Zucca - Descrizione

La zucca, nome scientifico Cucurbita spp, è una pianta monoica annuale erbacea che appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee. Le specie più coltivate in Italia sono la Cucurbita maxima e la Cucurbita Moscatha. Le prime tracce documentali relative alla sua presenza risalgono addirittura al 5200 a.C., come testimoniano alcuni ritrovamenti fatti nella città di Tehuacàn. Presente in tutto il centro America, era coltivata soprattutto a sud di Città del Messico. Insieme al mais e fagioli era la base dell’alimentazione locale. Ai tempi della scoperta delle Americhe la sua coltivazione era estesa dal Canada all’Argentina. In Europa arriva soltanto a partire dal XVI secolo. La sua diffusione da questo momento in poi non conosce soste. Oggi la zucca è coltivata in tutto il mondo.
 
Le radici della zucca sono fascicolate, fibrose e non penetrano in profondità nel terreno, fermandosi a circa 15-20 cm sotto la superficie. Il fusto può presentare due forme differenti, scandente o rampicante.

Lungo tutta la lunghezza, che può arrivare fino a 10 metri, è possibile osservare dei cirri, gli organi sottili e molto flessibili che permettono alla piante di avvolgersi a eventuali sostegni. In questo modo la pianta che, altrimenti sarebbe costretta a strisciare sul terreno, ha la possibilità di sollevarsi di qualche centimetro per sfruttare al meglio la luce del sole.

Le foglie sono molto grandi, ruvide e caratterizzate da un colore verde chiaro con nervature ben localizzate su una delle due superfici. Conta all’incirca dai due ai sette lobi che si presentano non eccessivamente incisi. Il picciolo è lungo e risulta rugoso al tatto.

Zucca butterfly - Cucurbita

Zucca butterfly - Cucurbita

Zucca halloween - Cucurbita

Zucca halloween - Cucurbita

Zucca lunga di Napoli - Cucurbita

Zucca lunga di Napoli - Cucurbita

Zucca moscata - Cucurbita

Zucca moscata - Cucurbita

Zucca violina - Cucurbita

Zucca violina - Cucurbita

Particolarità della zucca

La zucca è una specie monoica ovvero è dotata di fiori sia maschili che femminili. Il fiore maschile presenta un peduncolo sottile e una corolla pentalobata e cinque stami. Quello femminile al contrario è riconoscibile per la presenza di un peduncolo più corto e spesso e per il pistillo centrale con 3 stami. Questa differenziazione inizia all’ascella delle prime foglie. Con il trascorrere del tempo il numero dei fiori maschili si riduce a favore di quelli femminili o ermafroditi.

La fioritura avviene nei mesi di luglio e agosto. La peculiarità sta tutta nel modus operandi. Il fiore maschile entra in antesi molto prima rispetto al fiore femminile e questo permette l’impollinazione da parte degli insetti.

In seguito alla fecondazione si assiste a un progressivo ingrandimento dell’ovaio, luogo nel quale si svilupperà il frutto. Il peponide, il frutto della zucca, è generalmente grande e compresso sulle estremità. Può essere di varie forme che cambiano in base alla specie di appartenenza. La buccia è spessa e può essere rugosa, liscia o con sporgenze e bolle.

L’interno è costituito da una ricca polpa zuccherina giallo-arancione e da una serie di semi che sono attaccati all’interno del mesocarpo in quanto al centro del frutto appare una cavità vuota. L’epicarpo coriaceo serve a preservare l’umidità che permette ai semi di sopravvivere anche in condizioni proibitive.

Zucca: esposizione

La zucca ha bisogno di un’esposizione in pieno sole e di un clima abbastanza caldo. Soffre il freddo e, se la temperatura scende sotto i dieci gradi, la pianta inizia a indebolirsi. Per questo motivo si preferisce coltivarla lungo il periodo che va dalla primavera fino all’inizio dell’autunno. 

Substrato della zucca

Il substrato deve esser leggero e fertile con un ph compreso tra 6 e 7. Il terreno ideale ha bisogno di essere lavorato con cura e dissodato

Concimazione della zucca

Il terreno ha bisogno di cure costanti. La concimazione organica deve essere effettuata nel periodo invernale o ai primi accenni di primavera. Il concime ideale è il letame, utilizzato addirittura in estate per garantire al frutto riparo dall'eccessiva calura. In alternativa è possibile trovare altre soluzioni completamente naturali come l’utilizzo dello stallatico pellettato. In inverno la pianta ha bisogno anche di un nutrimento specifico a base di potassio

Irrigazione della zucca

Sole e acqua sono le chiavi per far crescere bene la zucca soprattutto durnate il periodo di fioritura. L'impianto a goccia è il più indicato per offrire alla pianta l'acqua di cui ha bisogno. L'irrigazione però non deve creare inutili ristagni nel terreno che potrebbero rivelarsi fatali per la pianta e favorire l'insorgere di malattie.
 

Malattie della zucca

Oidio e peronospera sono le malattie crittogamiche più temibili per la zucca. Il primo è una malattia trofica delle piante conosciuta anche come muschio bianco e si combatte con polverizzazioni di zolfo mentre la seconda è una patologia fungina e crittogamica. Anche se a prima vista la zucca sembra una pianta resistente in realtà è spesso preda di parassiti come gli acari, in particolare l'Aphis gossypii.

Zucca: propagazione

I semi di zucca possono essere seminati a spaglio in cassette con successiva alveolatura. Molto importante in questa fase è irrigare quanto basta in modo tale da indurire la pianta e abituarla alle condizioni ambientali che troverà dopo la messa a dimora in pieno campo.

In alternativa è possibile piantare i semi direttamente sul terreno a 2 cm di profondità e con la punta rivolta verso l'alto.

La cimatura apicale è la tecnica applicata in botanica che permette di togliere i germogli apicali, favorendo l'emissione di getti laterali notoriamente più carichi di frutti. Periodicamente è necessario procedere con la potatura, necessaria per liberare la superficie della pianta da erbacce infestanti e foglie secche.
 
La raccolta avviene in autunno e solitamente si lascia una parte del peduncolo per evitare che la pianta marcisca.

Come concimare il terreno per le piante in modo naturale al 100%