Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Lavanda angustifolia

Lavandula ANGUSTIFOLIA
Lavandula ANGUSTIFOLIA Lavandula ANGUSTIFOLIA 'EDELWEISS' Lavandula ANGUSTIFOLIA 'HIDCOTE' Lavandula ANGUSTIFOLIA 'MUNSTEAD' Lavandula ANGUSTIFOLIA 'ROSEA'

Copyright immagini by ©Nova-Photo-Graphik.
Vietata la riproduzione.

Legenda Icone

Fogliame Persistente Fogliame Persistente
Fogliame Caduco Fogliame Caduco
Fogliame Semi persistente Fogliame Semi persistente
Esposizione soleggiata Esposizione soleggiata
Esposizione a mezz'ombra Esposizione a mezz'ombra
Esposizione in ombra Esposizione in ombra
Adatto ai climi miti Adatto ai climi miti
Sensibile al freddo Sensibile al freddo
Pianta poco diffusa Pianta poco diffusa
Varietà brevettata Varietà brevettata
Fogliame Persistente Esposizione soleggiata

Nome Volgare: Lavanda officinale

Descrizione:

Lavanda Angustifolia - Descrizione generale

Appartente alla famiglia delle Lamiaceae, tutte le lavande sono diffuse nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. La Angustifolia è una pianta sempreverde dal carattere cespuglioso che può raggiungere anche un metro di altezza.

Origine: Mediterraneo
Portamento: arbusto piccolo compatto tappezzante
Foglie: piccole grigio-verde lineari opposte
Epoca di fioritura: Giugno, Luglio, Agosto
Terreno: anche arido
Clima: temperato
Temperatura Minima: -20/-15 °C

Principali Varietà:

'Alba': forma compatta. Fioritura bianca, a luglio. Può raggiungere un'altezza e un diametro di 0,50-0,60 m.

'Dwarf blue': portamento molto compatto. Fioritura blu lavanda ad agosto-settembre. Altezza e diametro di 0,30 m.

'Edelweiss': arbusto molto compatto. Fioritura bianca, a luglio-agosto. Può raggiungere un'altezza e un diametro di 0,60 m.

'Hidcote': forma compatta. Fioritura viola scuro, a giugno-luglio. Altezza e diametro di 0,60 m. 

'Munstead': portamento compatto. Fioritura blu lavanda, a luglio-agosto. Può raggiungere un'altezza ed un diametro di 0,50 m.

'Rosea': arbusto compatto. Fioritura rosa chiaro, a luglio-agosto. Altezza di 0,70 m. e diametro di 0,50 m.

Al principio delle foglie stesse possono esserci delle foglie più piccole, ma mediamente sono lunghe tutte pochi centimetri. 
Pare che il nome provenga dall'usanza di porre i fiori di questa pianta nell'acqua del bagno proprio per profumarla. 
Fino a qualche decennio fa nel nostro paese era poco utilizzata, solo a a scopo ornamentale nei giardini. Era più coltivata per la raccolta dei suoi fiori, poi la si è introdotta sempre più nell’industria profumiera per la produzione di essenze da inserire in profumi o saponi. 

Negli ultimi tempi è stata riscoperta perchè la sua capacità di adattamento a terreni poveri ed aridi è diventata preziosa. In estate produce una grandissima quantità di fiori piccoli, che si raggruppano in spighe e le foglie sono argentee ed emanano anch'esse un forte profumo. 

La varietà della Lavanda Angustifolia 

Esistono circa 25 specie di lavanda. Quelle originarie dell'Italia sono la Spica, la Lavanda vera, la Lavanda Latifolia, la Lavanda dentata e la Lavanda Stoechas

Resistono quasi tutte al freddo e spesso si piantano nei giardini perchè formano dei bei cespugli. 
La lavanda angustifolia viene detta anche lavanda inglese ed è molto profumata oltre che essere quella che si presta meglio per ottenere l'olio essenziale al quale vengono attribuiti diverse proprietà benefiche. Nell'aromaterapia, infatti, la si usa come tranquillizzante e in caso di congestioni dovute ai malanni di stagione. Si può utilizzare anche per problemi legati all'apparato digerente e in associazione ad altre sostanze omeopatiche per lenire i problemi alla schiena e i dolori alla orecchie.

Esposizione della Lavanda Angustifolia 

Resiste piuttosto bene alle estati più torride e anche ai freddi più intensi.
Si può preservarla dalla gelate troppe intense coprendola con il tessuto-non-tessuto.
Al contrario di altre piante predilige le posizioni molto ventilate e ben esposte al sole.
Il suo clima ideale è quello tipicamente mediterraneo, dato dai inverni miti ed estati dalle temperature elevate.

La fioritura della Lavanda Angustifolia 

A cominciare dalla primavera fino a tutta l'estate è possibile vedere la fioritura della lavanda nei suoi tipici colori lilla e rosa, ma anche in blu, bianco e viola. 

La concimazione della Lavanda Angustifolia 

È una pianta piuttosto rustica che non ha bisogno di molte cure. Se si vuole la si può concimare quando comincia la sua stagione vegetativa, ovvero in primavera.

L'irrigazione della Lavanda Angustifolia 

Non ha bisogno di troppa acqua, quindi la si può innaffiare, ma non troppo abbondantemente nè frequentemente, meglio controllare che il terreno sia asciutto prima di provvedere ad altra acqua. Assolutamente vietati i ristagni, anzi, è meglio lasciarla qualche giorno senza acqua piuttosto che dargliene troppa.

La potatura della Lavanda Angustifolia 

Le piante più sofferenti possono essere potate drasticamente per cercare di farle rinvigorire e riprendere, sperando in germogli più abbondanti ed in salute. Una potatura occorre, comunque, per eliminare gli steli fioriferi e cimare le piante stesse. Si raccomanda l'uso di strumenti ben affilati e puliti per evitare infezioni.

Le malattie della Lavanda Angustifolia 

Considerata la sua reticenza alla troppa acqua, il principale rischio è quello di incorrere nel marciume radicale. Poi può essere soggetta anche all'attacco delle larve degli insetti e vittima dei funghi.
 

La particolarità della Lavanda Angustifolia 

Già gli antichi conoscevano le proprietà analgesiche, antisettiche e antinevralgiche della lavanda. Oggi è uno fra gli oli più utilizzati in erboristeria ed in aromaterapia.
Anche un semplice bagno con poche gocce di lavanda aiuta a rilassare.
È abitudine diffusa mettere dei sacchetti di tela contenenti fiori secchi di lavanda negli armadi per profumare i vestiti.

La temperatura della Lavanda Angustifolia 

Resiste al caldo dell'estate più torrida e al freddo dell'inverno più rigido, anche se nei casi di gelate intense e persistenti è bene ripararla con del tessuto-non-tessuto. Gradisce particolarmente le posizioni soleggiate, e molto ben ventilate

Il rinvaso della Lavanda Angustifolia 

Si può coltivarla in casa, nei vasi, ma va tenuto presente che cresce con molta rapidità e che può raggiungere anche una discreta altezza per cui ha bisogno di un vaso dalle dimensioni ampie.

Il substrato della Lavanda Angustifolia

Anche se preferisce dei terreni calcarei, si adatta un po' ovunque, ma preferisce terreni ben drenati piuttosto che quelli secchi ed aridi. È possibile che cresca spontaneamente nell'Italia meridionale anche fra i terreni più sassosi ed aridi.

La propagazione della Lavanda Angustifolia 

Il metodo di propagazione avviene per talea, nel periodo più caldo quando ormai la fioritura è terminata. Si prendono delle porzioni dai rami, preferibilmente quelli che non hanno fiorito per sezioni della lunghezza di circa 15 centimetri di parte legnosa. Si asportano le foglie più in basso e poi si posizionano le talee in un miscuglio di sabbia e torba. Si deve provvedere a coprire il vaso con un saccho di plastica, mantenendo umido il terreno fino a quando la talea ha preso e si può eliminare il sacchetto.

Per traferire la pianta è meglio attendere che sia riparata dal freddo e dalle correnti, perchè ancora troppo delicata. E' consigliabile spostarla in primavera, quando le temperature sono più miti sia per quanto riguarda le piante in caso che quelle all'aperto.

Condividi
Stampa la pagina Invia ad un amico