Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.
Portale del Verde
 
 

Euonymus (Euonimo)

Famiglia: Celastraceae

Nome Volgare: Euonimo

In questi ultimi anni l'Euonymus o Euonimo si è arricchito di varietà a vegetazione bassa, eccellenti per piccoli giardini, giardini rocciosi e fioriere.

Questa importante famiglia comprende specie molto diverse.

L'Euonymus, chiamato più semplicemente evonimo, è una pianta di origini orientali e appartiene alla famiglia delle Celestraceae.
Probabilmente questo arbusto è nato tra il Giappone e la Korea ma al giorno d'oggi esso è diffuso anche in gran parte dell'Occidente.
Si tratta di una pianta estremamente particolare caratterizzata da foglie di forma ovale e di colore verde, anche se nei periodi invernali esse possono diventare di una tonalità rossastra.
L'evonimo inoltre è una pianta generalmente di medie dimensioni ma può, in determinati casi, arrivare anche ad un'altezza non superiore ai tre metri.

Le varietà di Euonymus più significative

Al giorno d'oggi l'evonimo conta più di centosettanta varietà differenti, ognuna avente le proprie personali caratteristiche.
Tuttavia quelle più conosciute e diffuse sono senz'altro quattro: l'Euonymus fortunei, l'Euonymus japonicus, l'Euonymus europaeus (o fusaggine) e l'Euonymus alatus.

  • L'Euonymus fortunei si caratterizza per le dimensioni abbastanza esigue e per le foglie di forma ovale e di colore verde;
  • L'Euonymu japonicus ha foglie molto robuste e compatte;
  • L'Euonymu europaeus presenta delle foglie che durante il periodo invernale diventano rossastre;
  • L'Euonymu alatus è costituito da foglie caduche.

Utilizzo del Euonymus

L'evonimo rappresenta una pianta che è adatta in modo particolare per essere piantata all'interno di un giardino.
È più raro invece trovarla nei parchi pubblici.
La coltivazione generalmente va eseguita in primavera anche se la pianta riesce bene a resistere ai climi freddi e gelidi.
In ogni caso è comunque consigliabile cercare di riparare l'Euonymus adoperando della paglia o qualche foglia secca. Oltre a ciò bisogna poi assicurarsi che esso abbia abbastanza luce diretta. 

Potatura del Euonymus

Per poter eseguire la potatura dell'Euonymus bisogna attendere la fine della fioritura. Pertanto il periodo migliore è sicuramente quello autunnale.
La potatura dell'evonimo consiste essenzialmente nell'eliminare prontamente tutte le parti danneggiate come ad esempio le foglie più secche e rovinate.
Inoltre è consigliabile tagliare di poco i rami per rendere la pianta esteticamente migliore.

Moltiplicazione del Euonymus

Solitamente la moltiplicazione dell'evonimo avviene per seme.
Questa procedura deve essere fatta preferibilmente durante il periodo autunnale. Tuttavia non è rara anche la moltiplicazione per talea, che è consigliabile prelevare principalmente tra la fine del periodo estivo e l'inizio del periodo invernale. I mesi più consoni sono sicuramente quello di agosto e di settembre.
In questa fase è necessario tagliare in maniera decisa solamente le parti di ramo che sembrano più legnose. 

Malattie del Euonymus

Come tutte le piante anche l'evonimo è soggetto all'attacco di fastidiosi parassiti. Quelli più innocui sono gli acari e gli afidi mentre bisogna prestare particolare attenzione alla cocciniglia bianca, un parassita estremamente pericoloso per l'Euonymus.
Il suo attacco è piuttosto evidente in quanto si manifesta attraverso delle macchie di colore scuro sulle foglie. Anche i tripidi sono dei parassiti piuttosto nocivi in quanto possono danneggiare seriamente la pianta. In ultimo non bisogna dimenticare le larve minatrici che indeboliscono sensibilmente la pianta.
Per eliminare questi parassiti è dunque necessario intervenire il più presto possibile mediante l'uso di insetticida.

Concimazione del Euonymus

Per rendere l'Euonymus una pianta sana e rigogliosa è necessario concimarla ad intervalli frequenti ma soprattutto in inverno.
La concimazione deve essere fatta utilizzando del fertilizzante a cessione lenta. In questo modo si riuscirà ad avere una pianta dall'aspetto ottimale durante la primavera.
Un'altra soluzione consiste poi nello sciogliere del fertilizzante composto da azoto e potassio all'interno dell'acqua per le annaffiature. Il terreno inoltre deve essere molto fertile, umido e poroso per poter garantire il massimo risultato. 

Curiosità su Euonymus

Nonostante si tratti di una pianta estremamente nociva e velenosa per l'uomo, l'evonimo può essere sfruttato per produrre dei saponi.
Esso inoltre può essere adoperato per combattere i geloni, ferite lievi e acne. Poiché l'Euonymus è un arbusto particolarmente gradevole esteticamente, viene utilizzato anche a scopi ornamentali.